Bisol, punto di riferimento per il Prosecco Superiore di Valdobbiadene

Enogastronomia

 

Unicità, autenticità e tradizione: questi i valori cardine di Bisol, marchio storico del Prosecco Superiore di Valdobbiadene, cantina entrata a far parte del Gruppo Lunelli nel 2014.

In questi 4 anni è stato costruito un progetto con un nuovo linguaggio che mira a fare di Bisol un marchio di riferimento del Prosecco Superiore di Valdobbiadene.

La linea Bisol è fatta solo di Prosecco Superiore DOCG e vuole raccontare la varietà del territorio di Valdobbiadene e sperimentare tutte le sfumature del Prosecco Superiore, perché ciascuna etichetta è espressione di un particolare terroir e di una specifica composizione del terreno. Una collezione fatta di eccellenza senza compromessi, che racconta il faticoso lavoro della terra, frutto di una viticoltura eroica. Proprio per valorizzare ed avere il massimo rispetto per l’identità del territorio, sono state create due nuove etichette della Denominazione Rive: il Relio Rive di Guia, che vuole essere il vertice della produzione della Casa e il Rive di Campea, espressione del più importante vigneto di proprietà.

Bisol

BisolAccanto alla gamma Bisol è stata rivisitata anche la collezione Jeio. Se Bisol è il cognome, Jeio è il soprannome. Jeio era infatti il soprannome con cui Desiderio Bisol nel dopoguerra era affettuosamente chiamato dalla moglie. Se Bisol è l’anima legata a un saper fare, Jeio è l’espressione più fresca della marca, il volto contemporaneo, l’anima gioiosa del Prosecco che esprime la capacità di godere della qualità della vita, tipicamente italiana. Queste due collezioni sono due anime complementari della stessa marca che convivono e giocano l’una con l’altra.

I nuovi Prosecco Superiore DOCG delle linee Bisol e Jeio rappresentano così due inscindibili e complementari anime della stessa marca che convivono e interagiscono l’una con l’altra.

https://bisol.it

Foto: Mattia Mionetto

 

A cura di Silva Valier

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial