Premio Cultura + Impresa 2021–2022, nona edizione

Cultura

Premio Cultura + Impresa, evento svoltosi lunedì 4 luglio 2022 all’ADI Design Museum di Milano, è il più importante riconoscimento italiano di benchmarking culturale.

“Questo appuntamento è l’occasione per scattare una fotografia dello stato dell’arte del rapporto sempre più rilevante tra Cultura e Comunicazione d’Impresa” ricorda Francesco Moneta, Presidente del Comitato non profit Cultura + Impresa, fondato nel 2013 da Federculture e The Round Table progetti di  comunicazione, che organizza e promuove il Premio con l’obiettivo di creare benchmarking e cultura professionale, grazie anche al supporto di Fondazione Italiana Accenture e di ALES Ministero della Cultura. “La Cultura e ‘l’Arts Factor’ assicurano valore aggiunto alla Comunicazione delle Imprese; l’Arte contemporanea è sempre più presente nei progetti culturali delle Aziende; le Aziende giocano in team per fare squadra con la Cultura; la Cultura è sempre più protagonista della promozione dei propri territori”.

Insieme a Francesco Moneta, conduce l’evento Alessandro Bollo, esperto di management culturale, Direttore Polo del ‘900 di Torino.

Sono intervenuti ad esprimere le loro opinioni sul tema dell’Innovazione Digitale, Arte Contemporanea, Partnership e sulle Nuove Tendenze sul Rapporto tra Imprese, Arte e Cultura: Andrea Cancellato, Presidente Federculture (in videomessaggio), Alessandro Beda, Consigliere Delegato Fondazione Sodalitas, Salvatore Carrubba, Presidente del Piccolo Teatro di Milano, direttore di IULM Communication School, Giuliana Cirio, Direttore Generale Confindustria Cuneo.

La nona edizione 2021-2022 si arricchisce con la nuova Menzione Speciale: Arte Contemporanea + Impresa, in collaborazione con ARTISSIMA, per il progetto che nel 2021 ha saputo associare al meglio la Comunicazione d’Impresa all’Arte contemporanea nelle sue diverse forme (Arti visive, Installazioni multimediali, Urban Arts, Digital Art, Fotografia).

Le categorie per le quali è stato possibile candidarsi a partire dal 15 dicembre 2021 e fino al 28 febbraio 2022 sono Sponsorizzazioni e Partnership Culturali, Produzioni Culturali d’Impresa e Art Bonus. Sono state inoltre confermate le Menzioni Speciali: Corporate Cultural Responsibility, per la valorizzazione dei progetti che hanno investito nella responsabilità sociale in collaborazione con Il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale; Under 35, in collaborazione con Patrimonio Cultura e dedicata ai prodotti culturali realizzati dai giovani under 35; Digital Innovation in Arts, tema strategico per l’Arte e la Cultura del nostro Paese, al quale sono riservate due Menzioni Speciali, in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture; Networking in Arts, al miglior progetto che ha intrapreso la ‘buona pratica’ di creare e governare efficacemente pool di partner privati intorno a uno specifico progetto culturale.

Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna quest’anno sono le Regioni che hanno conquistato più riconoscimenti, con nuovi soggetti protagonisti tra le Imprese, come le Università e gli Ospedali.

Ad aggiudicarsi il primo premio per la categoria Sponsorizzazione e Partnership Culturali è Opere in Parole del Museo Accademia Carrara di Bergamo e Humanitas Gavazzeni. Il progetto fa dialogare cura, bellezza, salute e cultura portando l’arte del Museo Accademia Carrara nelle sale di attesa, nei corridoi, nei reparti e nella terapia intensiva dell’Ospedale Humanitas. Il progetto è nato insieme a 11 autori (Albanese, Baliani, Bergamini, Bianchi, Bozzetto, Costa, Fresu, Ianniello, Laudadio, Murgia, Renzi) che, ispirati da alcuni dipinti del Museo, hanno creato opere inedite – racconti, spartiti, menù, fumetti – e realizzato un podcast, tutti fruibili gratuitamente nei reparti dai pazienti e dagli operatori sanitari.

Il primo Premio per le Produzioni Culturali d’Impresa è stato assegnato a PIC – Patrimonio Industriale Contemporaneo, progetto di Fondazione Ca’ Foscari di Venezia e del Centro AIKUArte Impresa Cultura. Qui le relazioni tra cultura e impresa sono connettori tra passato, presente e futuro, generando una nuova narrazione della manifattura veneta alimentata da nuove partnership tra il mondo della produzione culturale e 6 aziende di media dimensione e lunga tradizione imprenditoriale.

67 Colonne per l’Arena di Fondazione Arena di Verona in partnership con numerosi Aziende sostenitrici ha vinto il primo Premio Art Bonus.  Il progetto di Fundraising e Corporate Membership, creato da Fondazione Arena di Verona insieme ai Co-Founder Sandro Veronesi –  Presidente di Calzedonia Group – e Gian Luca Rana –  Amministratore Delegato di Pastificio Rana, e all’Editore Athesis, ha raccolto oltre un milione e mezzo di euro coinvolgendo 67 imprese che hanno contribuito attraverso l’Art Bonus a consolidare il valore sociale ed economico del Festival veronese, la cui sostenibilità è stata minacciata dalla pandemia. Insieme agli imprenditori con un crowdfunding privato hanno fatto squadra le associazioni dei professionisti veronesi, tanti cittadini e appassionati da tutto il mondo.

Ai 3 vincitori delle categorie principali sono stati consegnati i Premi d’Artista firmati da Lorenzo Marini, 3 litografie della serie Alphatype, un nuovo concetto visivo in cui le lettere vengono riunite in quadri, ognuna dettata dall’ispirazione artistica, dalla creatività, dell’emozione dell’autore. In qualità di celebre pubblicitario, ed oggi anche di artista sempre più affermato, Marini impersona sia la Comunicazione d’Impresa che l’Arte.

Inoltre sono state assegnate 6 Menzioni Speciali a progetti che hanno saputo ben interpretare le nuove tendenze del rapporto tra Cultura e Impresa, consegnando Premi formativi, Master in management e promozione culturale grazie a 24ORE Business School, Fondazione Fitzcarraldo, Università IULM, Scuola di Fundraising Roma, Upa.

Il Grand Tour Emil Banca di Emilbanca BCC si è aggiudicato la Menzione Speciale CCR – Corporate Cultural Responsibility.

La Menzione Speciale Under 35 è andata al progetto Città in trappola, di Dramatrà impresa sociale insieme a Unes, Viaggiatore Goloso, Acel Energie, Germo, Ricola, Cameo e Mastertent.

Il progetto BAG – Bocconi Art Gallery dell’Università Bocconi ha vinto la Menzione Arte Contemporanea + Impresa: è un percorso annuale di arricchimento e apertura della mente, di avvicinamento al mondo artistico odierno grazie alla presenza di più di 100 opere di arte contemporanea nella BAG, dove l’Università diventa una ‘temporary exhibition’, rafforzando il dialogo con la propria comunità e la città di Milano.

Le due Menzioni Speciali Digital Innovation in Arts sono andate a CUBO di Unipol e RESTART di BASE Milano, Oxa Impresa Sociale, ACNE,Cesura,Parasite 2.0,Music Innovation Hub,POGO Production e Deloitte.

Infine, Parma Capitale Italiana della Cultura 2020-21 si è aggiudicatala MenzioneSpeciale Networking in Arts

Patrocinatori e Partner attivi del Premio CULTURA + IMPRESA 2021-2022 sono: Ministero della Cultura, Comune di Milano, ACRI, ALES, ANCI, Artissima, Assif, Assifero, Federculture, FERPI, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Sodalitas, GAI, Patrimonio Cultura, Prioritalia, Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, UNA. Media partner: AgCult, Artribune, Exibart, Il Giornale dell’Arte, Prima Comunicazione.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial