Le caramelle Ricola accompagnano i visitatori della mostra di Boldini a Palazzo Albergati di Bologna

Buone prassi

Le caramelle Ricola

Dal 29 ottobre2021 al 13 marzo 2022 Palazzo Albergati di Bologna ospiterà una straordinaria mostra dedicata a Giovanni Boldini: oltre 90 le magnifiche opere del maestro italiano della pittura Belle Époque. La mostra presenta una ricca selezione di opere che esprime al meglio lo stile di Boldini che celebra la bellezza femminile e testimonia l’anima più intima e misteriosa dei nobili protagonisti dell’epoca attraverso le celebri opere come Mademoiselle De Nemidoff (1908), Ritratto dell’attrice Alice Regnault (1884), La contessa Beatrice Susanna Henriette van Bylandt (1903), La contessa De Rasty coricata (1880 ca.), La camicetta di voile (1906 ca.).

Una mostra anniversario importante che viene ulteriormente arricchita da opere di artisti contemporanei al maestro ferrarese, quali Vittorio Matteo Corcos, Federico Zandomeneghi, Gustave Leonard De Jonghe, Raimundo de Madrazo, Pompeo Massani, Gaetano Esposito, Salvatore Postiglione, José Villegas I Cordero, Alessandro Rontini, Ettore Tito, Cesare Saccaggi, Paul Cesar Helleu e Giuseppe Giani.

Le caramelle Ricola

I visitatori hanno modo di approfondire sette sezioni tematicheIl viaggio da Ferrara a Firenze, all’età di 20 anni, verso Parigi, all’età di 22 anni; la Maison Goupil; la fine del rapporto con Berthe, Gabrielle e i café chantant; il “soffio vitale”, dal ritratto al paesaggio; il segno come struttura di uno stile; il gusto fin de siècle; le nouveau siècle – che seguono gli anni di attività di Boldini e ne narrano la completa parabola espressiva, fino alla sua morte nel 1931.

Ricola, azienda svizzera che dal 1940 produce caramelle e tisane grazie all’incredibile ricetta alle 13 erbe alpine svizzere, sostiene da sempre l’importanza dell’arte e, per questo motivo, prosegue nel suo supporto ad Arthemisia. I visitatori potranno infatti entrare nell’universo di Boldini accompagnati dal gusto rivitalizzante di Ricola, grazie ai pratici samples di cui gli spettatori verranno omaggiati all’ingresso della mostra. Disponibile all’assaggio anche il nuovissimo Balsamo di Pino, con olii essenziali di pino, eucalipto e mentolo per una sensazione di freschezza unica al palato.

Le caramelle Ricola

L’amore per l’arte è nel DNA di Ricola, proprio grazie alla sua famiglia fondatrice. La Ricola Holding AG infatti, colleziona sin dagli anni Settanta, arte contemporanea svizzera all’interno di una collezione esposta negli edifici della sede del Gruppo Ricola. Nel corso del tempo è nata così una vera e propria collezione dal notevole spessore qualitativo, tra cui figurano opere giovanili di artisti ormai affermati. La collezione vanta dipinti di Richard Paul Lohse, Max Bill, Camille Graeser e Verena Loewensberg, divenuti famosi col nome di “Zürcher Konkrete” e riunisce in particolare svariati dipinti costruttivisti e teorici, fotografie e lavori su carta, nonché opere di matrice espressionista che hanno il corpo come protagonista. Fra le acquisizioni più significative si contano opere, o gruppi di opere, firmate da Christoph Büchel, Jacques Herzog, Bruno Jakob, Karim Noureldin, Vaclav Pozarek, Shirana Shahbazi, Anselm Stalder e Erik Steinbrecher. L’aspetto artistico non coinvolge solo la famiglia Richterich, ma anche i dipendenti dell’azienda e il consumatore stesso: durante corsi di formazione interni, i membri del personale vengono introdotti al linguaggio dell’arte, avendo anche la possibilità di fare ricerche in merito agli artisti della collezione Ricola in una ricca biblioteca all’interno della sede aziendale.

Le caramelle RicolaL’amore per l’arte è nel DNA di Ricola, proprio grazie alla sua famiglia fondatrice. La Ricola Holding AG infatti, colleziona sin dagli anni Settanta, arte contemporanea svizzera all’interno di una collezione esposta negli edifici della sede del Gruppo Ricola. Nel corso del tempo è nata così una vera e propria collezione dal notevole spessore qualitativo, tra cui figurano opere giovanili di artisti ormai affermati. La collezione vanta dipinti di Richard Paul Lohse, Max Bill, Camille Graeser e Verena Loewensberg, divenuti famosi col nome di “Zürcher Konkrete” e riunisce in particolare svariati dipinti costruttivisti e teorici, fotografie e lavori su carta, nonché opere di matrice espressionista che hanno il corpo come protagonista. Fra le acquisizioni più significative si contano opere, o gruppi di opere, firmate da Christoph Büchel, Jacques Herzog, Bruno Jakob, Karim Noureldin, Vaclav Pozarek, Shirana Shahbazi, Anselm Stalder e Erik Steinbrecher. L’aspetto artistico non coinvolge solo la famiglia Richterich, ma anche i dipendenti dell’azienda e il consumatore stesso: durante corsi di formazione interni, i membri del personale vengono introdotti al linguaggio dell’arte, avendo anche la possibilità di fare ricerche in merito agli artisti della collezione Ricola in una ricca biblioteca all’interno della sede aziendale.

www.palazzoalbergati.com

www.arthemisia.it

Orario apertura: Dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle 20.00. Sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

Le caramelle Ricola

ABOUT RICOLA

Amore per l’ambiente, rigoroso controllo della qualità e solo ingredienti naturali: questa è, in sintesi, la ricetta delle specialità Ricola. L’originalità del prodotto è nella miscela di 13 erbe (Pimpinella, Veronica, Malva, Menta, Millefoglio, Salvia, Altea, Marrubio, Alchemilla, Piantaggine, Sambuco, Primula, Timo) messa a punto e perfezionata nel lontano 1940 e utilizzata ancora oggi per tutti i prodotti Ricola.

Il prodotto Ricola si colloca quindi nella centralità dei valori ambientali, culturali ed etici fortemente voluti dall’azienda, che ha sempre posto particolare attenzione e rigore nella scelta delle materie prime. Tutte le erbe, coltivate in territorio alpino elvetico per conto di Ricola, provengono da metodi di agricoltura biologica, vale a dire senza l’apporto di fitofarmaci e con l’ausilio di lavoro principalmente manuale. Più di un centinaio delle aziende che coltivano per Ricola operano in regime di coltivazione biologica e vantano il marchio protetto “Gemma”, il riconoscimento concesso da Bio Suisse (l’Associazione Svizzera delle organizzazioni per l’agricoltura biologica) ottenuto in applicazione di criteri più restrittivi rispetto alle direttive europee.

Ampia la gamma di gusti e di formati. Tra i prodotti “evergreen” da ricordare i classici cristalli di zucchero con la loro tipica forma a dado, disponibili in busta e barattolo da 250g.

Ricola è stata tra le prime aziende ad introdurre nel 1987 il formato clic-box, astuccio, che costituisce uno degli elementi distintivi della marca.

Ricola vanta un altro primato: nel 1976, in risposta alla crescente sensibilità per una buona igiene dentaria, lanciò sul mercato le prime caramelle senza zucchero, disponibili in busta e in astuccio. Attualmente l’assortimento di prodotti senza zucchero, disponibile in astuccio da 50 grammi, è costituito da quattordici gusti; vanno segnalate, oltre alle classiche erbe Erbe balsamiche, i freschi gusti Fiori di sambuco, Arancia-menta, Ribes nero, Melissa-limoncella, Olivello, i balsamici Erbe Alpine, Eucaliptolo, Liquirizia, Menta di montagna, il goloso Caramello Melissa D’Oro la nuova linea Azione Glaciale, Menta Forte e Limone e Mentolo e il nuovissimo Balsamo di Pino.

L’assortimento Ricola viene completato dalle benefiche tisane alle erbe svizzere. Tisane istantanee che, grazie ad un procedimento che garantisce la conservazione dell’alto contenuto di principi attivi e aromi, si preparano velocemente e semplicemente; tisane fresche e dissetanti, confezionate in barattolo da 200 grammi, e disponibili in cinque varietà: “Alle Erbe”, “Distensive-Relax”, “Camomilla”, “Melissa Limoncella” e “Fiori di Sambuco”, da bersi calde o fredde.

www.ricola.com | www.facebook/Ricola.com | www.instagram.com/ricola_it

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial