“La felicità degli altri…”, ovvero i veri amici si vedono nel momento del …successo

Cinema

“La felicità degli altri” (titolo originale “Le bonheur des uns…”), distribuito da Academy Tow, è scritto e diretto da Daniel Cohen. Tratto dalla pièce L’ile flottante, prima di essere un film era uno spettacolo teatrale dello stesso regista, messo in scena più volte. Daniel Cohen afferma che qualsiasi spettatore può relazionarsi con la storia e i personaggi del film.

Sinossi

Possiamo essere felici per il successo degli altri? Léa, Marc, Karine e Francis sono amici di vecchia data, nel gruppo ognuno occupa il proprio posto. Ma l’armonia va in frantumi il giorno in cui Léa, la più discreta tra loro, racconta agli altri che sta scrivendo un romanzo. L’inaspettata rivelazione manda in crisi il resto del gruppo che, lungi dal gioire, comincia a manifestare un crescente disagio di fronte alla realizzazione dell’amica. Tra piccole gelosie e grandi cattiverie, il libro di Léa diventa un best-seller. Ma è proprio di fronte al successo che si riconoscono i veri amici…

“La felicità degli altri” è interpretato da validissimi attori, nel cast artistico abbiamo Vincent Cassel, Bérènice Bejo, Florence Foresti, François Damiens.

La pellicola risulta interessante per lo spettatore, in quanto le situazioni descritte accadono spesso nei rapporti amichevoli. Sopportare il successo di una persona vicina, quando non si ha successo, risulta difficile da gestire. Facilmente, scaturisce l’invidia, un sentimento di astiosa irritazione di fronte alla ricchezza, al successo, alla felicità, alla fortuna o alle qualità altrui. Nella dottrina cattolica l’invidia è uno dei sette peccati capitali.

“La felicità degli altri” esce nelle sale cinematografiche dal 24 giugno 2021; ha la durata di un’ora e 42 minuti

 

Judith Maffeis Sala

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial