Settembre Astigiano 2018

Eventi

E’ in programma ad Asti dal 7 al 16 settembre l’edizione 2018 della Douja d’Or, il Salone Nazionale dei vini selezionati, che costituisce per il territorio piemontese la maggiore vetrina nazionale in termini di promozione e comunicazione territoriale. L’evento è stato presentato dal Presidente della Camera di Commercio di Asti Renato Goria, che ha sottolineato “come il Settembre Astigiano costituisca attraverso i suoi eventi più rappresentativi, un patrimonio fondamentale per l’intero territorio astigiano e piemontese. Con oltre mezzo secolo di storia rappresenta la sintesi ideale di tradizione, capacità di evoluzione e innovazione produttiva”.

La manifestazione si presenta con un’edizione 2018 caratterizzata dalla scelta logistica di variarne la disposizione e la fruizione all’interno del tessuto urbano, con la realizzazione di una vera e propria Città della Douja in grado di accogliere i visitatori in tutto il centro storico di Asti. Nuova e ampliata sia per la proposta che per la dimensione degli spazi espositivi, la location di Piemonte Land, che presenterà in degustazione i vini dei Consorzi di Tutela piemontesi in Piazza San Secondo.

Graditissimo ospite per il quarto anno consecutivo sarà nuovamente la Rassegna dei Vermouth e dei vini aromatizzati a cura dell’Unione Industriali di Asti, che ha riscosso notevole successo tra gli appassionati, con un ricco programma di degustazioni a Palazzo Ottolenghi.  Sempre a Palazzo Ottolenghi, la grande novità di Grappe in Douja, la degustazione delle grappe vincitrici del 35° Concorso Alambicco d’Oro a cura di Anag – Assaggiatori Grappa e Acquaviti ,e delle migliori produzioni piemontesi selezionate dal Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo.

Il Salone nazionale inaugura al pubblico venerdì 7 settembre alle 19 in Piazza Roma, sede principale della manifestazione, che ospiterà il grande banco degustazione dei 283 vini premiati al Concorso “Douja d’Or”, mentre la vendita sarà proposta presso l’enoteca allestita a Palazzo Ottolenghi. Piazza Roma vedrà anche la presenza di Asti fa goal, il mercato dedicato alle eccellenze agroalimentari del territorio.

A Palazzo Alfieri si svolgerà per la prima volta la Douja del Monferrato, all’interno della quale le eccellenze vitivinicole del Monferrato verranno proposte in accompagnamento a degustazioni di prodotti tipici locali, in collaborazione con il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e l’AFP Colline AstigianeTutte le sere Palazzo Ottolenghi si animerà inoltre con le degustazioni e gli eventi a cura dell’Onav, dei Consorzi dell’Asti Docgdel Brachetto d’Acqui Docg e dell’Anag.

Numerosi anche gli eventi collaterali che accompagneranno tutto lo svolgimento della Douja d’Or, a partire dalle Mostre di Palazzo Mazzetti che apriranno le porte al pubblico sabato 8 settembre. LaMostra del Maestro del Palio che racconta i 50 anni dell’evento e la storia della maggiore manifestazione cittadina attraverso le opere dell’architetto Giorgio Guarene, eletto Maestro del Palio 2018 e la Mostra “Del maneggiar l’insegna – il maneggio della bandiera nei secoli”che propone un suggestivo viaggio nella storia della bandiera a cura di Giovanni Nardoni, in occasione del Cinquantennale di fondazione A.S.T.A. , che sarà rievocato in Piazza Cattedrale sabato 15 settembre come ricordato da Gianfranco Castaldo Presidente dell’Associazione A.S.T.A.

Previsti nuovamente presso la Camera di Commercio a Palazzo Borello, gli Incontri d’Autore, tra cui le presentazioni de “Il grande libro dei vermouth di Torino. Storie e attualità di un classico prodotto piemontese” curato da Giusy Mainardi e Pierstefano Berta e “Aleramici in Sicilia” con la presenza dell’autore Roberto Maestri, Presidente del Circolo culturale I Marchesi del Monferrato, che dopo il convegno astigiano terrà il 5 ottobre a Palermo analogo convegno sul tema, accompagnato dai produttori del Monferrato, che vorranno prenotarsi con Eleonora Norbiato dell’Unione giornalisti e comunicatori europei.

Altre iniziative culturali di rilievo il Premio Speciale Cultura Associazione Nazionale Sociologi – LIS a Livio Musso per la narrazione sociale di Asti di un tempo e la presentazione del Museo “ACDB – Alessandria Città delle biciclette” dedicato ai protagonisti leggendari del lungo viaggio iniziato ad Alessandria nel 1867, con l’arrivo della prima bicicletta in Italia.

Martedì 11 settembre, sempre a Palazzo Borello, il convegno “Enoturismo: vino, paesaggio, cultura. Lo sviluppo competitivo e sostenibile del turismo di qualità” a cura di Ma.De, Non solo ambiente e WikiAcademy. Come spiegato da Linda Nano “una riflessione sula necessità di una visione sostenibile dello sviluppo turistico, soprattutto in un territorio come quello di Asti e del Monferrato che insieme alle Langhe ha conquistato il riconoscimento Unesco”.

Novità di questa edizione anche l’evento WINE STREET a cura dell’associazione culturaleCRE(AT)IVE.

Infine, spazio al mondo festaiolo delle sagre: il 45° Festival delle Sagre Astigiane verrà inaugurato in Piazza Campo del Palio sabato 8 settembre alle ore 18, davanti alla casetta della Camera di Commercio, con la successiva apertura al pubblico degli stand a partire dalle 18,30. Coinvolte 41 Proloco organizzate dalla Camera di Commercio di Asti per un evento unico, capace di trasmettere al pubblico una grande emozione fatta di cultura, sapienza e sapori della tradizione

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial