Come vendere i propri prodotti con WooCommerce

Tecnologie

Photo by StockSnap / Pixabay License

La crescita esponenziale dell’e-commerce registrata negli ultimi anni ha dato a ognuno di noi la possibilità di mettere a frutto il proprio talento creativo e di vendere le proprie realizzazioni. Opere originali che è possibile commercializzare su marketplace come Amazon, eBay ed Etsy, sui social network e su veri e propri siti web dedicati. Utilizzare un portale online specifico ha i suoi vantaggi e crearlo è diventato estremamente semplice e intuitivo. Tutto questo grazie a WordPress e alla sua espansione per il commercio online: WooCommerce.

Se WordPress ha permesso a tutti di creare siti professionali in maniera semplice e gratuita, WooCommerce ha fatto la stessa cosa per i negozi online. Scopriamo come funziona.

In primo luogo, il plugin colpisce per il numero di possibilità che mette a disposizione degli utenti: con pochi semplici click è possibile scegliere il template e la veste grafica preferiti, i metodi di pagamento messi a disposizione dei potenziali compratori, i sistemi di gestione dell’inventario e quelli di creazione di iniziative promozionali, l’organizzazione di tutti gli aspetti logistici.

Installare WooCommerce sul proprio sito WordPress è semplice: basta andare nel pannello di amministrazione, selezionare aggiungi nuovo plugin, installarlo e il gioco è fatto. La soluzione ideale per le piccole attività che non hanno a disposizione grandi risorse o team di informatici e sono comunque in cerca di una vetrina professionale per i propri prodotti.

WooCommerce e la gestione delle spedizioni

Una volta installato il programma, scelta la veste grafica e le metodologie di pagamento accettate, è il momento di organizzare uno degli aspetti fondamentali della nostra attività: la logistica delle spedizioni. Sarà proprio la velocità e l’efficienza con cui spediamo (o ritiriamo) i prodotti a determinare il successo del nostro e-commerce.

Ma niente paura. Con WooCommerce il procedimento è estremamente semplice. Entrati nel menu gestionale, selezioniamo la voce impostazioni – spedizione. Da qui dovremo decidere se offrire ai clienti il servizio di consegna a domicilio e stabilire le eventuali spese di spedizione. Le opzioni a disposizione sono tre. La più immediata (e utilizzata) è quella della tariffa unica che permette di stabilire un costo fisso indipendente da peso, indirizzo di consegna e tipologia di prodotto da inviare. In alternativa possiamo optare per la spedizione gratuita(magari per ordini più numerosi o per iniziative promozionali) e per il ritiro in sede, modalità che consente ai compratori di ritirare gli acquisti direttamente presso la sede fisica del nostro shop.

Negli ultimi anni chi ha bisogno di più opzioni, magari perché gestisce più piattaforme in contemporanea o perché vuole diversificare le proprie attività, ha a disposizione un nuovo plugin in gradodi organizzare le operazioni logistiche con pochi semplici click e con costi agevolati: Packlink Pro. Con il plugin gratuito è possibile gestire le spedizioni in maniera automatica e attraverso un’unica piattaforma scegliendo ogni volta il corriere più adatto alle proprie esigenze. Grazie agli accordi stretti con i principali corrieri espresso attivi sul territorio nazionale e internazionale, quali SDA, Poste Italiane, UPS, BRT e TNT su WooCommerce Packlink PRO è possibile gestire tutta la logistica del tuo eCommerce.

WooCommerce e i metodi di pagamento

Chiudiamo la nostra guida con un’analisi dei metodi di pagamento accettati, un altro elemento fondamentale per il successo di un negozio online. Negli ultimi anni sono emerse alcune tipologie di pagamento diventate veri e propri standard per le transazioni in rete. Sta a noi scegliere il più adatto per la nostra attività. Entriamo quindi nella sezione impostazioni-metodi di pagamento. La prima opzione che compare è quella del bonifico bancario, una delle più utilizzate sul web. Con WooCommerce avremo la possibilità di inviare un messaggio al compratore e di spedire in automatico una mail con le coordinate bancarie su cui effettuare il versamento.

Segue il contrassegno, metodologia in cui dovremo specificare le modalità di transazione e specificare che non tutti i corrieri lo accettano, e le due più usare in rete: carte di credito e PayPal. Per le prime WooCommerce utilizza il Pagamento via Mijireh, accettato in 69 Paesi del mondo. Il secondo è invece il portafoglio elettronico principe di chi acquista spesso online.

Se vogliamo vendere su internet dobbiamo essere ben “visibili”. Anche in questo WooCommerce è all’avanguardia. Grazie al pluginYoast, è infatti possibile editare le nostre pagine per renderle più appetibili ai motori di ricerca. Potremo creare page title performanti, meta-description accattivanti e URL semplici da ricordare e indicizzare.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial