Sinergia tra innovazione ed etica

Salute

Ricerca scientifica, Innovazione ed Etica al centro del dibattito tra Istituzioni, Comunità Scientifica, Accademia e Aziende. Occasione del dibattito, la celebrazione dei 60 anni di presenza in Italia – e i 125 anni nel mondo – di MSD.

Inventing for Life – Leading Innovation Fostering Ethics”. Rappresentanti delle Istituzioni, della classe politica, della comunità scientifica, dell’accademia e del mondo dell’industria a confronto su due temi portanti del mondo della sanità: l’importanza della ricerca scientifica, soprattutto in ambito farmacologico e l’innovazione da essa generata; il valore della responsabilità sociale e dell’etica che deve ispirare tutti gli attori coinvolti. Un Convegno, quello che si è svolto a Roma nel Dicembre scorso, che ha voluto essere un’arena aperta di dibattito su temi fondamentali per lo sviluppo e la sostenibilità del sistema Paese e legati ad un valore unico ed insostituibile che è la Salute delle Persone.

Occasione dell’incontro è stata la celebrazione di due importanti anniversari per MSD, la consociata italiana della multinazionale farmaceutica conosciuta, negli Stati Uniti e in Canada, con il nome di Merck & Co: 60 anni di presenza in Italia e 125 anni dalla nascita della casa madre. Anni di continue scoperte grazie alle quali MSD ha rivoluzionato i paradigmi terapeutici per decine di patologie, migliorando la qualità di vita di milioni di Persone nel mondo.

MSD è, prima di tutto, Innovazione nella scoperta e nello sviluppo di nuovi farmaci grazie ai 7 miliardi di dollari investiti ogni anno in Ricerca e Sviluppo: dalla sintesi del cortisone nei primi anni ’40 dello scorso secolo all’ivermectina – la molecola per la cura della cecità fluviale (oncocercosi) per la quale il Prof. William C. Campbell è stato insignito nel 2015 del Premio Nobel per la Medicina; dalla simvastatina, il trattamento ipocolesterolemizzante che ha salvato milioni di vite, ai primi vaccini per morbillo, parotite e tumori e lesioni HPV-correlati; dalle tante molecole, prime nella classe, per il trattamento delle malattie cardiovascolari, diabete e infezione da HIV e HCV, fino ad arrivare a pembrolizumab, l’innovativa terapia anti- PD-1 capostipite dell’immunoncologia. MSD è poi Responsabilità Sociale d’Impresa: lo dimostrano i due miliardi di dollari investiti ogni anno in programmi umanitari di donazione e distribuzione di farmaci per favorire l’accesso alle cure da parte delle popolazioni che ne hanno maggiormente bisogno; e ne sono tangibile testimonianza anche gli oltre 40 milioni di dollari investiti nel nostro Paese per incentivare la ricerca indipendente e premiare i migliori talenti della nostra comunità scientifica nazionale. “MSD ha scritto pagine fondamentali nel progresso scientifico e nella lotta alla patologie socialmente più rilevanti – afferma Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia – Siamo orgogliosi di una storia di successo lunga 125 anni – dei quali 60 in Italia – sia nella prevenzione, attraverso i nostri vaccini, che nella cura, attraverso la nostra innovazione terapeutica e il nostro approccio multidisciplinare One Health. Siamo fermamente determinati a proseguire il nostro impegno nella prevenzione e nella lotta alle patologie a maggior impatto sociale (tumori, malattie infettive, malattie cardiovascolari, diabete, Alzheimer), non solo continuando a ricercare e sviluppare innovazioni farmacologiche nei nostri laboratori, ma anche collaborando con tutti gli stakeholder attraverso partnership trasparenti, etiche in grado di generare Valore per la Sanità pubblica”.

Info: www.msd-italia.it – www.merck.com

 

Stefania Bortolotti

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial