Signia a Milano a Palazzo Morando con le ultime novità

Eventi

Signia, brand di Sivantos, azienda multinazionale leader nella produzione e distribuzione di apparecchi acustici, ha scelto la splendida cornice di Palazzo Morando, settecentesca dimora nobiliare sede museale del costume, moda e dell’immagine nel cuore di Milano per una serata evento che si terrà il 12 novembre. Signia allestirà le sale con i suoi device acustici all’avanguardia e mostrerà agli ospiti i progressi tecnologici delle soluzioni per i problemi uditivi compiuti in 140 anni di vita del brand. In anteprima, inoltre, introdurrà la novità di fine 2018: il primo device acustico al mondo a combinare la tecnologia più avanzata con un design elegante, raffinato e moderno, in sintonia con lo stile di vita di chi lo indossa.

“L’obiettivo di questo evento è aprire le porte di un mondo che in genere è sconosciuto o ritenuto <deprimente> e simbolo di <vecchiaia> e credetemi, non c’è nulla di più lontano” ha dichiarato Barbara Zancan, Ceo di Sivantos Italia.  

A differenza della vista, il calo dell’udito è vissuto molto spesso come uno stigma, qualcosa di cui vergognarsi. La verità è che se non adeguatamente corretti i deficit uditivi portano all’isolamento sociale fino ad arrivare alla degenerazione cognitiva. Come azienda leader il nostro impegno è quello di lavorare a fianco agli stakeholder del mercato per fare la differenza e condurre una rivoluzione che è anche culturale per combattere questo stigma, ancora oggi molto presente in Italia. I dati parlano chiaro: il 70% delle persone affette  da perdite uditive non è trattata, stiamo parlando di 5 milioni di italiani.

Il mondo degli apparecchi acustici fa parte a tutti gli effetti del mercato “high tech” a servizio della qualità della vita delle persone. Quando poi incontra l’arte e il design, come in questo caso, diventa più facile farlo conoscere e apprezzare perché si integra perfettamente con i trend di oggi. Senza dimenticare che quando tecnologia e design si incontrano, in genere, hanno il “potere” davvero di rivoluzionare la realtà.

All’evento non mancherà la componente artistica. Signia infatti ha stretto una collaborazione con Guido Daniele, l’eclettico pittore/body painter, famoso per la tecnica pittorica sui corpi umani, e ha scelto i suoi “Handimals”, dipinti iperrealistici di animali sulle mani, per comunicare in merito all’ultima piattaforma tecnologica a supporto degli apparecchi acustici Signia.

La più recente piattaforma tecnologica di Signia, su cui si basano i device acustici, si chiama infatti NX, acronimo di Natural Experience. La ricerca di un’esperienza di ascolto che si avvicini il più possibile all’ascolto naturale è uno dei temi allo studio di molte aziende del settore.

E quale migliore replica delle natura delle opere di Guido Daniele?

Sempre sul tema di riprendere i suoni naturali, Signia ha brevettato il sistema (OVP™, own voice processing) che aiuta a percepire la propria voce non artefatta una volta indossato l’apparecchio acustico.

About Sivantos

La business unit Apparecchi Acustici di  Siemens AG è stata acquisita da Sivantos Group a partire dal 2015.

Sivantos può contare su 140 anni di ingegneria tedesca e innumerevoli innovazioni globali. Oggi è uno dei principali produttori di apparecchi acustici in tutto il mondo. Con i suoi circa 6.000 dipendenti, il gruppo ha ricavi registrati per 967 milioni di euro nell’esercizio 2016/2017 e un adj. EBITDA di 238 milioni euro. L’organizzazione di vendita internazionale di Sivantos fornisce specialisti in apparecchi acustici e partner di vendita in oltre 120 paesi. Particolarmente alto valore è posto sullo sviluppo del prodotto. Sivantos mira a diventare il leader del mercato nel prossimi anni con i suoi marchi Signia, Siemens, Audio Service, Rexton, A & M, HearUSA e audibene.

Sivantos è proprietà degli investitori EQT mentre la famiglia Strüngmann è co-investitore. Sivantos GmbH è licenziatario dei marchi di Siemens AG. Maggiori informazioni su www.sivantos.com

Milano e il cinema in mostra a Palazzo Morando: un viaggio visionario e uditivo nelle atmosfere che hanno reso il cinema italiano, girato a Milano, famoso nel mondo

L’evento del 12 novembre si inserisce nell’ambito della mostra in programma a Palazzo Morando che raccoglie fotografie, manifesti, locandine e video che ripercorrono un secolo di storia del cinema a Milano analizzando il rapporto tra il capoluogo lombardo e lo sviluppo dell’industria cinematografica. Un’esperienza immersiva, curata da Stefano Galli, nei luoghi, nelle atmosfere e nei rumori del cinema di inizio secolo attraverso l’evoluzione tecnologica della settima arte. In mostra i primi film muti datati dal 1896 al 1908 e la proiezione in anteprima del cortometraggio intitolato “StraMilano” che mostrerà in 12 minuti il fiorire di inizio secolo delle aziende quando a Milano nel 1929 il barometro dell’economia e della tecnologia segnava ancora bel tempo prima della morsa della crisi. Tra passato e futuro hi-tech un viaggio visionario e uditivo nelle atmosfere che hanno reso il cinema Italiano e quello girato a Milano famoso in tutto il mondo.

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial