Il Baslà, il nuovo ristorante sui Navigli dove si mangia nelle padelline

Enogastronomia

Il Baslà

Apre in via Casale 5, punto di ritrovo della movida sui Navigli, il nuovo ristorante con offerta dedicata alla carne e ai cocktail, servito nelle classiche padelline milanesi, i baslot, a cui dedica il suo nome, Il Baslà.

L’offerta ruota attorno a figure che ci riportano ad un’idea di cucina casereccia ma con quel tocco non convenzionale che non guasta mai: il macellaio che segue direttamente tutte le preparazioni e si occupa personalmente della scelta e dei tagli delle carni, l’alchimista dedito a creare nuovi cocktail che accompagnino tutte le proposte, e immancabile l’oste che ti accoglie a Il Baslà come fossi nel salotto di casa.

Il Baslà

E non dimentichiamoci del cuoco che con cura ed attenzione prepara tutti i piatti da servire nei Baslot.

Un format divertente dedicato alla carne per tornare alla Milano da bere. Una bottigliera degna di nota, con oltre 75 gin, una quarantina di rum, e una trentina tra tequila, mezcal e vermouth.

Qui la carne viene trattata principalmente con la cottura CBT a bassa temperatura con una selezione di capi allevati da piccoli produttori italiani ed esteri allevati rigorosamente all’aperto, sotto il controllo e l’esperienza del macellaio de Il Baslà e di Andrea Votino, uno dei soci fondatori con profonda esperienza nel mondo della ristorazione e proprio del mondo delle carni. Frollatura di oltre 45 giorni per la costata e pezzature importanti, da oltre 1 kg, per la fiorentina, marinate per oltre 24 ore in un misto di spezie dalla ricetta segreta. Il filetto viene selezionato da pezzature di oltre 5 chili, la porchetta e la bresaola vengono realizzate rigorosamente in casa. La punta di manzo BBQ brisket viene affumicata in casa mentre la battuta di fassona al coltello è servita in modalità creativa, a cheesecake. Tutto rigorosamente servito in padellini e padelloni detti baslot in dialetto milanese.

 

Un ampio dehors esterno che guarda sulla movida di via Casale con divanetti e lounge per l’aperitivo e tavolini apparecchiati per la cena tra piante e filari di luci. Dall’esterno si scorge l’ampia bottigliera, il bancone retroilluminato e le mattonelle realizzate e dipinte a mano, che con le loro forme sinuose, richiamano le padelline del Baslà, con un sofisticato gioco di bianco e nero.

All’interno il muro in mattoncini a vista lascia il posto alla carta da parati dai colori blu, arancione e giallo con due grandi salette che possono diventare dei privée, uno stile caldo, che ricorda l’inclusività del salotto di casa, con divertenti padelline come lampade appese, curato dall’architetto Nadia Martelli.

Il brunch

È vero, il Brunch non deriva dalla cultura e dalla tradizione italiana di cui Il Baslà si fa portare ma l’idea del pranzo domenicale rivisitato con questa formula piaceva troppo per non proporla e così ogni domenica, rigorosamente servito nelle caratteristiche padelline del Baslà il brunch si compone di un tris di pancake a scelta, e tra le portate principali il club sandwich creativo, tris di hamburger con patate crispers, il bruschettone ovvero la bruschetta ai cereali con uovo all’occhio di bue o l’uovo alla Benedict e dolce a 25 euro.

I cocktail

Tra i cocktail signature tanti nomi divertenti, realizzati dall’alchimista del Baslà: sono Runway Bride (Portobello gin, uva rossa, limone, lime e fiore di sambuco) e Speedy Gonzales (affascinante mix di tequila Esplon, mexcal, succo di mela, sciroppo piccante, lime e crusta di zucchero), per i viaggiatori si consiglia Trip to Peru (Pisco, Aperol, limone, miele, angostura e albume).

La proprietà

Cinque amici tutti appassionati del mondo culinario si trovano per una cena insieme. Cucina per tutti Andrea Votino, e mette direttamente in tavola tutte le padelle usate per la cucina: nasce così un’idea conviviale che vogliono replicare, per rendere accessibile quest’esperienza a tutti. Il Baslà si compone di Andrea Votino, chef ed esperto di aperture di catene in ambito food; Caterina Serio, con una forte esperienza nel mondo degli eventi culinari; Nicola Serio, imprenditore nel mondo dell’hotellerie; Riccardo Margiotta, esperto di marketing food; Matteo Dolce, giovane universitario appassionato di ristorazione; Emanuela Di Rella, che lavora come manager nella GDO.

Per informazioni:

Baslà Milano

Via Casale 5, 20144 Milano

www.ilbasla.it

milano@ilbasla.it

Tel 02 50030737

Orari: da Lunedì a Venerdì dalle 12 alle 24

Sabato: dalle 12 alle 2

Domenica dalle 12 alle 24

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial