Donna, una visita gratis per salvare i tuoi occhi!

Salute

Ancora solo pochi mesi fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)  avvertiva: “La sindrome dell’occhio secco (Dry Eye Syndrome-DES) è tra i più ignorati e sottovalutati disturbi della società moderna”. L’occhio secco per troppo tempo è stato considerato un semplice disturbo oculare, senza indagare approfonditamente le sue cause e senza effettuare studi epidemiologici completi ed esaustivi.

Si tratta di una patologia così complessa, determinata da una molteplicità tale di fattori, da aver reso difficile a livello internazionale identificare dei parametri unici per individuare precisamente questa patologia. Ma secondo i dati epidemiologici mondiali della letteratura scientifica, è l’universo “donna”, l’altra metà del cielo, che ha un’incidenza su tutte le più serie patologie oculari molto maggiore rispetto agli uomini.

Il Centro Italiano Occhio Secco di Milano (CIOS) con la collaborazione dell’Università dell’Insubria di Varese promuove dal 2 al 31 maggio prossimi il mese della diagnosi e prevenzione della sindrome dell’Occhio Secco durante il quale si potranno fare esami e visite gratis. La campagna ha il patrocinio richiesto del Ministero della Salute e quello della Regione Lombardia e della Società Oftalmologica Italiana.

Il grande screening è rivolto alle donne, in particolare a quelle in stato premenopausale e menopausale, che ne soffrono maggiormente. Le statistiche epidemiologiche rilevano che la patologia è riscontrata nel  90% della popolazione femminile over 45.

Alla campagna estesa su tutto il territorio nazionale, promossa dal Centro Italiano Occhio Secco diretto da Lucio Buratto (uno dei massimi esperti mondiali nella cura delle patologie oculari, nella chirurgia del segmento anteriore dell’occhio e nella correzione dei difetti visivi), prima struttura italiana di eccellenza per la cura di questa patologia, partecipano 14 Centri  dove équipe di specialisti sono a disposizione per una visita gratuita.

A partire dal 2 maggio prossimo, per prenotarsi, occorre andare sul sito www.centroitalianoocchiosecco.it e scegliere la struttura presso il Centro più comodo.

 

Stefania Bortolotti

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial