SIC: 15 consigli su contraccezione e benessere sessuale in estate

Benessere

SIC – Società Italiana della Contraccezione torna, in occasione del 15° anno dalla sua fondazione, con 15 consigli per un’estate all’insegna di una sana e sicura sessualità.

“Quando abbiamo fondato la SIC nel 2004, – ricorda il past president Annibale Volpe – siamo stati spinti dalla volontà di fare informazione sul delicato tema della contraccezione, anche per il benessere della donna e della coppia. Parlare di contraccezione oggi, significa anche spiegare la fisiopatologia della riproduzione, la sessualità in generale e la salvaguardia della salute. Dopo 15 anni, sappiamo bene quanto sia importante.”

E lo è ancora di più alla vigilia di un’altra stagione di vacanze, relax e passione. La contraccezione non va dimenticata mai: per il benessere della donna; per proteggersi dalle Infezioni a Trasmissione Sessuale (IST), per evitare gravidanze indesiderate e vivere serenamente l’intimità di coppia.

“D’estate, con i ritmi di lavoro più lenti e quando si è in vacanza, si è più disposti a lasciarsi andare, a socializzare e aprirsi agli altri, facendo nuove conoscenze o rinsaldando un rapporto spento dalla routine e dallo stress. – spiega Antonio Cianci, presidente della SIC – Ma non dimentichiamo che la nostra salute è sempre la priorità. Non dimentichiamoci della contraccezione, in tutte le sue modalità. Quest’anno, per il nostro 15° anniversario di fondazione, abbiamo pensato a 15 punti da ricordare e sempre consultabili sulle nostre pagine social”.

1. No alla sospensione della pillola. Con le pillole di nuove generazione, a basso disaggio ormonale non è necessaria, anzi.
2. Estate senza ciclo mestruale. Oggi le formulazioni a regime esteso sospendono il ciclo mensile per vacanze, e non solo, all’insegna del benessere psicofisico.
3. No a SPM & co. C’è una pillola per ogni donna. Un’opzione interessante anche quando fa caldo e si soffre di pressione bassa, flussi abbondanti e intolleranza al dolore e ai sintomi della Sindrome Premestruale (SPM).
4. No a gravidanze indesiderate. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono il 41% di tutte le gravidanze, e nel 25% dei casi non è stato utilizzato alcun contraccettivo non ritenendosi a rischio. Eppure una gravidanza è possibile anche con un solo rapporto non protetto, sufficiente anche per contrarre un’infezione.
5. No alle Infezioni Sessualmente Trasmissibili quindi. Avranno nomi strani, ma sono sempre più frequenti. I dati parlano chiaro. Al ritorno in città, soprattutto i teenager, si ritrovano con uno sgradito “ricordo” delle vacanze: solo un ragazzo su 3 infatti porta con sé i preservativi.
6. Attenzione al sesso orale. Ok, niente gravidanze, ma è alto il rischio di contrarre alcune IST tra cui gonorrea, herpes, sifilide, epatite B, HIV, clamidia.
7. No all’improvvisazione. Prima di iniziare una relazione o vivere una notte di passione ricordiamoci del rispetto per sé e il partner: il preservativo, anche abbinato ad un contraccettivo ormonale, garantisce una doppia protezione.
8. No a comportamenti irresponsabili. A settembre le visite dai ginecologi crescono del 30% rispetto alla media del resto dell’anno per le conseguenze di “distrazioni” estive.
9. Sì a visite periodiche. Se si è sessualmente attivi, è consigliabile rivolgersi con regolarità al medico, ancor di più se si pensa di aver avuto comportamenti a rischio IST: una diagnosi tempestiva allevia i sintomi, ove presenti, previene complicazioni e interrompe il contagio.
10. Attenzione all’igiene intima. La pulizia delle zone genitali è molto importante ma deve essere “equilibrata”: infatti sia la sua mancanza sia il suo eccesso può condizionare la salute sessuale e le IST.
11. Sì alla pillola in vacanza. Niente scure. Non è vero che causa eritemi e macchie che si evitano con un’adeguata protezione solare, così come nessun rischio micosi.
12. Conosci il tuo corpo. Per una sessualità serena e consapevole è importante conoscere il proprio corpo e quello del partner e sapere come funzionano i sistemi riproduttivi maschile e femminile.
13. Sì ai vaccini. Quelli per combattere le infezioni sessualmente trasmissibili sono pochi è vero, ma ad esempio quello per l’HPV (Papilloma virus) è importante: protegge dal tumore del collo dell’utero e dai condilomi genitali.
14. Sì ai baci. Riduce lo stress, allevia l’emicrania, tiene a bada il colesterolo, rende la pelle più bella. Ma baciarsi è salutare anche per l’amore e la passione: rinsalda il rapporto a due insieme a massaggi, carezze e abbracci.
15. Attenzione ad alcol & co. Il consumo di sostanze alteranti riduce le capacità cognitive e può minare la prevenzione di IST e gravidanze: meno si è lucidi, più si rischia.

Per tenere a portata di mano i consigli della SIC: Facebook: @SICSocietàItalianaContraccezione; Twitter: @SIContraccez e Instagram: sicontraccezione.

About Società Italiana della Contraccezione

La Società Italiana della Contraccezione (SIC) è una associazione onlus interdisciplinare, apolitica, senza fini di lucro fondata il 16 luglio 2004 da medici e ricercatori. Il suo obiettivo è quello di favorire e diffondere lo sviluppo della ricerca e dell’informazione, nonché di promuovere l’aggiornamento e l’educazione permanente in tema di contraccezione. Attraverso attività scientifiche e culturali mirate, l’associazione ha tra i suoi principali interlocutori il contesto scientifico italiano, le Società scientifiche affini, le libere associazioni di pazienti, il mondo della ricerca e la produzione farmaceutica. Gli associati della SIC sono per lo più medici e ricercatori che operano nei settori della medicina e della contraccezione. La SIC comprende anche il gruppo di lavoro SaBeD (Salute Benessere Donna) che ha lo specifico compito di promuovere la ricerca nel campo della contraccezione, della menopausa e della fertilità.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial