Bastasse il cielo

Musica

“Bastasse il Cielo” è il titolo del sesto album di Pacifico, in uscita il prossimo 8 marzo, a cui, consecutivamente, prendono il via una serie di concerti teatrali per presentare dal vivo quest’ultima opera.

Pacifico ha all’attivo 5 dischi inediti :“Pacifico”, “Musica Leggera”, “Dal Giardino Tropicale”, “Dentro ogni Casa”, “Una voce non basta”.

PacificoPiace per l’ironia, la profondità e l’intensità delle canzoni. Ha compiuto 55 anni il 5 marzo 2019, circondato dalla stima e dall’affetto degli amici che lavorano con lui. Alcuni di questi sono amici dai tempi del liceo, quando a 16 anni debuttò nella sua prima band chiamata “La goccia”. Col suo naturale istinto poetico, assorbe e manifesta attraverso le parole e le note le sensazioni dei luoghi e descrive le figure caratteriali della gente. Luigi “Gino” De Crescenzo è nato a Milano da genitori di origini campane. Ricorda nitidamente i luoghi della sua infanzia, della giovinezza e le frequentazioni con i compagni di scuola e di giochi. Musicista autodidatta, suona la chitarra in concerto e usa il pianoforte per comporre.  Nel 1989 fonda “Rossomaltese”, Gino (non ancora Pacifico) suona la chitarra ed è autore delle musiche. Nel 1999 collabora con la regista Roberta Torre, componendo la colonna sonora del musical cinematografico “Sud Side Stori” e dello spettacolo teatrale “Invece che all’una alle tre”. <<La collaborazione con Roberta Torre è stata fondamentale per la mia crescita artistica – spiega Pacifico – perché assieme alle musiche, che compongo fin dai tempi del liceo, ho iniziato a scrivere anche i testi. E’ stata una palestra assai utile. Ho scritto canzoni ogni giorno per quattro mesi>>.  Adotta il nome d’arte Pacifico nel 2001, anno in cui pubblica l’omonimo album d’esordio, anche grazie all’entusiastico contributo di Titti Santini (Ponderosa Music & Art) e di Riccardo Vitanza (Parole e Dintorni) in veste di produttori esecutivi. Questo album gli varrà la targa Tenco come “Migliore opera prima”, il Premio Grinzane Cavour per il testo del brano “Le mie parole”, il Premio del Critico al P.I.M. (Premio Italiano della Musica) nel 2002 organizzato dal settimanale Musica di Repubblica e da Radio Deejay. Nel 2003 è presente nella colonna sonora del film “Ricordati di me” di Gabriele Muccino con le canzoni  “Il furgone” e “Ricordati di me”, con la quale si aggiudica una nomination ai Nastri d’Argento nella categoria “Miglior canzone”. Nel 2004 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con il brano “Solo un sogno”, a cui segue la pubblicazione dell’album “Musica leggera”, che gli vale una menzione speciale al Premio Lunezia 2005. Nel 2006 esce il terzo album “Dolci frutti tropicali” lanciato dal singolo “Dal giardino tropicale”. All’album collaborano diversi artisti, Samuele Bersani nel brano “Da qui”, Petra Magoni nel brano “Caffè” e il trombettista Roy Paci nel brano “L’altalena”.

Dal 2006 collabora con Gianna Nannini in veste di autore di diversi brani tra cui “Sei nell’anima”. Nel 2009 esce il quarto album “Dentro ogni casa”, anticipato dal singolo “Tu che sei parte di me” uscito il 28 novembre 2008. L’album vede la partecipazione di Gianna Nannini nel brano “Tu che sei parte di me”, di Malika Ayane nel brano “Verrà l’estate”, di Amedeo Pace dei Blonde Redhead alla chitarra nel brano “Spiccioli”, dell’attore Fabrizio Gifuni in “Dentro ogni casa”.

L’11 settembre  2009 esce su iTunes il singolo “Boxe a Milano”, dedicato al mondo della boxe degli anni cinquanta nel quale è possibile udire in sottofondo la voce narrante di Ottavio Tazzi. Il video, diretto da Andrea Rocchi, è diventato un piccolo cult. Nel 2010 firma due brani per l’album “Proxima” di Anna Oxa. Nello stesso anno figura tra gli autori del testo  del brano “Oltre le rive” contenuto nell’album di Zucchero “Chocabeck”.  Nel 2011 è coautore del testo del brano “Le luci dell’alba” contenuto nell’album “RossoNoemi” di Noemi, mentre proseguono le collaborazioni sia con Antonello Venditti (“Ti ricordi il cielo”, dell’album “Unica”) che con Adriano Celentano “Ti penso e cambia il mondo” (per l’album “Facciamo a finta che sia vero”).  Nel 2012 esce il quinto album in studio “Una voce non basta” , anticipato in radio dal singolo “L’unica cosa che resta” scritto e interpretato da Pacifico in duetto con Malika Ayane. Il disco comprende 14 duetti  con: N.A.N.O., Cristina Marocco, Musica Nuda, Francesco Bianconi, Dakota days, Raiz, Manupuma, Ana Moura, Samuele Bersani, Bud Spencer Bluex Explosion/Frankie Hi NRG, Cristina Donà e Manuel Agnelli con cui interpreta “In cosa credi”. Nell’aprile 2015 ha scritto e interpretato con Samuele Bersani il brano “Le storie che non conosci”, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini. Il brano si è aggiudicato la targa Tenco 2015 come miglior canzone dell’anno.

Nel 2018 Pacifico ha partecipato al 68° Festival di Sanremo in duetto con Ornella Vanoni e Tony Bungaro con il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è anche autore del testo. Inoltre, in qualità di autore, con il brano “Il segreto del tempo” (scritto per il duo Roby Facchinetti  e Riccardo Fogli) e il brano “Il coraggio di ogni giorno” (scritto per Enzo Avitabile e Peppe Servillo).

A giugno 2018 è uscito il brano “Sarà come abbracciarsi”, primo singolo estratto dal sesto disco di inediti “Bastasse il cielo”.

Pacifico ha pubblicato per Baldini e Castoldi il romanzo “Ti ho dato un bacio mentre dormivi”. Oltre al decennale sodalizio con Gianna Nannini, ha scritto per Andrea Bocelli (“Bellissime stelle”). Per Gianni Morandi (“Stringimi le mani, Bisogna vivere”), per Adriano Celentano (“Ti penso e cambia il mondo, “I passi che facciamo”) per Malika Ayane (“Adesso e qui”, Senza fare sul serio”, Ricomincio da qui”), per Eros Ramazzotti (“Tra vent’anni”), per Zucchero (“Oltre le rive”), per Giorgia (“Sempre si cambia”), per Antonello Venditti (“Ti ricordi il cielo”) e molti altri.

Pacifico confida che “Bastasse il cielo”, composto da dieci brani,  è stato un bellissimo viaggio da fermo, pensato, scritto e realizzato a Parigi, nello studiolo Pippapà Studio, nome inventato da  Thomas Riccardo, che ora ha otto anni,  ed è il figlio di Cristina Marocco e di Pacifico.

BASTASSE IL CIELO. Scritto da Pacifico, produzione artistica Alberto Fabris, produzione esecutiva Titti Santini

Ponderosa Music & Art piazza S.Maria delle Grazie 1, 20123 Milano tel.+39 02 48194128 www.ponderosa.it

 

Judith Maffeis Sala

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial