Zappa, docufilm di Alex Winter che celebra il grande musicista

Cinema

Zappa è il titolo del primo film realizzato su Frank Zappa, uno dei più grandi musicisti nella storia del rock americano. Dopo una lunga attesa e anni di gestazione, arriva finalmente nelle sale italiane con Nexo Digital dal 15 al 17 novembre il documentario diretto da Alex Winter che indaga gli aspetti più intimi e umani della figura del geniale musicista di Baltimora. Il regista afferma: <Si tratta della saga drammatica di un grande artista e pensatore americano, una documentazione sulla sua prodigiosa produzione creativa e sulla sua generosità nella vita personale e politica.>

Grazie all’accesso illimitato concesso dalla famiglia al suo caveau, che comprende una vasta collezione di inediti, film, progetti rimasti incompleti, interviste mai viste prima e registrazioni di concerti inediti, “Zappa” racconta la carriera del musicista nemico del politicamente corretto, dagli esordi da autodidatta alla battaglia contro la censura, sino agli ultimi lavori. Un film che esplora la vita privata dietro la gigantesca carriera musicale che non si è mai allontanata dalle turbolenze politiche del suo tempo.

Il documentario è arricchito dagli interventi della vedova di Zappa, Gail Zappa, e di molti dei suoi storici collaboratori musicali, tra cui Mike Keneally, Ian Underwood, Steve Vai, Pamela Des Barres, Bunk Gardner, David Harrington, Scott Thunes, Ruth Underwood, Ray White. Non un viaggio nostalgico nel passato, ma un’esplorazione moderna su un uomo geniale la cui visione di mondo, arte e politica si è sempre distinta spingendosi oltre gli schemi dei tempi in cui ha vissuto. Tra i produttori del film: Jade Allen, Devorah DeVries, John Frizzell, Alex Winter, Ahmet Zappa, Glen Zipper. L’uscita del film segue la pubblicazione della colonna sonora, tuttora disponibile in Digitale, CD e LP in tutti gli store musicali. Il film è distribuito nelle sale italiane da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, MYMovies.it e Rockol.it.

Nato il 21 dicembre 1940 a Baltimora, Maryland, Frank Zappa muore il 4 dicembre 1993 per un cancro alla prostata. Personaggio in volontario precario equilibrio tra rock, jazz e teatro dell’assurdo, artista musicalmente anarchico, fine provocatore, Zappa attingeva da Stravinskji a Ravi Shankar, dal canto tenorile sardo alle spigolature del pop. Frank Zappa colpiva con decisa violenza.

Tutto il mondo di Frank era serio, sarcastico, fantastico, profondo, veloce. Diceva a chi lavorava con lui: <Nella vita devi imparare un paio di regola universali. La prima: non ti fermare per nessuna ragione. La seconda: continua ad andare avanti.> Difendeva i diritti di tutti, di qualunque etnia ed estrazione sociale. Straordinariamente bravo, naturalmente dotato, ogni brano era sarabanda e carnevale. Scriveva in continuazione, amava la musica e viveva per la musica. Cercava in ogni luogo e in ogni musicista l’eguale passione che nutriva lui, chiedeva che dessero ogni volta il massimo delle proprie capacità. Quando trovava un suo simile, gli esprimeva la sua gratitudine. Zappa sembrava ignorare le questioni pratiche, era nel suo universo fatto solo di musica. Però, amava la sua famiglia, sua moglie, i suoi figli e si dedicava a loro nelle pause di lavoro. Intervistato, usava un linguaggio audace, per sottolineare l’importanza della libertà. A lui sono intitolati, tra le tante cose, un asteroide, un gene, una medusa , un mollusco estinto , un pesce estinto , un ragno con un segno addominale che ricorda i baffi di Zappa, una scheda madre prodotta dalla Intel, svariati personaggi di videogiochi, un brano di Steve Vai (nel documentario Steve ricorda e descrive la personalità di Frank Zappa), strade, parchi e monumenti sparsi un po’ ovunque. Frank Zappa ci ha lasciato una discografia composta da più di sessanta album pubblicati in vita e altrettanti postumi, un repertorio con influenze stilistiche di diversi generi musicali, quali rock, blues, jazz, fusion, progressive, avanguardia, con precisi riferimenti alla musica classica, alla satira e al cabaret.

Zappa

Durata: 129 minuti

Al cinema solo il 15, 16,17 novembre 2021

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial