La Cordigliera dei sogni, un film documentario dedicato al Cile

Cinema

La Cordigliera dei sogni (titolo originale La Cordillère des songes) è un film documentario poetico, diretto dal regista cileno Patricio Guzmàn nel 2019.

Patricio Guzmàn, regista, sceneggiatore, scrittore e fotografo è nato a Santiago del Cile nel 1941.  E’ conosciuto nel mondo per aver diretto i tre documentari della Battaglia del Cile: L’insurrezione della borghesia (1975), Il colpo di stato (1977), Il potere popolare (1979). Ha diretto inoltre Il caso Pinochet (2001), Salvador Allende (2004), Nostalgia della luce (2010) e La memoria dell’acqua (2015).

Il regista, che ha lasciato la sua terra dopo il colpo di stato del 1973 e dove non è più tornato a vivere, mostra quanto alla bellezza della geografia fisica corrisponda l’amarezza di quella politica. La Cordigliera è simbolo di una catena di eventi drammatici da non dimenticare e trasmetterne conoscenza ai giovani. Guzmàn ha filmato nel tempo, conservato e può mostrare agli spettatori le azioni criminali delle forze di repressione del regime dittatoriale. Il fenomeno dei desaparecidos si è manifestato in modo rilevante in Cile a metà degli anni Settanta. Guzmàn ama la sua terra natia e soprattutto ama la Cordigliera che ha voluto filmare, affermando che per i cileni questa enorme catena montuosa è terra sconosciuta. Inoltre, è vietato accedervi, in quanto ormai di proprietà di multinazionali che vi estraggono il rame. Nella città di Santiago per la pavimentazione hanno utilizzato pietre provenienti dalla Cordigliera. Su alcune di queste sono incisi i nomi di morti per torture politiche. Guzmàn nel documentario fa conversazione con gli amici artisti di Santiago rivedendo il passato e i sogni da loro nutriti.

Sinossi

L’esplorazione del territorio va di pari passo con l’esplorazione della storia, per svelare l’anima più profonda del Cile. Proprio come ci ha abituati Guzmán. Nel documentario, presentato nel 2019 al Festival di Cannes, le alte cime della Cordigliera si caricano di una moltitudine di significati simbolici, spesso contraddittori, stratificati come la roccia. La poesia visiva del paesaggio si sovrappone alle testimonianze dei cittadini cileni, che rivivono i loro ricordi della dittatura di Pinochet. Una nostalgia, un senso di frustrazione schiacciante che non affligge solo il popolo cileno ma anche la sua Cordigliera, le voci umane si fondono con quella silente della roccia, in un commovente grido di avvertimento alle nuove generazioni, affinché non si rassegnino mai.

Il film La cordigliera dei sogni ha ricevuto una nomination ai premi César.

Durata: 84 min,

Al cinema dal 10 giugno 2021 con I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, in collaborazione con Fil Rouge Media.

Trailer QUAD – http://bit.ly/IWP_CORDIGLIERA_TRL_H264_QUAD

Trailer IGTV – http://bit.ly/IWP_CORDIGLIERA_TRL_H264_IGTV

Trailer YouTube – https://youtu.be/JXvxmNMWF1g

 

Judith Maffeis Sala

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial