Luca Schiera, Ragni di Lecco: “Come vestirsi nelle escursioni in montagna”

Moda

Luca Schiera

Dopo mesi chiusi in casa e con l’arrivo dell’estate ritorna la voglia di stare all’aria aperta e, tra le attività più gettonate nella prossima estate, l’escursionismo in montagna avrà certamente un ruolo da protagonista. Perché una giornata intera tra sentieri e rifugi alpini diventi un momento da ricordare con piacere, la scelta dell’abbigliamento diventa cruciale, e l’italiana Rock Experience propone la collezione dedicata al trekking.

A guidare nella scelta dei capi giusti è stato chiamato Luca Schiera, il forte alpinista dei Ragni di Lecco, che sulla base della sua esperienza, sottolinea le caratteristiche di un abbigliamento tecnico per affrontare le giornate in montagna in sicurezza e comfort, e lo dice a ragion veduta perché il climber comasco, in qualità di ambassador Rock Experience, partecipa in prima persona alla nascita delle collezioni.

Tra i climber della nuova generazione, Luca Schiera rappresenta un punto di riferimento nel panorama alpinistico italiano per quanto ha realizzato in montagna e per il suo approccio al mondo verticale. Tra le ultime imprese la conquista nel 2019 di una vetta inviolata in Patagonia «zona notoriamente poco ospitale per gente come noi che vuole scalare, e forse per questo particolarmente affascinante» ci racconta quando lo incontriamo, una cima che non aveva nome, ma che dopo essere stata espugnata dalla spedizione dei Ragni di Lecco ha trovato una denominazione: «L’abbiamo chiamata Cerro Mangiafuoco».

Ma, al di là di conquistare vette, Luca Schiera è un forte alpinista e un profondo conoscitore della montagna, e in vista dell’apertura della stagione del trekking, chiediamo a lui i consigli per una corretta vestizione.

«Iniziamo col dire che un capo deve essere comodo e leggero: non deve ostacolare i movimenti e non deve essere troppo ingombrante quando viene riposto nello zaino. Leggerezza vuol dire meno peso da portare in giro, quindi meno fatica fisica, così da godere la giornata in montagna – esordisce Luca dopo la prima domanda – e poi deve proteggere e isolare quando il clima cambia, e spesso in montagna il meteo è imprevedibile».

A questo incipit aggiungiamo che l’abbigliamento tecnico deve essere resistente alla normale usura e in alcuni casi agli strappi che possono succedere come una ramponata, una caduta o delle spine di un rovo.

Il climber comasco ama partecipare allo sviluppo tecnico dei prodotti Rock Experience che poi indossa nelle spedizioni in Patagonia così come nelle semplici escursioni sui monti di casa della

Grigna: «Per noi l’abbigliamento non è solo un accessorio ma diventa vero e proprio strumento di lavoro».

Un altro elemento importante è la stratificazione del vestiario: «Non c’è una regola fissa, ma dipende dall’ambiente in cui ci si muove e per quanto tempo. Per una passeggiata di mezza giornata in estate a bassa quota un pantaloncino, una maglietta o camicia e una felpa in cotone vanno benissimo, ma se si programma un’uscita di uno o più giorni in alta montagna bisogna prevedere anche il freddo e il caso in cui arrivasse il brutto tempo – prosegue l’alpinista comasco – e in generale un pantalone lungo è sempre più indicato, una maglietta leggera per camminare più una di ricambio, un fleece, un guscio e un piumino sono un kit base e versatile per ogni situazione».

E sulla questione pantalone lungo o corto Luca ha le idee chiare: «Uso quasi sempre il pantalone lungo, anche in estate: è raro trovare giornate così calde da volere per forza indossare i pantaloni corti. Quelli lunghi mi proteggono sia dal freddo che dal sole sui polpacci, oltre che dalla vegetazione». Il pantalone per un trekker è una capo estremamente importante e anche Luca lo conferma: «Per prima cosa deve essere comodo e della lunghezza giusta, deve vestire bene in vita e non ostacolare il movimento sulle ginocchia ed essere stretto sulla caviglia per non impigliarsi. Che il tessuto sia resistente lo abbiamo già detto, ma va ribadito per l’importanza che ha nel tempo».

E naturalmente deve esserci un capo da non dimenticare a casa e da avere sempre con sé: «Certo, una giacca leggermente imbottita che isoli dal freddo, robusta e che non tema l’umidità. E poi in caso di emergenza protegge anche dalla pioggia o neve». Infine, a proteggere il busto anche un fleece: «Arrivati in rifugio o in vetta, se si è sudati, è bene cambiarsi e proteggersi: nella proposta Rock Experience trovo molte felpe tecniche, quelle che una volta chiamavamo ‘pile’ che rispondono a questa esigenza».

L’HARDSHELL PERFORMANTE ED ECOFRIENDLY DA PORTARE SEMPRE CON SÉ

RE.FOCUS è un hardshell funzionale che diventa un compagno affidabile quando si sceglie di praticare attività outdoor, perché assicura elevate performance sia in termini di impermeabilità che di traspirabilità. Una giacca resistente alle abrasioni, leggera e facilmente comprimibile per essere riposta con il minimo ingombro nello zaino. Il capo, dal look giovane ed energico, è dotato di cappuccio, due tasche laterali e una sul petto, coulisse in vita e polsini in velcro regolabili ed è realizzato interamente con tessuti derivati da materiali riciclati.

Prezzo consigliato al pubblico: 200,00 Euro

UN FLEECE PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Un fleece per chi vuole sentirsi a proprio agio indossando capi ecosostenibili durante le proprie escursioni o trekking. Versatile e studiato per ogni stagione, RE.MAP è ideale d’estate sopra una T-shirt o nelle giornate più fresche sotto un piumino leggero. Il capo, realizzato con materiale di riciclo, è caratterizzato dalla Power Fleece Technology che consente al tessuto di essere estensibile nelle quattro direzioni, oltre che traspirante, assicurando comfort e vestibilità. RE.MAP è dotato di collo alto per una massima protezione, maniche ergonomiche con polsini elastici, full zip frontale con patta antivento interna, due tasche in vita e una sul petto richiudibili con zip.

Prezzo consigliato al pubblico: € 65,00

IL PANTALONE FUNZIONALE PER IL TREKKING

POWELL PANT è il pantalone dal look essenziale ma funzionale, sviluppato da Rock Experience per tutti coloro che amano le escursioni immersi nella natura perché assicura leggerezza, comfort e traspirabilità. Il capo è in particolar modo studiato per praticare trekking impegnativi poiché è stata applicata la Ergo Stretch Technology che consente una elevata mobilità anche durante le escursioni più lunghe.

Con un look essenziale ma funzionale, POWELL PANT si caratterizza per le due tasche frontali e quella posteriore, e la vita alta ed ergonomica regolabile tramite coulisse, quest’ultima applicata anche al fondo gamba.

I designer di Rock Experience hanno pensato anche alle giornate più calde, sviluppando una versione shorts che possiede le stesse caratteristiche della versione lunga.

Prezzo consigliato al pubblico: €59,90 – Corti: €49,90

Per maggiori informazioni: www.rockexperience.it

About Rock Experience

Nasce nel 2013 da una lunga esperienza nel campo dell’abbigliamento tecnico per outdoor e dalla passione sconfinata per la montagna e per le emozioni che può dare, ed oggi Rock Experience trova nel climbing, nel trekking, nel mountaineering e nel trail running le sue community di riferimento, a cui propone collezioni dalle forti note cromatiche, e capi eco-friendly. Rock Experience rappresenta uno dei quattro marchi di proprietà di 7 To 7 S.r.l, azienda con sede a Bosisio Parini (LC).

Hashtag suggeriti: #rockexperienceofficial #myrockexperience #re.focus #re.map #powellpant #rockers #ragnidilecco

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial