Rientro dalle vacanze: emergenza viso

Bellezza

Rientro dalle vacanze

Quando si torna dalle vacanze ci si rende conto che non sempre il sole fa bene alla pelle. Anzi. L’abbronzatura può a volte lasciare il posto ad antiestetiche macchie scure, lentigo solari o altri effetti indesiderati. Prolungati bagni di sole dopo mesi di mascherine e differenti abitudini nella quotidianità legate al lockdown, quest’anno più che mai rischiano di alterare l’equilibrio della pelle del viso, a cominciare ad esempio dalla melanogenesi che può portare ad accumuli di melanina nelle zone più esposte.

Inoltre, il sole contribuisce sensibilmente all’invecchiamento della pelle. Se la tanto amata tintarella infatti ci fa sentire più belli e in forma, i raggi UVA e UVB insieme al calore solare abbassano sensibilmente le difese naturali della cute, causando disidratazione, perdita di tono e compattezza dei tessuti. Per eliminare le tossine dal corpo e riparare i danni causati dal fotoinvecchiamento, occorre intervenire per tempo, scegliendo trattamenti estetici specifici che migliorino la tonicità cutanea, donando elasticità alla pelle, idratandola e disinfiammandola dopo le lunghe esposizioni solari e i mesi di utilizzo prolungato di mascherine con cui probabilmente dovremo continuare a convivere.

Rientro dalle vacanze

Il ‘back to work’ e cioè la preparazione all’autunno 2020 sarà più impegnativa per la pelle del nostro viso rispetto agli anni passati e la combinazione di più trattamenti, tecniche e sostanze rappresenta la soluzione migliore. Vediamo come.

Innanzitutto è importante eliminare esfoliare e favorire il turnover cellulare come cicli di peeling chimici, da sempre grandi alleati della cura della pelle post esposizione al sole.

Rientro dalle vacanze

Classificabili in superficiali, medi e profondi a seconda dei livelli di profondità raggiungibili dalle sostanze chimiche impiegate e dal loro effetto di penetrazione, i peeling prevedono l’applicazione di una o più sostanze in grado di indurre una reazione esfoliativa della pelle e il successivo processo di rigenerazione cellulare, risolvendo o migliorando un problema clinico-estetico della cute.

Professor Sergio Noviello

Professor Sergio Noviello

Come spiega il Prof. Sergio Noviello, Direttore Sanitario di Sergio Noviello Cosmetic Surgery & BAT Centre: “Lo strato più superficiale della pelle, o strato corneo, elimina quotidianamente un numero infinito di cellule: attraverso il peeling chimico è possibile accelerare tale processo naturale di esfoliazione. Il risultato è una rigenerazione cutanea profonda grazie ad un’esfoliazione controllata che ripara i danni del photoaging ed elimina gli inestetismi della pelle”.

Il trattamento è veloce e sicuro e non richiede particolari precauzioni, ma è preferibile in questo momento non aggredire la pelle – già disidratata e messa alla prova dalle norme anti-covid – con sostanze troppo forti. Un’attenta valutazione dell’età del paziente, del tipo di pelle e della sua condizione, dell’area del viso da trattare consentirà di scegliere il peeling più efficace, determinare il composto più idoneo e la sua concentrazione e il numero di sedute. Un peeling molto superficiale accelera l’esfoliazione naturale dello strato corneo, mentre un peeling più profondo può agire a livello dell’epidermide, del derma papillare o del derma reticolare.

Rientro dalle vacanze

Le sostanze attualmente più usate per i trattamenti di peeling chimico sono: l’Acido Glicolico, l’Acido Mandelico, l’Acido Salicidico, Acido Lattico, Acido Piruvico, l’Acido Tricloroacetico (TCA), la Soluzione di Jessner. Questi acidi vengono utilizzati in concentrazioni diverse in base alle caratteristiche della pelle di ogni paziente – e in caso di cicli – in modo personalizzato. Le varie sedute possono infatti essere distanziate fino a 4 settimane l’una dall’altra per consentire alla cute di concludere il processo riparativo” –  sottolinea il Prof. Noviello.

Se per dire addio alle macchie solari ed esfoliare, la soluzione ideale può essere appunto un trattamento di peeling chimico, per nutrire la pelle in profondità, invece, un valido aiuto arriva dalle biorivitalizzazione e dai polinucleotidi. Grazie alla biostimolazione e alla ristrutturazione dei tessuti, la cute riacquista maggior compattezza, turgore ed elasticità.

La pelle del viso delle nostre pazienti quest’anno ha veramente bisogno di qualcosa in più – precisa il prof. Noviello – abbiamo messo a punto, quindi, dei Protocolli specifici da personalizzare seduta per seduta in base alla risposta della pelle, all’età e alla situazione di partenza.

Andiamo da cicli di biorivitalizzazioni a base di acido ialuronico a trattamenti più specifici per il Photoageing, il Ringiovanimento o l’Acne come i Polinucleotidi. Detti anche Poli Desossi Ribonucleotidi, sono sostanze con effetto ‘booster’ da utilizzare in concentrazioni e modalità diverse in base alla funzione desiderata, ma che svolgono in ogni caso una profonda azione idratante, riparatrice e rigenerativa della pelle”.

Conosciuti in medicina già da molto tempo con svariate finalità, oggi studi scientifici dimostrano che i Poli Desossi Ribonucleotidi o PDNR possono costituire strumenti importanti nella medicina rigenerativa ed in particolare per il miglioramento della pelle. Questo perché contrastano i processi di invecchiamento, svolgono una funzione anti-ossidante e favoriscono la rivitalizzazione cutanea. Fondamentale la personalizzazione del protocollo.

Dopo uno o più peeling e in base ad un’attenta valutazione del paziente, sedute di trattamenti a base di Poli Desossi Ribonucleotidi – spiega il prof. Noiello – possono contribuire ad un visibile e costante miglioramento della pelle. I PDNR infatti sono sostanze versatili che garantiscono risultati sia in fase di prevenzione delle rughe nei soggetti più giovani e quindi idratando, chiudendo i pori e rendendo la pelle più sana e luminosa, sia funzione anti-età e riparativa nei pazienti con qualche anno in più che vogliono eliminare rughe superficiali e di media profondità rendendo la pelle del viso e del collo più compatta, tonica e fresca”.

Infine, per una perfetta combinazione tra effetto detox e azione idratante, nutritiva e purificante, è nato quest’anno un protocollo soft – per chi non ama i trattamenti iniettivi – ma completo che consente di intervenire dall’interno, stimolando l’organismo ad una rigenerazione delicata e graduale grazie ad un’integrazione mirata.

“ll protocollo PTX mette insieme più strategie e l’utilizzo di innovativi prodotti nati dalla ricerca su Fattori di Crescita e Peptidi Biomedici ed in particolare su un nuovo rivoluzionario Peptide dall’azione Miorilassante” illustra il Prof. Noviello, che aggiunge “I principi attivi contenuti, Peptidi ma anche Acido Glicolico, inoltre, grazie ad una tecnologica di trasferimento transdermico aumentano la penetrazione delle sostanze fino agli strati più profondi. Il tutto abbinato ad un’integrazione mirata domiciliare da personalizzare in base all’età del paziente e al suo stile di vita”.

Alternando peeling, maschere, siero e creme specifiche a un mix sapiente e personalizzato di integratori si aiuta l’organismo e la pelle a rispondere al meglio al ritorno post vacanziero. Oltre a restituire freschezza e luminosità al viso, PTX gli dona un aspetto più compatto e rassodato. Agisce poi su imperfezioni e piccole macchie, riducendo pori dilatati e piccole rughe.

In sole 4 sedute, il nuovo protocollo consente di avere così risultati naturali e visibili, nutrendo la pelle esposta per molto tempo al sole e attenuando, inoltre, gli effetti legati al prolungato uso delle mascherine.

***************

Sergio Noviello Cosmetic Surgery & BAT Centre

Il Prof. Sergio Noviello è Direttore Sanitario del Sergio Noviello Cosmetic Surgery & BAT Centre, che opera in ambito di medicina estetica, chirurgia estetica e trattamenti skincare e ha sede in un contesto ricercato come quello del quadrilatero della moda, in Via Borgospesso 18, a Milano (MM3 Montenapoleone – MM1 San Babila). Inserita nel marzo 2014 tra le cento migliori strutture di medicina e chirurgia estetica in Europa, è unica nel suo genere: sicurezza, comfort, privacy e un Team altamente qualificato e professionale sono i suoi tratti distintivi.

Secondo chirurgo in Europa ad ottenere lo status di Fellow dell’American Academy of Cosmetic Surgery, il Prof. Noviello è fondatore e docente della Sergio Noviello Academy e relatore in innumerevoli workshop e corsi di formazione. Noviello ha ottenuto le Certificazioni dei Board di diverse Associazioni mediche a livello mondiale e nel 2017 è diventato anche Chief Editor di importanti riviste medico-scientifiche. Inoltre, nel corso della sua pluriennale esperienza professionale, il Professore ha messo a punto procedure chirurgiche sofisticate e innovative, come la BAT. La Bloodless Atraumatic Technique è costituita da un insieme di innovative e specifiche tecniche chirurgiche che consentono di operare con sanguinamento ridotto e quindi minor disagio post-operatorio e tempi di recupero fino al 70 % inferiori rispetto alle tecniche tradizionali. Riconosciuta come tecnica rivoluzionaria di rilevanza mondiale, la BAT è stata approfondita anche in diverse pubblicazioni di prestigiose riviste medico-scientifiche internazionali.

Per maggiori info: www.sergionoviello.it

Prof. Sergio Noviello – MILANO ESTETICA

Chirurgia estetica, medicina estetica e trattamenti skincare a Milano.

Indirizzo:
Via Borgospesso, 18 – (MM3 Montenapoleone – MM1 San Babila) – 20121 Milano

Sede chirurgica:
Universo Salute – Vista Vision Group, via Luigi Rizzo, 8 – Milano

Per info e appuntamenti +39 02 76398634

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial