Premio CULTURA + IMPRESA. Le 22 migliori iniziative del 2020

Eventi

Premio Cultura + Impresa

Colpiti dall’emergenza del Covid-19, nel 2020 gli Operatori culturali pubblici e privati hanno dovuto cambiare il modo di “fare Cultura” e, anche grazie alla collaborazione con il mondo delle Imprese, hanno realizzato progetti che hanno reinventato e talvolta potenziato la relazione con il pubblico. Il 2020 si è così rivelato un anno ricco di iniziative culturali innovative e 134 di queste si sono candidate per l’ottava edizione del Premio CULTURA + IMPRESA, il riconoscimento che valorizza la cooperazione tra il “Sistema Impresa” (aziende, fondazioni erogative, agenzie di comunicazione) e il “Sistema Cultura” (istituzioni e organizzazioni culturali pubbliche e private, operatori culturali del terzo settore, fondazioni culturali).

Di queste 134 candidature, ora viene presentata la Short List dei 22 progetti del Premio CULTURA + IMPRESA 2020-2021. 11 le iniziative in gara per la categoria “Sponsorizzazioni e Partnership Culturali”, 8 per le “Produzioni Culturali d’Impresa” e 3 per “Art Bonus”. Ai 31 componenti della Giuria (un altro record, che conferma l’importanza assunta dal Premio nel panorama culturale nazionale) il compito di individuare i vincitori che saranno presentati e celebrati durante il consueto Workshop di premiazione, previsto nel mese di giugno 2021.

Premio Cultura + Impresa

Mai come quest’anno, il Premio CULTURA + IMPRESA si conferma come l’Osservatorio di benchmarking  del rapporto tra Cultura e Impresa, raccogliendo i dati, le novità e i nuovi trend di settore. La Short List contiene una fotografia emblematica dei contesti, dei protagonisti e delle modalità in cui l’Impresa affianca la Cultura e viceversa: investimenti insieme a teatri, compagnie, gallerie e musei per diffondere l’arte attraverso i canali digitali; innovativi modelli di fundraising; la promozione congiunta di culture differenti come quelle gastronomico-artistica e botanico-musicale; l’arte come percorso di cura per i malati; la narrazione della cultura d’impresa; la promozione e il restauro di monumenti e opere d’arte… Questo scenario racconta di un sistema di iniziative culturali che ha svoltato decisamente verso il digitale a causa delle ristrettezze imposte dalla pandemia del 2020, così da arrivare capillarmente nelle case di tutti. Questo cambiamento non è stato solo un potenziamento dei propri canali divulgativi, ma ha portato anche a un ripensamento strutturale delle progettualità della Cultura per sfruttare le peculiarità del digitale e di internet come l’interattività con gli utenti, l’accesso continuo h24 e una fruizione culturale mirata e più consapevole.

Premio Cultura + Impresa

Per valorizzare le nuove formule di produzione e divulgazione della Cultura sorte durante il periodo dell’emergenza pandemica, quest’edizione si arricchisce della Menzione Speciale Resilienza 2020/Covid-19”; mentre a chi ha creato e gestito con particolare efficacia pool di partner privati a supporto di un progetto culturale andrà la nuova Menzione Speciale Networking in Arts”. Sono confermate le Menzioni Speciali: “Corporate Cultural Responsibility”, per la valorizzazione dei progetti che hanno investito nella responsabilità sociale in collaborazione con Il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale;Under 35”, in collaborazione con Patrimonio Cultura e dedicata ai prodotti culturali realizzati dai giovani under 35; “Digital Innovation in Arts, tema centrale e di crescente attualità per l’innovazione dell’Arte e della Cultura del nostro Paese, al quale sono riservate per la prima volta 2 riconoscimenti.

Premio Cultura + Impresa

Ai vincitori delle tre categorie principali verranno consegnati i Premi d’Artista, mentre alle Menzioni Speciali saranno riservati premi formativi, master in comunicazione, management e promozione culturale concessi da 24 Ore Business School, Fondazione Fitzcarraldo, IULM, Scuola di Fundraising di Roma e UPA. Inoltre, chi ha partecipato ai 134 progetti candidati a questa edizione del Premio può accedere ai Master part time della 24 Ore Business School dell’area “Arte, Cinema e Design” con uno sconto del 20%. Un sostegno concreto a favore di chi vuole approfondire le proprie competenze in alcune delle principali industrie culturali e creative, un settore sempre più strategico per il Paese.

Premio Cultura + Impresa

Sostenitori e patrocinatori del  Premio CULTURA + IMPRESA 2020-2021 sono ALESFederculture, Fondazione Italiana Accenture, Unioncamere Lombardia, ACRI – Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Italiane; ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e ANCI Lombardia; ASSIF – Associazione Italiana Fundraiser, Assifero; Regione Lombardia, Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi; Comune di Milano; FERPI – Federazione delle Relazioni Pubbliche Italiana; Prioritalia; il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, UNA – Associazione Aziende di Comunicazione. I Media Partner sono  Arte e Imprese.it/Giornale dell’Arte e AgCult .

Premio Cultura + Impresa

Premio CULTURA + IMPRESA 2020-2021

LA SHORT-LIST

SPONSORIZZAZIONI CULTURALI

GIOVANNI COVA & C. CELEBRA RAFFAELLO – Lombardia – Il Panettone per tradizione e storia unisce gli Italiani in uno dei momenti conviviali più importanti dell’anno. All’interno di una visione che mescola CSR a identità di Marca, storia e cultura a criteri creativi ed innovativi e, con l’ambizione di costituire un nuovo modello di offerta, nel 2015 la Giovanni Cova & C. ha riservato e dedicato una parte della propria produzione e comunicazione alla celebrazione delle eccellenze intese come patrimonio intellettuale e/o materiale della nostra storia e del nostro presente. Grazie alla partecipazione dei partner Pinacoteca Ambrosiana e Pinacoteca di Brera l’edizione 2020 è stata dedicata alla celebrazione di Raffaello Sanzio. Una linea di prodotti è stata personalizzata con le immagini dei capolavori conservati presso le stesse ed integrata con un’edizione esplicativa e descrittiva. All’estimatore del Panettone si è offerta l’opportunità di ampliare la propria conoscenza e di visitare le Pinacoteche con uno sconto anch’esso esplicitato.

Soggetti coinvolti: Pinacoteca Ambrosiana, Pinacoteca di Brera, Panettoni Giovanni Cova & C.

5 MINUTI CON MONET – Liguria – “5 minuti con Monet” è stata una mostra molto particolare, la prima iniziativa in Italia che nel periodo della pandemia ha unito le necessità della solitudine e del distanziamento con la possibilità del godimento di un grande capolavoro della storia dell’arte in totale sicurezza, trasformando una situazione di complessa fruizione dell’arte in una straordinaria opportunità. Una grande tela di Claude Monet, partita dal Museo Marmottan di Parigi – che possiede la più grande collezione al mondo di opere di Monet – resta bloccata in Italia e Palazzo Ducale inventa un nuovo modo di fruizione che consiste nell’organizzare ingressi a tu per tu con uno dei più celebrati capolavori dell’Impressionismo, che si poteva ammirare in splendida solitudine per 5 minuti. Tutto questo nella città che proprio in quel periodo ha inaugurato il nuovo viadotto realizzato sulle macerie del ponte Morandi.

Soggetti coinvolti: Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Gruppo Iren, Generali Italia, Tiziana Lazzari Cosmetics.

A LIFE IN MUSIC – Emilia-Romagna – A Life in Music è il primo mobile game al mondo realizzato da un teatro d’opera. Prodotto dal Teatro Regio di Parma, il gioco per smartphone e tablet, disponibile gratuitamente su App store e Google Play Store, è una commissione del Festival Verdi a TuoMuseo, leader internazionale e pluripremiato nel settore del gaming per istituzioni culturali, che lo ha sviluppato in stretta collaborazione con Francesco Izzo – Direttore scientifico del Festival – e Alessandro Roccatagliati – Direttore scientifico dell’Istituto nazionale di studi verdiani – con la partnership di Sarce – sponsor del Teatro Regio e azienda leader nel campo delle soluzioni informatiche per la trasformazione digitale delle aziende. Il gioco, dopo un test della versione in italiano nel 2019, è stato rilasciato nel 2020 nelle versioni in inglese, spagnolo, portoghese, russo e cinese, superando in breve tempo gli oltre 400 mila download.

Soggetti Coinvolti: Fondazione Teatro Regio di Parma, Tuo Museo, SARCE s.p.a., INSV Istituto nazionale di studi verdiani.

ALLEANZA PER LA CULTURA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI – Lombardia – Il progetto Alleanza Cultura rappresenta un innovativo modello di fundraising cui Fondazione Brescia Musei ha dato vita allo scopo di stringere i rapporti del territorio con il proprio patrimonio storico artistico e al tempo stesso andare oltre i limitati orizzonti temporali e motivazionali che spesso accompagnano le operazioni di sponsorizzazione di singoli eventi, proponendo un’azione di ampio respiro basata su programmi concreti pluriennali e visioni condivise in grado di garantire uno sviluppo futuro duraturo e sostenibile. Si tratta dell’opportunità concreta per aziende amiche dei musei di fornire un sostegno strategico e programmatico alla progettazione e realizzazione delle attività culturali quali mostre ed eventi speciali. Ma anche la possibilità per l’impresa di cogliere l’occasione unica offerta dalla presenza delle arti e dei musei nella quotidianità di tante persone, e sfruttare la cultura per accrescere la propria visibilità.

Soggetti coinvolti: Fondazione Brescia Musei, Comune di Brescia, Ubi Banca, A2a, Aib, Coldiretti Brescia, Fondazione Banca Del Monte Di Lombardia, Fondazione Comunità Bresciana, Fondazione Zani Hdemia Santagiulia, Laba, Università Cattolica S.C., Università Bs, Antares Vision Beretta Holding Camozzi Group, Clerici (Afis, Idras, Unicom), Feralpi Group, Gruppo Omr, Guber Banca, O.R.I., Martin Silmar, Group (Raffmetal, Fondital), A.B.P., Nocivelli, Asonext, Davide Pedersoli & C., Gruppo Ambrosi, Fonderie Ariotti, Gefran, Imbal Carton, Inblu, Olimpia Splendid.

FESTIVAL LE VIE DEI TESORI – Sicilia – Le Vie dei Tesori è un Festival nato a Palermo nel 2006 e oggi esteso a tutta la Sicilia, che trasforma le città in grandi musei diffusi, digitalizzando, mettendo a rete, aprendo al pubblico e raccontando centinaia di luoghi di interesse culturale, storico e artistico delle più diverse titolarità pubbliche e private, visitabili con un coupon unico. Un modello basato su una logica partecipativa, patrocinato dal Mibact e premiato negli ultimi 5 anni dal presidente della Repubblica con la medaglia di rappresentanza. Nell’edizione 2019 si è chiuso con oltre 400 mila visite e una ricaduta di indotto turistico sulla Sicilia di 5 milioni e mezzo di euro (dati Otie), nel 2020 è riuscito a svolgersi in tempi di pandemia con ingressi contingentati (120 mila visite) e misure di sicurezza straordinarie: coinvolte 15 città nei weekend compresi tra il 12 settembre e l’1 novembre. Il Festival collabora con oltre trecento tra istituzioni, enti, associazioni e coinvolge centinaia di giovani.

Soggetti coinvolti: Le Vie dei Tesori Onlus, Unicredit.

GIUSEPPE VENEZIANO VS RAFFAELLO SANZIO – Marche – L’Associazione culturale Verticale D’Arte presenta il progetto espositivo Giuseppe Veneziano VS Raffaello Sanzio, un omaggio che l’artista Giuseppe Veneziano vuole fare a Raffaello, pittore simbolo del Rinascimento italiano nato a Urbino, nei cinquecento anni dalla sua morte. La mappatura artistica – urbana è caratterizzata da soggetti mutuati dal repertorio raffaellesco fusi insieme da Veneziano a personaggi pop dell’immaginario collettivo, con un risultato stimolante, divertente e a tratti dissacrante e dal formato maxi. Le opere riprodotte dell’artista hanno occupato i grandi tabelloni pubblicitari disseminati in zone visibili e nodali di San Benedetto del Tronto. L’obiettivo del progetto è quello di impiegare gli strumenti della comunicazione di massa e della pubblicità a favore della divulgazione dell’arte, creando dei nuovi percorsi urbani in cui il pubblico ha la possibilità di avvicinarsi ai linguaggi del contemporaneo senza necessariamente dover entrare in un museo.

Soggetti coinvolti: Comune di San Benedetto del Tronto, Associazione Culturale Verticale d’Arte, Azienda Multi Servizi SpA, Xentek Produzioni Televisive, Panichi Srl.

IL RESTAURO DEL TEMPIO DI VENERE E ROMA – Lazio – Il Tempio di Venere e Roma, inaugurato da Adriano nel 135 d.C. e completato da Antonino Pio nel 141, era il più grande edificio sacro di Roma con 2 celle tangenti e contrapposte. Il pavimento della navata centrale è riccamente decorato con marmi colorati, quello delle navate laterali con lastre di marmo bianco. Il progetto vede questi principali interventi: -Rilievo degli alzati -Verifica strutturale della perimetrazione e della situazione idraulica -Verifica delle parti pericolanti e messa in sicurezza del catino e degli stucchi antichi -Revisione delle parti sommitali -Revisione delle parti metalliche -Pulitura della cortina annerita a causa di attacco biologico -Rifacimento della pavimentazione in cocciopesto cella di Venere e parte antistante -Restauro conservativo di tutto il Tempio -Restauro dei pavimenti, comprese le lacune, stuccatura e pulitura -Revisione del fronte lato Via Sacra -Accesso disabili -Illuminazione dedicata – Pannellistica e video introduttivo.

Soggetti coinvolti: Parco archeologico del Colosseo, Fendi SRL.

JAGUART – THE ITALIAN TALENT ROAD SHOW – Piemonte – JaguArt è un road show in 10 città italiane alla ricerca di giovani talenti dell’arte, in stretta collaborazione con le Accademie di Belle Arti, le gallerie d’arte contemporanea e le concessionarie Jaguar. Il progetto prevede che ogni città ospiti due eventi: il primo vede la concessionaria ospitare una mostra dei 5 talenti cittadini selezionati attraverso una call diffusa alle Accademie, e il secondo presso la galleria d’arte madrina della città, accoglie un intervento dell’artista considerato il migliore tra quelli che hanno presentato il loro lavoro in concessionaria. Il vincitore di ogni evento in concessionaria è stato selezionato da una giuria composta da esperti. I 10 vincitori finalisti hanno avuto la possibilità di far parte di due progetti espositivi collettivi, di cui uno in una sede museale. Il vincitore di JaguArt avrà la possibilità di organizzare una mostra personale presso Skyway Montebianco, la “galleria” più alta d’Europa.

Soggetti coinvolti: Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea di Torino, Jaguar Land Rover Italia Spa.

NOTE DI NATURA. PIÙ OSSIGENO PER L’ARTE. – Sicilia – Un concerto di Natale dedicato al regno vegetale per prendersi cura dell’ambiente, anche attraverso la musica, e per tornare ad affidarsi ai bioritmi della natura. Unici spettatori ammessi sono i 200 bellissimi esemplari vegetali messi a disposizione dalle aziende florovivaistiche associate a Confagricoltura Ragusa, co-partner dell’iniziativa assieme all’Accademia Teatro alla Scala di Milano, che ha portato sul palco del teatro di Ragusa Ibla il suo quartetto d’archi. Prendersi cura dell’ambiente e insieme invitare gli spettatori, privati in questo tempo della possibilità di essere fisicamente un “pubblico”, a tornare a mettersi all’ascolto dei ritmi biologici della natura. Al termine del concerto, tutte le piante sono state donate ai reparti ospedalieri dell’Asp di Ragusa per cercare di alleviare, attraverso la bellezza, la sofferenza e la solitudine. Il concerto è stato anche l’occasione per dare un abbraccio virtuale alla città di Milano, rappresentata dall’Accademia Teatro alla Scala.

Soggetti coinvolti: Associazione Culturale Donnafugata 2000, Confagricoltura, Confagricoltura Ragusa, Mipaaf, Accademia Teatro alla Scala, La mediterranea, Spazio Verde, Florguarino, Il giardino delle Meraviglie/Mediflor, Margherita Aprile/Vittoria Palme.

PAUSA CAFFÈ MUSEOCITY – Lombardia – Pausa Caffè MuseoCity è il primo podcast dedicato al mondo dei musei realizzato grazie al prezioso contributo di MUMAC – Museo della macchina per il caffè di Gruppo Cimbali, la più importante esposizione di macchine per caffè espresso professionali al mondo. Il progetto è stato ideato per dare voce a tutti quei musei della città metropolitana di Milano non visitabili durante le

settimane del primo lockdown, che tanto avevano da raccontare, e lo ha fatto con una radio on demand, i cui singoli contenuti sono disponibili online e scaricabili. Pausa Caffè MuseoCity è nata con l’obiettivo di offrire nuove chiavi di lettura delle istituzioni museali, spunti di riflessione e approfondimenti culturali per l’ascoltatore, nell’attesa di poter tornare a fruire dell’immenso patrimonio artistico e culturale della città e del nostro Paese, fonte inesauribile di ispirazione e bellezza. Ha introdotto il progetto con suo contributo audio l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno.

Soggetti coinvolti: MUMAC – Museo della macchina per caffè di Gruppo Cimbali, Associazione MuseoCity.

THE COVID-19 VISUAL PROJECT. A TIME OF DISTANCE. – Piemonte – The COVID-19 Visual Project. A Time of Distance. è la piattaforma multimediale nata l’11 maggio 2020 allo scopo di diventare un archivio permanente sulla pandemia e documentare gli effetti, i sacrifici e i barlumi di speranza di questo momento unico della storia, attraverso progetti commissionati (n° 70), open call e donazioni da parte di artisti visuali. Cortona On The Move, festival internazionale di visual narrative, in partnership con Intesa Sanpaolo, ha commissionato progetti a fotografi di tutto il mondo sui temi rilevanti legati alla crisi: l’emergenza sanitaria, i contraccolpi economici e sociali e le conseguenze individuali. La piattaforma è stata organizzata in aree tematiche. Ogni capitolo si compone di storie originali prodotte durante la pandemia da COVID-19. Ogni capitolo è arricchito da una selezione di contenuti visivi provenienti dai social media e da diversi articoli e documenti grazie alle fonti giornalistiche.

Soggetti coinvolti: OTM Company srl, Intesa Sanpaolo.

PRODUZIONI CULTURALI D’IMPRESA

CAMPAGNA VIVA LA VULVA – Lombardia – Nuvenia vuole promuovere un dialogo pubblico e inclusivo per rompere i tabù che persistono su temi quali ciclo mestruale e igiene femminile. Nel 2020 ha lanciato la campagna “Viva la Vulva” con l’obiettivo di incoraggiare le donne ad avere un atteggiamento positivo e sano verso le proprie parti intime, imparando a conoscerle e a prendersene cura sfatando insicurezze e stereotipi con i quali le donne si vedono confrontate. In questo scenario Nuvenia ha presentato una mostra temporanea di artiste, italiane e straniere, con opere legate ai tabù del corpo femminile. Eclettiche le modalità di espressione: scultura, ricamo, installazione, fino all’acquerello. La mostra è rientrata nel palinsesto culturale della città di Milano “I Talenti delle Donne Milano 2020”. Alla mostra è stata associata un’asta benefica, il cui ricavato è stato devoluto alla Croce Rossa Italiana a sostegno delle donne in condizione di vulnerabilità sociale con l’obiettivo di contribuire alla loro igiene femminile.

Soggetti coinvolti: Essity Italia – NUVENIA.

CREATIVI IN FILA – Piemonte – In occasione delle celebrazioni del decennale, che ricorrono il 19 ottobre 2020, Fondazione FILA Museum lancia un contest rivolto ai giovani artisti italiani. Creativi in FILA è un’iniziativa volta ad incentivare e valorizzare le pratiche di talenti emergenti, chiamati a reinterpretare la storia, i protagonisti e le innovazioni FILA in chiave contemporanea. Tutti i soggetti partecipanti sono stati protagonisti di un’esclusiva mostra collettiva, che ha inaugurato ufficialmente lo spazio espositivo virtuale della Fondazione su www.fondazionefila.com. Il progetto, accessibile a tutti gli utenti web, è stato valorizzato dalla comunicazione social della Fondazione. I partecipanti al contest sono stati invitati a produrre opere

che hanno reinterpretato liberamente i concetti, le immagini e i protagonisti della storia FILA, facendo particolare riferimento a tre importanti linee: WHITE LINE, WHITE ROCK e AQUA TIME. Ai tre soggetti vincitori sarà corrisposto un contributo economico.

Soggetti coinvolti: Fondazione Fila Museum.

L’ITALIA RIPARTE – IL MIO VIAGGIO IN TRENO – Lazio – IL MIO VIAGGIO IN TRENO TRA ARTE, BELLEZZA E SOSTENIBILITÀ (L’ITALIA riPARTE) Una call aperta a tutti per un progetto-pilota del Gruppo FS italiane. Un invito a raccontare sui canale IG, con creatività, le più belle mete italiane delle vacanze. Alla riscoperta del territorio e delle città d’arte, dei luoghi lontani e di prossimità, valorizzando le ricchezze locali e il turismo sostenibile per contribuire ad un nuovo Rinascimento italiano. Il progetto realizzato dal 29 luglio al 6 ottobre 2020 dalla Digital Communication di FS Italiane in collaborazione con Giubilarte – curato da Valentina Ciarallo e Roberta Petronio – si è rivolto a video maker, illustratori, artisti, influencer e viaggiatori che hanno scelto di esplorare l’Italia spostandosi sulle infinite rotte della rete ferroviaria per un rilancio del turismo e dell’economia. RiPartire, raccontando il proprio viaggio in treno, ha permesso di mostrare le nostre meraviglie attraverso i numerosi contenuti artistici video/fotografici.

Soggetti coinvolti: Ferrovie dello Stato Italiane SpA, Giubilarte Srl.

MOLISEART – Molise – MOLISE ART (Advanced Radiation Therapy) nei corridoi e nelle sale del Centro di Radioterapia Oncologica del Gemelli Molise. MOLISE ART affianca alla tecnologia dei macchinari per la cura dei tumori un progetto artistico per accompagnare il cammino lungo, lento e difficile, dei malati oncologici. ART diviene sinonimo di ARTE e di bellezza, quella che caratterizza la storia della nostra terra e che affonda le sue radici lungo le vie di erba che attraversavano il Molise: i Tratturi. Due cammini di transizione, quello dei pastori di un tempo e quello dei malati di oggi, caratterizzati da incertezze, assenze e dubbi, ma arricchiti dalle storie e dagli incontri fatti durante il cammino. Così, accogliere i pazienti accompagnandoli in un luogo che stimoli ricordi e che racconti una storia di bellezza e cultura assume valore fondamentale per offrire loro sollievo. MOLISE ART si sviluppa in tre moduli, il corridoio, le sale d’attesa e le sale dei macchinari, uniti tra loro da un unico concept.

Soggetti coinvolti: JustMO’.

STREET ART – Lazio – E’ il progetto che dal 2016 trasforma le cabine elettriche in vere e proprie tele per la street art. Coniuga i valori di sostenibilità, innovazione e rispetto per l’ambiente che caratterizzano ogni giorno l’impegno di E-Distribuzione. Noti writers e artisti di strada italiani portano la loro creatività, energia e originalità sui muri delle nostre infrastrutture elettriche (principalmente cabine secondarie): da presidi fondamentali per garantire il servizio elettrico diventano anche elementi di pregio estetico e si integrano sempre di più nel territorio. La Street Art, con la sua ondata di colore, sta trasformando in un vero e proprio museo a cielo aperto le nostre strade. Sono più di 300 ormai le opere presenti sul territorio nazionale. E il numero continuerà a crescere. Gli artisti, le scuole, le amministrazioni locali e le associazioni culturali possono proporre progetti di street art sulle nostre cabine secondarie contattandoci direttamente.

Soggetti coinvolti: E-Distribuzione.

TOPOLINO E L’OPERAZIONE RAFFAELLO 500 – Emilia Romagna – In occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Raffaello, Topolino ha deciso di celebrare il celebre pittori in più modi: con la realizzazione di una saga a

fumetti che ha portato Zio Paperone, Paperino e Qui, Quo, Qua in Italia alla ricerca del Blu Oltremare (ovvero il Blu Egizio), colore realmente utilizzato dal pittore scoperto di recente. Parallelamente si è deciso di dedicare la cover del numero 3359, dove iniziava la saga, alla storia. In più si è deciso di realizzare una copertina variante, a tiratura limitata dedicata a Raffello stesso. E, in aggiunta, si è realizzato un particolare volume cartonato dedicato all’arte (L’Arte Raccontata da Topolino) per sostenere ancor di più l’arte e la diffusione di grandi storie che uniscono il mondo dell’arte e quello di Topolino da sempre. Attualmente, inoltre, sono in fase di allestimento ben due stanze dedicate alla storia all’interno della mostra dedicata proprio al Blu Egizio nella splendida cornice di Villa Farnesina, a Roma.

Soggetti coinvolti: Panini SPA.

POPOLARTE – Puglia – PopolArte è l’iniziativa avviata dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata, diretta a promuovere la diffusione di opere di artisti locali, internazionali e hobbysti, allo scopo di trasformare le proprie sedi in spazi contemplativi in cui l’arte diviene la nuova protagonista. Il progetto prevede la trasformazione degli ingressi delle filiali, delle sale d’attesa e dei corridoi in piccoli ed eleganti spazi espositivi, capaci di dare luogo a riflessioni in grado di interrompere la routine, di creare un contesto umano e dinamico per i clienti e il personale della Banca. Gli obiettivi che PopolArte si propone di raggiungere sono il consolidamento del rapporto con il territorio e l’attenzione alla qualità delle relazioni con la comunità: promuove la diffusione dell’arte, locale ed internazionale, cercando di conciliare la flessibilità, l’esplorazione e l’evasione tipiche di questa, con la stabilità della Banca.

Soggetti coinvolti: Banca Popolare Di Puglia E Basilicata.

PROGETTO ARTIBUS – Piemonte – Artibus è un progetto ideato dall’Augusta Contrada di Marendole (Monselice, PD) realizzato in collaborazione con Buzzi Unicem e che ha lo scopo di recuperare e valorizzare la manualità legata ai vecchi mestieri del territorio e di fornire nuove prospettive professionali ai giovani. I laboratori proposti sono: mastro velaio, mastro calzolaio, mastro orafo, mastro costruttore di strumenti a percussione, mastro scalpellino (svolto all’interno dello stabilimento Buzzi Unicem di Monselice utilizzando materiale calcareo di cava), mastro di maglia e cucito (sospeso a causa Covid perchè doveva svolgersi presso una RSA di Monselice). Alcune delle opere prodotte nei vari laboratori sono state esposte durante il Giro d’Italia che ha fatto tappa a Monselice.

Soggetti coinvolti: Buzzi Unicem.

APPLICAZIONE DELL’ART BONUS

CONCERTO D’IMPRESE – Campania – La sensibilità di mecenati, capaci di unire l’amore per la cultura con il concreto sostegno alle azioni di sviluppo, è la base su cui nasce il progetto Concerto d’Imprese supportato da un gruppo di eccellenze imprenditoriali che ha congiunto le forze per implementare interventi di sostegno all’insediamento, la promozione e lo sviluppo dell’offerta artistica al Teatro di San Carlo. Contribuendo, ciascuno in base a diverse prospettive d’osservazione e alle proprie idee, alla costituzione di un fondo d’investimento ripartito su base triennale, gli imprenditori hanno consentito al Teatro di rafforzare il percorso artistico della Stagione di Concerti 2020/21, in particolare il loro aiuto finanziario è stato fondamentale per il debutto e il successo dello spettacolo in streaming di Cavalleria rusticana. Per la Fondazione, il progetto Concerto d’Imprese, significa avere la possibilità di presentare al pubblico, anche in tempi di crisi da Covid-19, un’offerta artistica e culturale internazionale.

Soggetti coinvolti: Fondazione Teatro di San Carlo, Aedifica/Brin69 srl, ALA spa, Caronte spa, Ferrarelle spa, SIAP srl, Philippe Foriel-Destezet, Getra Spa, TEMI spa, Isaia spa, Laminazione Sottile spa, Palazzo Caracciolo, Seda spa.

IL GRANDE ASSENTE – Piemonte – La campagna “Il Grande Assente” si proponeva di reperire i fondi necessari al restauro dell’opera “Amedeo VI presenta a papa Urbano V il patriarca di Costantinopoli”, ultima delle grandi tele presenti nella Galleria della Sindone danneggiata dal celebre incendio del 1997 a non essere ancora stata restaurata e ricollocata al suo posto. Il dipinto, capolavoro del pittore livornese Tommaso Gazzarrini commissionato da re Carlo Alberto per glorificare le gesta del famoso antenato, aveva subito ingenti danni ad opera delle operazioni di spegnimento dell’incendio. Il quadro potrà ora essere restaurato, ricollocato nella sua posizione originaria e restituito a tutta la cittadinanza.

Soggetti coinvolti: Musei Reali di Torino, Team di 10 giovani corsisti del Corso di Alta Formazione “Talenti per il Fundraising” organizzato da Fondazione CRT, Rotary Club Torino Palazzo Reale, Borsa Italiana.

RESTAURO DELL’ARCO DEI TRE PORTONI – Trentino-Alto Adige/Südtirol – Nel 2019 la società Autostrada del Brennero SpA, in occasione dei 60 anni dalla sua costituzione, ha finanziato alcuni interventi di restauro attraverso lo strumento di Art Bonus in alcune città dislocate lungo il suo asse viario. Il motto utilizzato dalla società per descrivere la campagna recitava “da millenni la storia cammina lungo la Via del Brennero. Tuteliamo il passato guardando il futuro”. L’erogazione liberale di cui ha beneficiato Trento, pari a 20.000 euro, ha coperto totalmente le spese di restauro dell’Arco dei Tre Portoni, manufatto cinquecentesco ormai gravemente deteriorato. Si tratta di un Bene di proprietà comunale tutelato in quanto tale ai sensi del Codice dei Beni culturali DL 42/2004, che indicava l’accesso monumentale a palazzo delle Albere, residenza suburbana dei Madruzzo.

Soggetti coinvolti: Comune Di Trento, Autostrada Del Brennero S.P.A.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial