La Cucina invernale di Matteo Fronduti

Enogastronomia

A combattere al meglio il freddo, oltre a sciarpe e cappelli, ci pensa anche la cucina di Manna Ristorante. Il titolare Matteo Fronduti, nota toque blanche  milanese con all’attivo anche il prestigioso titolo di primo Top Chef d’Italia, promette di scaldare pance e cuori dei clienti con il suo nuovo menù invernale.

Nell’elaborazione dei suoi piatti, dai nomi bizzarri e sapori decisi, Fronduti parte sempre dalla bontà e dall’esperienza della tradizione ,che vengono rivisitate con personalità e passione per la cucina. Il risultato sono delle creazioni originali; altamente stravaganti, ma altrettanto convincenti.

Partendo dagli antipasti, una selezione di portate sia di carne che di pesce è in grado di soddisfare i vari gusti e di stuzzicarne al contempo le papille gustative. Ribolle, uovo in camicia, cavolo nero, lardo pestato e briciole di pane viene apprezzato perfino dai palati più esigenti. Non da meno anche Libero e Privo di Impedimenti, puntarelle, sgombro marinato e datteri, come pure Ue’ Testina, testina di vitello arrosto, cannolicchi e mela verde e Contro il Logorio della Vita Moderna, carciofi, gamberi rossi crudi e limone.

Si passa, poi, ai primi “hardcore”, come l’ignorante Giscard D’Estaing, zuppa di cipolle tostate e gruviera gratinato o Tutto Fumo, spaghetti, cime di rapa, aringa affumicata e rafano. Non poteva mancare, poi, in questo nuovo menù, uno dei fiori all’occhiello dello chef meneghino: Quasi Milano, riso carnaroli, pistilli di zafferano e midollo di bue crudo. Conclude la selezione, anche nominativamente parlando, E Buonanotte, ravioli di agnello, ostrica e camomilla.

Proseguendo con i secondi, gli inaspettati e originali abbinamenti di Fronduti garantiscono a chi li assaggia un’esperienza piacevolmente stravagante e da ricordare. Riassunto di Cassoela, costina, verzino, crocchetta di piedino, musetto, verza e cotenne, rivisita in maniera gustosa questo famoso piatto della tradizione lombarda.  Sempre a base di carne anche  Bistecchina?!?! Reloaded, bavetta di manzo, radicchio affumicato e miele di castagno. Per gli amanti del pesce, invece, De sera e De Matina, baccalà mantecato, polenta taragna e chutney di arancia e spezie, è un’ottima alternativa. Per accontentare le esigenze alimentari di tutti, vegetariani e non solo, la carta offre anche un appetitoso piatto a base solo di verdure: Kunta Kinte, insalata di radici arrosto, maionese di cavolfiore e senape.

Infine, per concludere in bellezza il percorso culinario all’interno del nuovo menù di Manna, arriviamo ai dessert.

Vai Via Dottore, tarte tatin con gelato alla vaniglia è sicuramente uno dei  best seller più popolari del Ristorante. Alternativa interessante, anche per il gioco di consistenze che propone, è Nocciola Più, nocciola soffice, nocciola croccante, sorbetto di cacao e caffè. Per chi, poi, a fine pasto desidera un dolce che sciacqui e rinfreschi la bocca, Virgin Colada, ananas al naturale, lime e cocco è l’ideale. Dal gusto deciso e non adatto ai “deboli di stomaco”, invece, Merenda Hardcore V.M.18, cioccolato fondente, tabacco cubano e whisky torbato con cui termina al meglio  la selezione della carta.

Matteo Fronduti torna, dunque, a sorprendere e viziare i palati dei clienti con le sue gustose creazioni: ricche di sapori e accattivanti, ma soprattutto “buone”.

Per alcune portate è disponibile anche la mezza porzione; inoltre, a pranzo il menù si integra con l’offerta di business lunch.

Coperto e servizio sono inclusi nel prezzo.

Manna Ristorante

Piazzale Governo Provvisorio 6,  20127 Milano  –  Tel. 02.26809153

Chiuso la domenica

www.mannamilano.it

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial