Aperto ufficialmente a Prato il Centro Pecci

Eventi

Grande successo per la riapertura del Centro Pecci a Prato. Domenica 16 ottobre in occasione dell’inaugurazione ufficiale oltre 12.000 persone, dalle 11.00 alle 23.00, hanno visitato la nuova struttura realizzata dall’architetto olandese Maurice Nio e la mostra “La fine del mondo”, curata dal direttore Fabio Cavallucci.

Sommate a quelle che hanno partecipato alle preview di venerdì e sabato si arriva a circa 15.000 presenze: una partecipazione davvero eccezionale che testimonia un’attenzione del pubblico verso il Centro Pecci e un avvicinamento all’arte contemporanea particolarmente significativo e che lascia ben sperare per il futuro.

Visitatori di ogni genere (giovani e meno giovani, famiglie, studenti, ecc.), provenienti non solo da Prato ma anche a livello regionale e nazionale (moltissimi per la prima volta), hanno potuto ammirare non solo le nuove caratteristiche architettoniche del Centro, ma anche immergersi nella mostra “La fine del mondo”: un’esposizione capace di coinvolgere ed emozionare attraverso le grandi installazioni di Oliveira e Hirschhorn, fino ai lupi di Cai Guo-Qiang, passando per le opere storiche di Picasso, Fontana, Boccioni e Duchamp, e per i lavori di giovani artisti provenienti da varie parti del mondo.

Durante la giornata di ieri anche tanti eventi collaterali che hanno visto il tutto esaurito (dalla conferenza di Marc Augé, alle performance di Pippo Delbono fino e a quella dei Dewey Dell in tarda serata).

Una ripartenza sicuramente esaltante per il Centro Pecci, che prosegue e intensifica le sue iniziative per avvicinare sempre più pubblico alle arti contemporanee, non solo con la mostra La fine del mondo (che resterà aperta fino al 19 marzo) ma anche con tutta una serie di attività che spaziano dalla musica al cinema, dalla danza al teatro.

Informazioni su mostra e prossime attività del Centro Pecci sul sito www.centropecci.it

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial