Parma Città Creativa UNESCO della Gastronomia: gli eventi enogastronomici del 2018

Eventi

Nel 2015 Parma è stata dichiarata Creative City of Gastronomy UNESCO, nel 2020 sarà la Capitale Italiana della Cultura. Due riconoscimenti importanti che tratteggiano il profilo di una città che si regge su due pilastri: il cibo e la cultura.

Un binomio che rende Parma una delle capitali del Made in Italy: dal campo alla cucina, dalla bottega alla tavola, la città si racconta attraverso storie, mestieri e sapori, esprimendo un territorio unico.

Se il cibo è cultura, la “cultura del cibo” diventa un heritage materiale e immateriale, terreno ideale per lo sviluppo del “turismo creativo” e per il consolidamento della propria immagine. Ecco perché nel 2018, Anno del cibo italiano, Parma ha messo in rete operatori e saperi per dare vita a una Cabina di Regia: obiettivo, presentare Parma e in generale la Food Valley italiana e l’Emilia-Romagna al mondo, attraverso eventi che raccontino il territorio e le sue buone pratiche.

Nasce così un calendario di importanti manifestazioni e appuntamenti che promuovono Parma e la cultura del cibo: da Cibus OFF alla prima edizione del City of Gastronomy Festival, al City of Gastronomy Taste, un intero mese dedicato al tema del cibo.

LA “CABINA DI REGIA”. IL MODELLO DI PARMA PER “FARE RETE” E PROMUOVERE IL TERRITORIO

A Parma si coltiva la passione per la qualità. Senza dimenticare il piacere di far parte di una squadra: istituzioni, aziende e persone competenti e appassionate collaborano per offrire al mondo prodotti unici e insuperabili.

Aderendo alla rete UNESCO delle Città Creative, Parma è entrata a far parte di un network che ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo di collaborazioni attive a livello internazionale.

Fare rete significa inoltre presentarsi come un unico brand, mettendo in relazione le realtà più significative del territorio, specialmente quelle legate all’agroalimentare.

Il sistema Parma è un esempio virtuoso della sinergia tra pubblico e privato: Parma City of Gastronomy nasce infatti anche dalla condivisione e dalla collaborazione tra il Comune e l’associazione “Parma, io ci sto!”, costituita da aziende e realtà locali, impegnate nella promozione e valorizzazione del territorio e del suo patrimonio.

In quest’ottica nasce la “cabina di regia”: player del territorio, pubblici e privati, riuniti intorno a una strategia forte, sotto il coordinamento del Comune. Obiettivo? Celebrare il territorio e dare visibilità alle eccellenze che nascono a Parma, con un approccio di sistema che coinvolga tutti i protagonisti del territorio stesso.

Il 2018 – dichiarato “Anno del cibo italiano” dai Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dei beni culturali e del turismo – è il primo step di un percorso di valorizzazione per la città e un’opportunità unica per consolidarne il ruolo di capitale della gastronomia, a seguito del riconoscimento UNESCO. Per presentare Parma e in generale la Food Valley e l’Emilia-Romagna a tutto il mondo, attraverso eventi e manifestazioni che raccontino il territorio e le sue buone pratiche riguardanti l’alimentazione e lo sviluppo sostenibile.

I GRANDI EVENTI ENOGASTRONOMICI DEL 2018

City of Gastronomy Cibus OFF  –  5-13 maggio

Ci sono racconti che non hanno bisogno di parole. Basta assaggiare, lasciarsi conquistare da profumi, sapori ed emozioni. Come quando, in concomitanza con Cibus 2018, il cuore di Parma si anima per far scoprire le eccellenze gastronomiche del territorio. Cibus OFF – Il Saper Fare è un viaggio alla scoperta delle origini e le peculiarità delle tante specialità locali, celebrate in tutto il mondo, che rendono Parma la capitale italiana del gusto. Un dialogo che parte dai produttori e arriva al palato. Sotto i Portici del Grano, accanto al racconto del territorio, uno “spazio cucina”, dove verranno realizzate ricette con i prodotti parmigiani. In Piazza Garibaldi, un’Agorà che ospiterà interviste, incontri, dialoghi e appuntamenti didattici e giocosi per i più piccoli.

City of Gastronomy Festival  –  2-3 giugno

Gustare una ricetta preparata sul momento, incontrare chef stellati all’opera tra i fornelli, farsi raccontare come nascono i prodotti: la prima edizione del City of Gastronomy Festival sarà l’occasione ideale per vivere il cibo nelle sue dimensioni culturale, sociale e ovviamente sensoriale. Temporary restaurant, show cooking con cuochi stellati da tutto il mondo e incontri nel centro di Parma: il primo weekend di giugno sarà dedicato al cibo, esperienza sensoriale ed espressione dell’anima del territorio. Una vetrina non solo per i prodotti della Food Valley italiana, ma anche per altre città italiane e internazionali, in particolare quelle della rete UNESCO, ospiti speciali dell’evento alla sua prima edizione.

www.cityofgastronomyfestival.it

City of Gastronomy Taste  –  1-30 settembre

Un mese ricchissimo di appuntamenti tutti da gustare, in cui protagonista non è solo la città, ma l’intero territorio. Da Collecchio con il Pomodoro, a Langhirano con il Prosciutto di Parma, ai tanti caseifici disseminati tra la Bassa, l’Appennino e la montagna. Appuntamenti riuniti sotto il cappello di City of Gastronomy Taste: perché l’alimentazione è un’intensa esperienza di piacere, oltre che l’espressione della creatività di un territorio. Protagonisti: il Prosciutto di Parma, il Parmigiano Reggiano, la Pasta, il Pomodoro. Da segnare in agenda: Tomaca Fest e Festival del Prosciutto di Parma (1-2 settembre), Cena dei Mille (3 settembre), Festival del Prosciutto di Parma (1-16 settembre), Pastaria (22-23 settembre), Caseifici Aperti (29-30 settembre), Giardini Gourmet (7/14/21/28 settembre).

Gli appuntamenti fuori Parma

Parma si racconta e fa rete anche al di fuori del proprio territorio, per creare sinergie e occasioni di scambio internazionali. Con le altre città del network UNESCO, ma non solo. Tra le mete in programma nell’anno del cibo italiano: Parigi, Epernay, Zurigo, Ginevra.

GLI ATTORI DELLA CABINA DI REGIA

Insieme al Comune di Parma: Alma – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, Barilla, Consorzio per la tutela dei vini DOP “Colli di Parma”, Consorzio per la Tutela del Culatello di Zibello, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Consorzio del Prosciutto di Parma, Coppini Arte Olearia, Fondazione UNESCO, Mutti, Parma Alimentare, “Parma, io ci sto!”, Parma Quality Restaurants, Parmalat, Rodolfi.

Alma, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana

È riconosciuta come il più autorevole centro di formazione professionale dedicata all’ospitalità e alla ristorazione italiana a livello internazionale. ALMA forma cuochi, pasticceri, bakery chef, sommelier, professionisti di sala e manager della ristorazione collaborando con oltre 120 docenti. È nel cuore della Food Valley, presso la splendida Reggia di Colorno, che ha sede la scuola, su una superficie di 7.000 metri quadri: all’interno trovano posto 7 aule training, 2 laboratori di pasticceria, 1 ristorante didattico, 1 ALMA Lab dedicato alla panificazione, 4 aule demo e una biblioteca con più di 14.000 volumi consultabili.

www.alma.scuolacucina.it

Barilla SpA

Un brand iconico, entrato nell’immaginario collettivo. È la principale azienda italiana attiva nella produzione di pasta di semola e sughi pronti, e ancora oggi è di proprietà della famiglia che l’ha fondata nel 1877. Barilla è inoltre un leader a livello globale, essendo presente in oltre 100 paesi: nel mondo è simbolo di italianità ed eccellenza nell’ambito agroalimentare.
www.barilla.com

Consorzio per la tutela dei vini DOP “Colli di Parma”

Costituito fra produttori, viticoltori e vinificatori della collina parmense, ha come scopo lo sviluppo e il miglioramento della viticoltura collinare della provincia di Parma, nel pieno rispetto della tradizione. Questo impegno costante e prolungato nel tempo dà i suoi frutti: specialmente per quanto riguarda la qualità del prodotto e la salvaguardia della tipicità di produzione.
www.viniparma.it

Consorzio per la Tutela del Culatello di Zibello

È nato per difendere e promuovere la qualità e la tipicità del Culatello di Zibello DOP, di cui ogni giorno i produttori si impegnano a garantire la lavorazione secondo un metodo antico, che si rifà ad una tradizione autentica, e la provenienza. Questa eccellenza può infatti nascere esclusivamente sulla fascia di terra (Busseto, Polesine Parmense, Zibello, Soragna, Roccabianca, San Secondo, Sissa, Colorno) che corre lungo le rive del Po. Nel 2010 ha ottenuto il riconoscimento da parte del MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali).
www.consorziodelculatellodizibello.it

Consorzio del Parmigiano Reggiano

Nato ufficialmente nel 1934, il Consorzio del Parmigiano Reggiano è cresciuto negli anni portando avanti l’arte e la tradizione di un prodotto storico, eccellenza e simbolo del Made in Italy alimentare. Sempre attivo nel salvaguardare e migliorare il già altissimo livello qualitativo di questo prodotto unico e prezioso, il Consorzio è anche protagonista nel mondo dei media e della comunicazione, fin dagli anni Sessanta, con spot televisivi e campagne radio e stampa che hanno promosso la conoscenza e il consumo del formaggio che rappresenta.
www.parmigiano-reggiano.it

Consorzio del Prosciutto di Parma

È per tutelare e garantire la qualità al consumatore che nel 1963 nasce il Consorzio del Prosciutto di Parma, un’organizzazione di produttori che salvaguardano il metodo tradizionale di lavorazione. Controllato da un rigido disciplinare produttivo, il Prosciutto di Parma DOP è buono, sano e completamente naturale: non si utilizzano conservanti, né additivi, ma pochi e semplici ingredienti che offrono al palato un’inconfondibile aroma dolce e gustoso.

www.prosciuttodiparma.com

Coppini Arte Olearia

Nata nel 1946, Coppini Arte Olearia vanta due storici primati: è la prima azienda ad avere un rapporto diretto con gli olivicoltori italiani e la prima sul mercato italiano a redigere e a porre una vera e propria Carta d’Identità alle sue bottiglie. Grazie al progetto T.O.P. sono garantite la tracciabilità del prodotto e la sostenibilità ambientale e sociale durante la fase di produzione. L’olio infatti non deve essere soltanto buono, ma anche “rispettoso” della terra.
www.coppiniarteolearia.com

Fondazione Parma UNESCO Creative City of Gastronomy

La Fondazione “Parma Unesco Creative City of Gastronomy” rappresenta un passo significativo per la partecipazione di Parma alla rete delle città creative UNESCO: la città si qualifica come una delle piattaforme di raccordo tra le varie realtà. La Fondazione promuove e valorizza il patrimonio di eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche del territorio, attraverso una strategia condivisa di City Branding, puntando ad incrementare il turismo, con grande attenzione alla sostenibilità ambientale, attraverso il coinvolgimento degli enti e di tutte le realtà interessate.
www.parmacityofgastronomy.it

Mutti SpA

Da oltre 100 anni, Mutti, azienda di Parma, è leader nella lavorazione del pomodoro. Da quattro generazioni la famiglia Mutti si dedica esclusivamente al miglioramento del suo “oro rosso” realizzando concentrato, passata, polpa di pomodoro e pelati. Prodotti che oggi sono apprezzati in tutto il mondo. Negli ultimi anni, per ampliare la gamma dei prodotti senza snaturare una vocazione che dura da più di un secolo, sono arrivati anche sughi e salse pronte.
www.mutti-parma.com

Parma Alimentare

Da oltre 40 anni Parma Alimentare promuove le eccellenze della Food Valley nel mondo fornendo supporto alle aziende alimentari del territorio. Le attività di riferimento riguardano l’organizzazione di trasferte a fiere nazionali e internazionali, progetti di co-marketing a supporto del Made in Parma e attività di media relation finalizzate a favorire Parma come destinazione turistica e meta di business.

www.parmalimentare.net

“Parma, io ci sto!”

Nata come iniziativa di persone e di aziende, l’associazione ha l’obiettivo di fare sistema per realizzare un disegno complessivo di sviluppo del territorio. Sostiene i diversi progetti dedicati ai quattro petali simbolo delle eccellenze locali: Buon Cibo, Cultura, Formazione e Innovazione, Turismo e Tempo Libero. Ha fin da subito contribuito alla realizzazione del progetto delle 4P (Prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano, Pasta, Pomodoro) e di Parma City of Gastronomy come cuore pulsante della gastronomia del territorio e delle sue produzioni tipiche attraverso un sistema d’eccellenza enogastronomica a 360°.

www.parmaiocisto.com

Parma Quality Restaurants

Parma Quality Restaurants è il consorzio dei ristoratori di città e provincia, uniti dall’obiettivo comune di fare squadra per valorizzare la cultura culinaria locale, declinata in tutti i suoi aspetti: cucina, ospitalità e prodotto tipico. Il Consorzio si presenta come opportunità per promuovere il grande patrimonio alimentare di Parma, vera eccellenza internazionale, contribuendo al rilancio turistico di tutta la provincia.
www.parmaqualityrestaurants.it

Parmalat SpA

Il Gruppo Parmalat è uno dei leader mondiali nella produzione e distribuzione di alimenti insostituibili per il benessere quotidiano: il latte, i suoi derivati (yogurt, condimenti a base di panna, dessert e formaggi) e le bevande a base di frutta. Lavorano in Parmalat circa 26.000 persone tra Europa, le Americhe, Africa e Australia. Il Gruppo ha una presenza diretta in 24 Paesi e conta 93 siti produttivi. Parmalat S.p.A., la Capogruppo, è quotata alla Borsa di Milano. Parmalat sa unire tradizione ed innovazione e sviluppa prodotti ad alto valore aggiunto per migliorare l’alimentazione dei propri consumatori. In Italia, i marchi principali sono Parmalat per il latte e lo yogurt, Santàl per i succhi e le bevande a base di frutta, Zymil la linea di prodotti ad alta digeribilità senza lattosio e Chef, con un’expertise gastronomica riconosciuta nel mercato della panna e della besciamella. Parmalat è presente anche attraverso marchi locali che rappresentano eccellenze del nostro territorio: Berna in Campania, Centrale del Latte di Roma in Lazio, Carnini e Lactis in Lombardia, Latte Oro in Liguria, Latte Sole in Sicilia, Torvis, Latterie Friulane in Friuli Venezia Giulia e Silac per la Puglia. www.parmalat.comwww.parmalat.it 

Rodolfi Mansueto SpA

Situata nel cuore della Food Valley a Parma, è una delle più antiche industrie di trasformazione del pomodoro, con oltre 120 anni di indiscussa qualità sul mercato. I suoi prodotti – polpe, passate, sughi e polveri di pomodoro – sono il risultato di un’avanzata tecnologia produttiva nel pieno rispetto, fin dall’origine, della filiera agroalimentare. La sua mission è quella di costudire il sapere e l’esperienza di chi lavora la terra da generazioni, ma con lo sguardo orientato al futuro: coltivare in modo sempre più moderno e nel rispetto dell’ambiente.

www.rodolfimansueto.com

 

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial