La Gorgone di Milano

La Gorgone di Milano, voci e segreti celati

“La Gorgone di Milano” è un nuovo coinvolgente romanzo noir, realizzato da Ippolito Edmondo Ferrario (classe 1976) e Gianluca Padovan (classe 1959) che suscita curiosità perché ambientato nei luoghi sotterranei di Milano.

“La Gorgone di Milano”,  questo il titolo del libro, è un’emozionante racconto scaturito dal sodalizio fra Ippolito Edmondo Ferrario, giornalista, scrittore, studioso dei labirinti di passaggi segreti, cunicoli e gallerie sotterranee, e Gianluca Padovan, speleologo, quindi esperto nella conoscenza del mondo sotterraneo.

Protagonista del racconto è Silvio Furlan, alle prese con una serie di omicidi nell’area del Parco delle Basiliche e di S.Eustorgio,  a cui Mons. Luigi Servidati, parroco della Basilica, affida l’incarico di studiare alcuni luoghi che si trovano  al di sotto degli edifici religiosi.

<<Quello che vi è sotto, là deve rimanere, nel sottosuolo, da sempre sede naturale del demonio>> così sentenzia don Costantino, uno dei personaggi del racconto, rivolgendosi ai convenuti Sirio Furlan e don Luigi; poi prosegue: <<Nei sotterranei sono relegate cose che devono rimanere dimenticate. Nessuno dovrà mai cercare di studiarle o comprenderle perché sfuggono allo scibile. Sono aberrazioni dello spirito e infettano al solo venirne in contatto>>.

Bambini che nascono e crescono nella città di Milano, semmai compiono gite, dapprima scolastiche, poi, da adulti,  spesso attratti da vacanze all’estero,  non immaginano quali misteriosi segreti si celano nel sottosuolo della città. Talvolta sbirciano, quando un tombino è scoperchiato.

Il percorso architettonico e storico della Milano sotterranea conduce non solo ai passaggi segreti ma anche ai resti delle mura cittadine e ai progetti urbanistici di Leonardo Da Vinci (1452-1519) e di Antonio Di Pietro Averlino detto Filarete (1400-1469) che teorizzò la nascita della “città fortificata perfetta”.

Nel secolo scorso Milano ha dovuto costruire nuove difese, nuovi luoghi sotterranei per proteggere i civili dai bombardamenti aerei. Già nell’antichità l’acqua potabile dei milanesi proveniva dai pozzi che a partire dal 1889 alimentano con acqua di falda il moderno acquedotto civico. Le infrastrutture sotterranee tracciano il percorso dell’acqua:  dal suo utilizzo al suo smaltimento mediante opere di fognatura  che possono essere considerate vere e proprie architetture celate nel sottosuolo.

Riportando un’altra traccia del racconto, don Costantino rivolgendosi ai due convenuti chiede: << Avete udito i bambini?!? Li avete anche visti?. Li vedo e li sogno da qualche tempo. Ma chi sono questi esseri mostruosi che gemono e si disperano?  Sembrano vecchi, larve deformi  sospese nel tempo e nello spazio, completamente calvi con occhi vacui ed espressioni maligne, piccoli esseri rinsecchiti negli arti, ricoperti da una pelle cadente, sfatta. In un vecchio manoscritto si descriveva nel dettaglio l’edificio sotterraneo a pianta circolare, che cosa vi era stato rinvenuto e quali riti erano stati officiati per sigillarlo>>.

Altro particolare è il termine “Gorgone” nel titolo del racconto.

“Gorgone” nella mitologia greca è riferito a tre divinità: Medusa, Steno e Euriale, un mostro femminile la cui orribile testa anguicrinita è capace di impietrire chi la guardasse.  La rappresentazione della testa della Gorgone fu per lungo tempo motivo decorativo in frontoni e antefisse dei templi greci, oltre che nell’egida di Atena e nella ceramica, in figura di maschera, con il volto circolare, grandi occhi, bocca aperta con lingua pendente, naso schiacciato, capelli ricciuti o misti a serpenti.

Il racconto conquista e alimenta la curiosità del lettore  per quel percorso segreto che attraversa secoli di storia, una rete di cunicoli e canali lunga 157 chilometri, una rete di vie buie, percorsa da acque piovane e di scarico e, se abbandonate, dal silenzio. Non si va sottoterra a caso, ma preparati ed autorizzati.

Agli enigmi romanzeschi si affiancano quelli veri e irrisolti; sconosciute, agghiaccianti verità emergono ma il mistero continuerà a sovrastare nel tempo.

La Gorgone di Milano

Fratelli Frilli Editori

Supernoir bross

Anno edizione 2019

Pagine 320 p.i. brossura

Euro 14,90

In distribuzione nelle migliori librerie d’Italia dove è prenotabile, se non disponibile, e nei principali store digitali.

 

Judith Maffeis Sala

 

Condividi