“Sign Gene”, un film d’azione e avventura con supereroi sordi

Cinema

Arriva a settembre al cinema “Sign Gene”, un film che dà il via alla prima generazione di supereroi sordi, mutanti che possono creare superpoteri attraverso l’uso della Lingua dei Segni. Mai erano stati creati prima supereroi che fossero sordi e che avessero superpoteri in base alle proprie potenzialità, in particolare quelle visualmente linguistiche.

Sarà The Space Cinema Odeon di Milano ad ospitare l’8 settembre l’anteprima mondiale del nuovo progetto ideato, prodotto e diretto da Emilio Insolera, un esperimento unico nel suo genere, girato tra Giappone, Stati Uniti e Italia. All’evento inaugurale sono attesi circa 900 invitati. Il film sarà poi proiettato al pubblico dalla UCI Cinemas dal 14 Settembre in varie città italiane, in lingua dei segni americana, italiana e giapponese. E nelle rispettive lingue “parlate”.

Il film, prodotto e diretto da Emilio Insolera, ha una trama alla James Bond con un tocco di Grindhouse e diversi riferimenti alla storia e cultura sorda.

Protagonista è Tom Clerc (Emilio Insolera), sordo proveniente da una multigenerazionale famiglia di sordi e discendente di Laurent Clerc, celebre scienziato francese che portò la Lingua dei Segni negli Stati Uniti quasi due secoli fa. Tom è portatore di “SGx29”, una potente mutazione di “Sign Gene” e lavora per la Q.I.A. (QuinPar Intelligence Agency) a New York City: una società segreta affiliata al Pentagono, composta da agenti mutanti selezionati. Tom può dotarsi di superpoteri solo tramite l’uso della Lingua dei Segni. Durante una violenta lotta contro un’organizzazione dedicata allo sterminio di mutanti portatori di “Sign Gene”, la 1.8.8.0., guidata dal più acerrimo nemico, Jux Clerc, fratello di Tom, quest’ultimo perde tutti i suoi poteri. Hugh Denison, il capo della Q.I.A. invia Tom ed il suo collega Ken Wong, in missione speciale a Osaka per indagare su diversi crimini compiuti da mutanti sordi giapponesi ed è proprio in quest’ultima azione contro questa gang che scopre che i suoi poteri non sono del tutto persi.

Il regista e produttore Emilio Insolera, è un noto attivista italiano nato a Buenos Aires, sordo profondo sin dalla nascita, borsista Fullbright-Wirth, laureato in film presso la Gallaudet University e in Scienze della Comunicazione con  il massimo dei voti, presso l’Università La Sapienza di Roma. Insolera è anche uno degli autori del primo Dizionario della Lingua dei Segni Italiana multimediale.

 

Silva Valier

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial