IL KLAUSJAGEN DI KÜSSNACHT: CACCIA A SAN NICOLA (4 DICEMBRE)

Il venerdì antecedente il giorno di San Nicola, il villaggio di Küssnacht sulle sponde del Lago di Lucerna risplende del bagliore emanato da quasi duecento enormi mitre di cartone illuminate. Le mitre, dette “Iffele” o “Infuln”, vengono trasportate da uomini e donne che accompagnano San Nicola nel suo cammino attraverso il villaggio. Per le vie rimbomba il suono di pesanti campane, dei corni e di altri strumenti a fiato. Non esistono testimonianze scritte sull’origine del Klausjagen. Si ipotizza che sia nato in epoca pre-cristiana: i pagani cacciavano con un gran baccano

Klausjagen Küssnacht

Klausjagen Küssnacht

gli spiriti maligni durante le notti del solstizio invernale per propiziarsi la stagione della raccolta. Dopo la conversione al Cristianesimo, il rituale venne osteggiato per turbamento dell’ordine pubblico dovuto agli eccessi. Si aggiunse, allora, un significato cristiano introducendo la figura del vescovo San Nicolao di Myra. L’usanza si trasformò dalla caccia sfrenata al più ordinato Klausjagen.

Per saperne di più: www.luzern.com/it/klausjagen-in-kuessnacht-am-rigi

Condividi