Il Balletto di Milano al Nazionale con “Lo schiaccianoci” e al Nuovo con “Il Lago dei Cigni”

Teatro

Il Balletto di Milano torna in scena in città con due sue produzioni dedicate ai grandi classici: Lo Schiaccianoci e Il Lago dei Cigni.

“Abbiamo fatto partire un progetto per abbracciare tutta la Città di Milano con i nostri spettacoli, dividendoci tra Nazionale, Nuovo e, con una presenza decisamente più incisiva, Teatro degli Arcimboldi”, spiega il direttore artistico Carlo Pesta. E cosi, tra un tour e l’altro, i giovani talentuosi danzatori dell’ensamble milanese si potranno ammirare in gennaio nei due titoli più amati del grande repertorio nelle rivisitazioni esclusive realizzate per la Compagnia.Il Balletto di Milano

A chiudere le festività natalizie sul palcoscenico del Teatro Nazionale il 7 gennaio andrà in scena lo Schiaccianoci, che torna a Milano dopo aver incantato decine di migliaia di spettatori in tutta Europa. Balletto natalizio per eccellenza, Lo Schiaccianoci del Balletto di Milano ripercorre la celebre fiaba originale, dando risalto a tutto ciò che il pubblico si aspetta di ritrovare. Si è dunque condotti immediatamente in quell’onirico mondo fatto di fiocchi di neve e fiori danzanti, gioia e festosità. L’elegante mise en scène in stile anni ’20 dai toni pastello e la vivace coreografia riempiono gli occhi, la frizzante interpretazione conquista il cuore. Non mancano l’albero di Natale che cresce sul palcoscenico, i topi e i soldatini, le tanto attese danzatrici in punta e tutù e lo schiaccianoci che si trasforma in un elegantissimo principe, in un crescendo di stupefacente entusiasmo fino all’esplosione di colori e virtuosismi del divertissement e del grand pas deux finali. Protagonisti Giordana Roberto, Federico Mella e Alessandro Orlando.

Il Balletto di MilanoLa settimana successiva, il 15 gennaio, sarà la volta del Lago dei Cigni al Teatro Nuovo, imperdibile anche per l’eccezionale presenza della prima ballerina guest Ekaterina Oleynik. Formatasi all’Accademia del Teatro di Minsk di cui è oggi principal e dove interpreta i primi ruoli di tutti i titoli del grande repertorio nonché vincitrice di prestigiosi premi internazionali, tra cui Varna accanto ad un giovanissimo Ivan Vasiliev, Ekaterina Oleynik ha già avuto modo di farsi apprezzare anche in Italia, étoile guest al Teatro San Carlo di Napoli per Giselle e Lo Schiaccianoci. A Milano sarà dunque Odette/Odile, doppio ruolo che incarna perfettamente, sia le meravigliose linee sia per la splendida interpretazione tramandata dalla leggendaria danse d’école russa. Accanto a lei il Principe di Federico Mella, mentre Alessandro Orlando è impegnato nel ruolo del Padre/Rothbart.

Accolta nell’originale allestimento di Marco Pesta, essenziale e fortemente evocativo, la versione del celebre balletto firmata dal coreografo estone Teet Kask, già autore per il Balletto di Milano della fortunata produzione Anna Karenina, si ispira e segue la celebre storia, trovando l’attualizzazione nella messinscena e ambientazione e non penalizzando la tradizionale magia degli atti bianchi e i virtuosismi della danza classica.

La produzione si contraddistingue per quell’eleganza e creatività della Milano internazionale, caratteristiche che si ritrovano anche nei costumi: abiti e tutù dalle linee morbide, preziosi nei tessuti dalle nuances di tinte pastello nel primo quadro, dai toni più scuri nel terzo.Il Balletto di Milano

Entrambe le produzioni vedono impegnato l’intero ensamble, ben valorizzato da coreografie che ne sottolineano l’alto livello tecnico ed interpretativo. Tutti i danzatori del Balletto di Milano sono infatti diplomati nelle migliori scuole ed accademie internazionali e oggi la Compagnia diretta da Carlo Pesta – riconosciuta da MIBACT e Regione Lombardia da cui ha ricevuto anche il Riconoscimento di Rilevanza Regionale –  svolge la propria attività che si attesta sui 100 spettacoli l’anno nei maggiori teatri italiani e all’estero dove è presente in teatri ed istituzioni di primo piano in Francia, Spagna, Regno Unito, Svizzera, Estonia, Lettonia, Finlandia, Russia, Norvegia e Marocco. Dopo le recite milanesi il Balletto di Milano partirà per i prestigiosi impegni internazionali: dalla Francia (gennaio con Lago dei Cigni) ai due lunghi tour in Russia (marzo con La vie en Rose … Bolero e ottobre con Anna Karenina), passando per Estonia e Finlandia (aprile) e toccando la maggior parte delle Regioni Italiane. E tutto questo con in mano il calendario 2019/20 già ampiamente programmato. Per scoprire di più: www.ballettodimilano.com

Teatro Nazionale CheBanca – Milano

Lunedì 7 gennaio ore 21

Lo Schiaccianoci balletto in due atti su musiche di P. I. Tchaikovsky

coreografia: Federico Veratti – scenografia: Marco Pesta

Teatro Nuovo – Milano

martedì 15 gennaio ore 21

Il Lago dei Cigni – balletto in due atti su musiche di P. I. Tchaikovsky

coreografia: Teet Kask– scenografia: Marco Pesta

ticketonline:  – www.tickeone.it

informazioni: info@ballettodimilano.comtel. 347 8779384

ABOUT IL BALLETTO DI MILANO

Il Balletto di Milano, diretto da 1998 da Carlo Pesta, riconosciuto e sostenuto da MIBACT (Ministero per le attività culturali), titolare di “Riconoscimento di rilevanza regionale – REGIONE LOMBARDIA” è una delle compagnie di danza di maggior prestigio in Italia.

La linea artistica ha portato la Compagnia ad essere presente per la totalità degli spettacoli nei maggiori teatri italiani ed esteri, fondazioni liriche e festival dove ottiene sempre successi di pubblico e critica unanimi. Compagnia versatile, il cui stile è apprezzato da un pubblico eterogeneo, vanta un ampio repertorio che spazia da grandi classici di repertorio e classici della letteratura rivisitati in un’armoniosa mescolanza di stili a produzioni contemporanee che sottolineano l’alto livello che la contraddistingue. Tutti i danzatori infatti provengono dalle migliori scuole e accademie internazionali e sono concretamente valorizzati dalle numerose opportunità.

Nella sua storia spiccano grandi e numerosissimi artisti e attualmente collaborano con il Balletto di Milano nomi della coreografia internazionale come Giorgio Madia e Teet Kask, nonché nuovi autori nati in seno alla Compagnia.

Ѐ tra le compagnie italiane molto attive anche all’estero (Francia, Spagna, Regno Unito, Svizzera, Estonia, Lettonia, Finlandia, Russia, Marocco ecc.) dove è presente nei cartelloni di teatri ed istituzioni di primo piano. Prima compagnia italiana ad esibirsi al Teatro Bolshoi di Mosca (1999), nel 2011, anno della cultura italiana in Russia, è stata invitata dal Ministero della Cultura Russo a Mosca per la stagione di danza del Teatro della Gioventù – RAMT. Nel triennio 2015/17, oltre all’intensa attività nei maggiori teatri italiani, ha collaborato a prestigiosi eventi internazionali (tra cui Saaremaa Opera Festival – Estonia 2015) e ricevuto ambìti premi e riconoscimenti.

Nel luglio 2017 il Balletto di Milano, su invito dell’Ambasciata Italiana, dell’ICC in Marocco e in rappresentanza dell’Italia, ha inaugurato il Festival FITUC di Casablanca dove l’Italia è stata ospite d’onore dell’anno. Nell’ottobre 2017 la Compagnia ha ricevuto il “Premio Speciale Eccellenza Box Office”, Oscar della Danza.  Nell’ambito della rete di collaborazioni e partnership internazionali, nel dicembre 2017 la Compagnia ha rappresentato proprio Schiaccianoci (13 recite) al Teatro dell’Opera di Kristiansand (Norvegia) con la partecipazione dell’Orchestra e dei bambini della Scuola del Teatro norvegese. Nel 2018 lo spettacolo Anna Karenina, sotto l’egida delle Ambasciate Italiane in Estonia e Finlandia, è stato rappresentato a Tallinn – dove ha fatto parte degli eventi per i festeggiamenti dei 100 anni della Repubblica – e a Helsinki.

Tra gli impegni internazionali del 2019 due importanti tournée in Russia, il ritorno in Francia, Estonia e Finlandia, mentre nel 2020 la Compagnia è attesa in Danimarca e Norvegia.

Il Balletto di Milano inoltre vanta un notevole repertorio in ambito lirico grazie alle collaborazioni per i balletti nelle opere prodotte da importanti festival internazionali e teatri.

www.ballettodimilano.com

Crediti foto Lo Schiaccianoci Rocco Casaluci Teatro Comunale di Bologna

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial