“La prima vacanza non si scorda mai”, frizzante commedia francese

Cinema

“La prima vacanza non si scorda mai” è una divertente commedia sentimentale francese che racconta come due persone con caratteri, abitudini e frequentazioni assolutamente diversi, possono entrare in sintonia.

Sinossi

Marion e Ben, trentenni, vivono a Parigi e si conoscono su Tinder, sito web di incontri. Si danno appuntamento in un bar, cominciano a presentarsi schematicamente e si rendono presto conto di non avere niente in comune: lei è intrepida e ama l’avventura, lui è ordinato e ipocondriaco.

<<Solitamente – dice Marion a Ben – la conoscenza di quelli che incontro attraverso Tinder  dura meno di dieci minuti>>. Ben  teme d’essere  “cestinato” , è la prima volta che lui utilizza Tinder,  però Marion prova una forte attrazione e lo coinvolge a fare subito sesso.

La chimica esplode e scaturisce un irrefrenabile desiderio di proseguire, anzi,  di non abbandonare quello speciale partner  così fortunosamente incontrato.

E’ estate e Ben propone a Marion di passare insieme le vacanze, unendo al piacevole relax quello della relazione di coppia. Gli amici di Marion e i parenti ed amici di Ben non ritengono che possa funzionare fra loro: lei vorrebbe partire per Beirut, un’avventura con gli amici, mentre lui aveva già programmato un periodo di riposo a Biarritz con famiglia e amici. Giungono ad un compromesso per poter rimanere insieme: andranno in Bulgaria – destinazione che si trova per distanza chilometrica a metà tra Beirut e Biarritz.

Tuttavia, è lei a condurre il gioco, nel modo personalissimo suo;  la scelta del luogo di soggiorno, che non è un albergo ma la modesta casa di Koukou,  in un luogo “non contaminato” , una sorta di villeggiatura in tono minore, niente confort, anzi il bagno è in condizioni deprecabili, così come la camera da letto ed il letto stesso.  <<Ma che importa – sostiene Marion – qui non siamo condizionati da nessun obbligo formale. Ci rilassiamo, ci coccoliamo>>.

Quando Marion e Ben arrivano con un mezzo di fortuna da Koukou sono davanti ai bidoni della spazzatura, in spiaggia c’è un tizio che fa il barbecue.

Le vacanze sono la peggior prova per la coppia, è spesso il primo test per le coppie appena nate e il “canto del cigno” delle coppie in crisi.

La dura semplicità del luogo non soddisfa Ben. Niente piscina, sauna, cucina raffinata, ambienti asettici, letti comodi con biancheria pulita e profumata.

Passeggiare nel verde incolto, appoggiare le stanche membra su  fortunose quanto scomode propaggini   non soddisfa Ben,  e subisce anche malessere.  Con uno stratagemma convince Marion ad abbandonare il luogo;  verranno presumibilmente derubati dai due coinquilini, tanto simpatici a Marion e giungeranno infine nel luogo di vacanza ideale per Ben e lì sarà Marion a trovarsi a disagio, a tutto discapito del rapporto sentimentale in cui entrambi credevano.

Tra ostelli hippy, spiagge affollate e sport estremi, la vacanza diviene un’esperienza “indimenticabile”, nel bene e nel male.

Si può vivere con qualcuno molto diverso da te, qualcuno con cui non condividi il modo di vivere, la quotidianità?

L’essere umano è in cerca di stabilità affettiva: amarsi è un istinto naturale spontaneo.

Una coppia di innamorati può trovare in se stessa la forza di superare ogni difficoltà e limiti legati alle persone e al vissuto.

La prima vacanza non si scorda mai

Regia: Patrick Cassir

Distribuzione italiana:  I Wonder Pictures

Genere: commedia

Anno 2019, Francia

Durata: 102 minuti

Cast: Camille Chamoux, Jonathan Cohen, Camille Cottin, Jérémie Elkaïm e Vincent Dedienne

Dal 20 giugno 2019 al cinema

 

Judith Maffeis Sala

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial