Atletica Riccardi Milano 1946: una super primavera per i giovani con gli eventi Riccardi

Sport

Sarà una super primavera per l’atletica dei giovani grazie agli eventi dell’Atletica Riccardi Milano 1946. La storica società milanese, fondata nel 1946 da Renato Tammaro, in 76 anni di storia ha raggiunto risultati di altissimo livello (113 atleti portati alle Nazionali italiane e 179 titoli tricolori vinti, dei quali ben 48 nelle staffette, gare simbolo dello sprint, più cinque scudetti Assoluti su pista e 37 titoli italiani complessivi a squadre) ma non ha mai perso la propria vocazione per l’atletica di base e per la promozione di questo sport: tra il 29 marzo e l’11 maggio la Riccardi proporrà due momenti di competizione destinati agli alunni e alle alunne delle scuole medie, il 39esimo Trofeo “il Ragazzo e la Ragazza più Veloci di Milano” per la velocità e il primo Trofeo Banor Sim per il mezzofondo. La società presieduta da Sergio Tammaro vivrà poi un momento agonistico anche nel calendario federale: il Comitato Lombardo FIDAL ha infatti assegnati alla Riccardi Milano 1946 l’organizzazione dei Campionati Regionali di staffette, una manifestazione che domenica 1° maggio sarà dedicata alla memoria di Renato Tammaro. All’interno della rassegna giovanile (categoria Cadetti/e con il contorno di prove Assolute e Ragazzi/e) sarà inserita una gara maschile sui 110 metri ostacoli che costituirà il Memorial Claudio Delli Carpini: la competizione vuole ricordare un atleta della Riccardi campione italiano a livello Juniores nel 2010 (nello stesso anno fu anche azzurro ai Mondiali Under 20 in Canada) scomparso a soli 30 anni il mese scorso. La famiglia di Claudio, in primis il padre Joe, è legatissima all’Atletica Riccardi e alla famiglia Tammaro: lo stesso Claudio, nato e cresciuto negli USA, ha vissuto per un periodo a casa di Renato Tammaro.

Ricordarli assieme sarà doppiamente emozionante, come emozionante è stato oggi mercoledì 16 marzo presentare le competizioni di questa primavera di fronte a numerose autorità politiche e sportive nella Palazzina Appiani presso l’Arena di Milano. A fare gli onori di casa il presidente Sergio Tammaro e la responsabile organizzativa Francesca Berti, che hanno sottolineato come questa primavera sia l’approdo di un percorso durato oltre due anni che la pandemia ha solo rallentato e rinviato ma non sopito negli obiettivi: «Sono stati due anni tremendi per i ragazzi delle scuole medie, ora potranno vivere giornate di approccio all’atletica in modo gioioso».

La scuola è stata rappresentata dalle coordinatrici di Educazione Fisica Giuliana Cassani (Ufficio scolastico della Lombardia) e Daniela Fumagalli (Ufficio scolastico territoriale di Milano): «Al “Ragazzo più veloce” sono già iscritti oltre 500 alunni.  In questi due anni pandemici la scuola ha lavorato con la federazione per la formazione dei docenti, l’atletica su pista avrà di nuovo quest’anno una finale nazionale dei Campionati Studenteschi». A proposito di Federazione Italiana di Atletica Leggera in Sala Appiani è intervenuta la vicepresidente nazionale Grazia Maria Vanni, affiancata dai consiglieri nazionali Oscar Campari e Gianfranco Lucchi: «La Riccardi è una società che si è saputa rinnovare e restare ad alto livello, queste manifestazioni giovanili sono un autentico modello di promozione dell’atletica nella scuola». Per FIDAL Lombardia parola al presidente Gianni Mauri: «Credo nelle persone che hanno fatto la storia dello sport e in questa categoria, tra i dirigenti, c’è sicuramente il nome di Renato Tammaro: tra il Comitato Regionale e la Riccardi il rapporto è molto forte». Le manifestazioni scolastiche toccheranno impianti di Milano e di Assago, presenti con i due assessori allo Sport. Per il capoluogo lombardo parola a Martina Riva: «A Milano è triste la mancanza di impianti, l’impegno di questa giunta è rinnovare Saini, Carraro e XXV Aprile. Nel 2026 arriveranno i Giochi: l’atletica e le sue società sono ambasciatori perfetti di una generazione olimpica». Marco La Rosa, assessore assaghese, è stato atleta di ottimo livello della Riccardi (oltre ad aver partecipato al “Ragazzo più veloce”) e ha sottolineato «l’entusiasmo con cui tanti alunni delle scuole di Assago hanno abbracciato la proposta di prendere parte a un pomeriggio di gare su una pista e tra le corsie». Per il CONI parola alla vicepresidente nazionale (e delegato territoriale milanese) Claudia Giordani (affiancata dal vicepresidente regionale Claudio Pedrazzini): «Il legame tra sport e scuola che emerge da queste manifestazioni è un esempio di come le varie istituzioni sappiano fare “sistema”».

Atletica Riccardi Milano 1946

Presenti anche tre “ragazzi più veloci” oggi divenuti uomini e donne. Manuela Grillo, sesta con la 4×100 ai Campionati Europei di Monaco di Baviera 2002, vi ha partecipato tra il 1989 e il 1991 conquistando il titolo di “ragazza più veloce”: «Ebbi il sostegno dei miei compagni di classe che vennero a fare il tifo con uno striscione. La corsa suscita sempre sentimenti: dalle piccole emozioni da alunna delle medie alle grandi emozioni in maglia azzurra». Vinse invece nel 1986, in terza media, Alessandro Orlandi, poi bronzo europeo Under 20 sui 100m: «Quella vittoria segnò un periodo spartiacque della mia vita: capii che la mia vita sarebbe stata fatta di atletica agonistica e di studi. Ho costruito le mie amicizie proprio sui campi di gara, grazie alla cultura che l’Atletica Riccardi e la famiglia Tammaro mi hanno trasmesso». Da anni è la prima firma atletica de La Gazzetta dello Sport, ma Andrea Buongiovanni in gioventù ha praticato anche la velocità diventando pure il “Ragazzo più veloce di Milano” nel 1981: «Il trofeo mi ha trasmesso quella voglia di praticare l’atletica e poi di seguirla. Vincerlo e poi leggere l’indomani il mio nome sulla Gazzetta perché si correva durante una Pasqua dell’Atleta fu come un successo alle Olimpiadi».

LE COMPETIZIONI SCOLASTICHE – La 39esima edizione del Trofeo “il Ragazzo e la Ragazza più Veloci di Milano”, organizzata dalla Riccardi (con Francesca Berti come dirigente di riferimento) in collaborazione con l’Ufficio scolastico territoriale di Milano e con il patrocinio della FIDAL (Comitato Regionale Lombardo e Comitato Provinciale di Milano) e della delegazione CONI di Milano, vedrà in gara alunni e alunne nati nelle annate 2008, 2009 e 2010: i nati nel 2009 e nel 2010 correranno la distanza dei 60 metri, mentre i nati nel 2008 si cimenteranno sugli 80 metri.  La fase eliminatoria avrà tre sessioni di gara (ogni studente potrà cercare la qualificazione in una di esse): martedì 29 marzo 2022 al Campo Sportivo Giuriati di Milano, lunedì 4 aprile 2022 all’MC2 Sport Village di Assago e mercoledì 27 aprile 2022 all’Arena Civica Gianni Brera di Milano. Gli autori dei migliori 32 tempi per ogni  anno di nascita accederanno alla semifinale, in programma al pari della finale mercoledì 11 maggio 2022 all’Arena. L’Atletica Riccardi Milano 1946 nella primavera 2022 organizzerà anche una manifestazione promozionale destinata alle scuole medie e ai mezzofondisti in erba: il primo Trofeo Banor Sim, che sarà anche valido quale 26esima Leva del Mezzofondo. Gli alunni e le alunne delle scuole secondarie di primo grado di Milano e hinterland saranno chiamati a confrontarsi sulle distanze dei 600 metri (classi prime e seconde: nati e nate nel 2010 e 2009) e dei 1000 metri (classi terze: nati e nate nel 2008).  Il Trofeo Banor Sim si svilupperà in due giornate, entrambe all’Arena Civica Gianni Brera di Milano: lunedì 11 aprile una fase eliminatoria (che qualificherà i migliori 12 atleti e le migliori 12 atlete per anno di nascita all’epilogo) e mercoledì 11 maggio una fase finale, coincidente con il pomeriggio dedicato a semifinale e finale del  Trofeo “il Ragazzo e la Ragazza più Veloci di Milano”.

I PARTNERBanor Sim (main sponsor Leva del Mezzofondo), Teen Social Radio (media partner), Adidas (supplier), AfricAthletics (charity partner), VIOStudio (medical partner).

Foto di Mario Grassi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial