Pianeta Mare Film Festival Internazionale di Napoli

Pianeta Mare Film Festival Internazionale di Napoli – 1^ Edizione

Pianeta Mare Film Festival Internazionale di Napoli è un evento straordinario divulgativo del 150esimo della Stazione Zoologica Anton Dohrn – Ente pubblico italiano di ricerca per la biologia, l’ecologia e le biotecnologie marine, presieduto dal professor Chris Bowler. Con il contributo della Regione Campania e della Film Commission Regione Campania e con il patrocinio della Commissione europea – Rappresentanza in Italia e del Comune di Napoli.

È stata presentata in Villa Comunale di Napoli presso il Museo Darwin Dohrn, la prima edizione del Pianeta Mare Film Festival, alla presenza del Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e dell’Assessora alle politiche dei giovani e lavoro Chiara Marciani, di Titta Fiore e Maurizio Gemma, Presidente e Direttore della Film Commission Regione Campania, di Marianna Ferri, Ufficio stampa della Regione Campania, di Chris Bowler, Presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn, del Professor Ferdinando Boero, Presidente del Film Festival e della Fondazione Dohrn, dei giurati Antonietta De Lillo (Presidente di Giuria), Matt Frost e Ado Hasanovic, e di Max Mizzau Perczel, Presidente dell’Associazione Culturale Pianeta Mare Darwin Dohrn che cura il Festival. Con una testimonianza speciale sulla relazione tra gli esseri umani e marini e il buio degli abissi oceanici di Daniele Cassioli, campione del mondo di sci nautico tra atleti non vendenti, collare d’oro del CONI, componente del Comitato Italiano Paraolimpico.

Pianeta Mare Film Festival

Pianeta Mare Film Festival è una manifestazione internazionale che nasce per esplorare il cinema ispirato alla vita nel mare e per sensibilizzare l’opinione pubblica su valori universali e tematiche ambientali fondamentali per la salute dell’uomo e del pianeta blu. Tra le mission del Film Festival: conoscere meglio la biodiversità, gli oceani e il mondo marino per amarli e proteggerli e raccontare storie grazie ad espressioni artistiche visive con l’utilizzo di smartphone.Pianeta Mare Film Festival Internazionale di Napoli

La 1° edizione del Film Festival si svolgerà in 2 sedi: il nuovo Museo Darwin Dohrn sulla biodiversità ed evoluzione della vita in mare in Villa Comunale, e il Cinema Academy Astra in via Mezzocannone 109, grazie alla partnership con l’Università di Napoli Federico II. Inoltre, una partnership culturale rilevante ci sarà con il Museo della Centrale dell’acqua di Milano MM che proietterà una selezione dei corti in concorso a Napoli.

Nella città internazionale di Napoli, in uno dei golfi più belli e ricchi di varietà per biodiversità al mondo, accoglieremo dal 5 all’8 ottobre tanti eventi importanti divisi per diverse sezioni cinematografiche, ma anche scientifiche e musicali.

Pianeta Mare Film Festival

Due sono le sezioni di concorso principali che mettono in palio due premi importanti, “Features film” dedicata ai lungometraggi, con un premio al miglior film di 3.000 euro, e “Short movies” riservata ai cortometraggi, con un premio di 2.000 euro. In totale sono 16 i film e corti in competizione, scelti tra opere ricevute da registi e registe di 22 nazioni, con età media under 40, 2 delle saranno in anteprima mondiale e 3 in anteprima italiana. Una selezione composita, opere con impostazioni differenti e realizzate adoperando modalità narrative anche distanti tra loro, che presentano, inoltre, una interessante varietà di generi, dal documentario all’animazione passando per la videoarte fino alla finzione. Tante le tematiche affrontate, da uno sguardo diretto sull’ambiente marino fino a riflessioni di varia natura sulla contemporaneità di un ecosistema complessivo, ormai sotto attacco, la volontà è stata quella di offrire una proposta di ampio respiro, nella ricerca di un equilibrio tra l’uomo, il mare e la natura.

Pianeta Mare Film Festival

In “Panorama oltremare” ci saranno 3 significativi film italiani dell’ultimo anno con ospiti d’eccezione: il 6 ottobre il regista Alessandro Rak presenterà al Cinema Astra “Yaya e Lennie – The Walking Liberty”, il 7 ottobre sempre all’Astra ci sarà, invece, l’attrice Ondina Quadri a presentare il film rivelazione “Piccolo corpo” di Laura Samani, e, infine, l’8 ottobre al Museo Darwin Dohrn avremo un altro film importante come “Re granchio”, che sarà presentato dal regista Matteo Zoppis e dal compositore Vittorio Giampietro.

Fiore all’occhiello di questa prima edizione sarà poi la retrospettiva, con immagini e filmati d’epoca dal titolo, “Étienne-Jules Marey e Jean Painlevé. I pionieri mondiali del pre-cinema e del cinema scientifico” in programma il 5 ottobre al Museo Darwin Dohrn, curata da Brigitte Berg e Valeria D’Ambrosio, rispettivamente Direttrice e Film Curator di Les Documents Cinématographiques. Si tratta di due figure chiave della storia del cinema: Étienne-Jules Marey visse 25 anni a Napoli nella seconda metà dell’Ottocento, diventando amico di Anton Dohrn, e mise a punto nuove tecniche di fotografia (la cronofotografia) con le prime immagini in movimento che posero le basi per l’evoluzione del cinema. Jean Painlevé, regista specializzato in fauna subacquea, realizzò, invece, negli anni Venti e Trenta del Novecento, pionieristici documentari sui polpi e gli ippocampi.

Pianeta Mare Film Festival

Ancora poi in una sezione Fuori Concorso ci sarà spazio per 4 opere per raccontare con diverse modalità, inedite prospettive legate al mare, “Transizione ecologica” di Enzo Franco, “Missione Euridice” di Marco Spinelli, “Spiagge e concessioni: caos all’italiana” di Caroline Von Der Tann e “Avventura in mare” di Ciro Dell’Anno, Achraf Bouksib e Costanzo Salatiello. Sarà presente, inoltre, una proposta mattutina per le scuole al Museo Darwin Dohrn con alcuni cortometraggi del concorso da far vedere agli studenti.

Ancora fuori concorso, sabato 8 ottobre, una sezione con film da un minuto realizzati con smartphone da videomaker under 30 tra cui quelli del Laboratorio creativo del Film Festival, ideati, registrati e montati in workshop che si terrà durante il FilmFestival, diretto dal 26enne regista Valerio Ferrara – premio miglior corto alla “Cinef” del Festival di Cannes 2022 – con docenti per il montaggio Daria De Pascale e Diego Bellante, con la partecipazione di studenti dei corsi di cinema, fotografia e tv e di scienze naturali dell’Università di Napoli Federico II e di altre università e scuole di cinema.

Nel programma poi ci saranno anche tanti talk e le tavole rotonde che coinvolgeranno personalità scientifiche, giornalisti, partner, artisti e registi, per discutere sulla situazione dei mari e degli oceani, sul ruolo che possono avere soggetti pubblici e privati in un’idea di futuro sostenibile, sulla blue economy e le sue prospettive imprenditoriali. È possibile conoscere il programma con tutti i film, gli ospiti previsti, gli eventi speciali, i concerti sul sito del Festival www.pianetamarefilmfestival.it  e sui canali social IG, FB, YT, sui quali è possibile trovare anche altri video e notizie.

Chiudono, infine, il quadro due concerti realizzati in collaborazione con Soundreef che si svolgeranno al Museo Darwin Dohrn, il 5 ottobre in serata ci saranno le performances di Isotta e di Ryah, mentre nella serata finale dell’8 ottobre ci sarà, sempre al Museo, il concerto di Solisumarte.

La giuria del Film Festival sarà presieduta da Antonietta De Lillo, regista e produttrice di fama internazionale con film premiati in Italia e all’estero, e composta da Gina Annunziata (Coordinatrice e docente Scuola di Cinema Accademia di Belle Arti di Napoli, curatrice), Titta Fiore (Presidente Fondazione Film Commission Regione Campania, giornalista cinematografica, autrice), Matt Frost (Biologo marino e Presidente World Association Marine Stations) e Ado Hasanovic (Regista e Direttore artistico Festival “Passaggi d’Autore – Intrecci Mediterranei” di Sant’Antioco). Sarà presente, inoltre, la “Giuria degli studenti” universitari provenienti dalle università napoletane e dall’Accademia di Belle Arti di Napoli.

La prima edizione del Pianeta Mare Film Festival, si concluderà sabato 8 ottobre al Museo Darwin Dohrn con le premiazioni per le sezioni in concorso e con due riconoscimenti speciali ad personam al Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi per aver accolto il Film Festival e al professor Roberto Danovaro, tra gli ispiratori del Film Festival.

Il professor Ferdinando Boero è il presidente del Film Festival. Il Festival è ideato e curato dall’Associazione culturale Pianeta Mare Darwin Dohrn. Il consiglio direttivo è composto dal presidente Max Mizzau Perczel, dal vicepresidente Ferdinando Boero e dal professor emerito Francesco Salvatore.

Il Comitato artistico è composto da Christopher J. Gervais, fondatore e presidente del Wildlife Conservation Film Festival di New York con sezioni gemellate con i più importanti Film Festival di Brasile, Messico e Finlandia, dalla professoressa Anna Masecchia, associata dell’Università di Napoli Federico II, studiosa, esperta e curatrice di retrospettive e Film Festival, da Valerio Ferrara, 26 anni, vincitore miglior corto alla “Cinef” del Festival di Cannes 2022, Antonio Borrelli, produttore, operatore culturale, curatore di rassegne e festival, Max Mizzau Perczel, presidente dell’Associazione culturale Pianeta Mare Darwin Dohrn, già portavoce del presidente del CNR.

Il Comitato scientifico-editoriale comprende i professori Matteo Lorito, rettore dell’Università di Napoli Federico II, Lucio D’Alessandro, rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa che ha corsi e un centro di cinematografica e multimediale all’avanguardia, Francesco Salvatore, professor emerito dell’Università di Napoli Federico II, componente del CdA di Città della scienza di Napoli e del Comitato direttivo dell’Associazione culturale Pianeta Mare Darwin Dohrn, Massimo Milone, direttore di RAI Vaticano e per 20 anni di RAI Napoli, Raffaele Leone, direttore editoriale di Focus, il più importante periodico dedicato alla scoperta della natura, Giovanni Caprara, presidente dei giornalisti scientifici italiani ed editorialista del Corriere della Sera.

Con il contributo della Regione Campania e della Film Commission della Regione Campania. Patrocini: Commissione europea – Rappresentanza in Italia, Ministero della Transizione ecologica (in quanto evento straordinario del 150esimo della SZN), con il patrocinio del Comune di Napoli. Promotori e partner istituzionali: l’Associazione culturale Pianeta Mare Darwin Dohrn, la Stazione Zoologica Anton Dohrn – Ente italiano per la Biologia, Ecologia e Biotecnologie marine, Fondazione Dohrn. Partner: Eni, Fondazione Banco di Napoli, Università di Napoli Federico II, Wildlife Conservation Film Festival di New York con sezioni in Brasile, Messico e Finlandia, Marevivo. Sostenitori: Cluster BIG, Istituto per lo sviluppo del Mediterraneo del CNR, Tennis Club Napoli – 1905, Associazione Life Scugnizzi a vela, i volontari dell’ANPS; Associazione nazionale Polizia di Stato, Federazione del mare. Media Partner: RAI Campania, RAI per la sostenibilità, Focus, Soundreef, Radio Immaginaria, UGIS Unione Giornalisti Italiani Scientifici, CodyTrip Digital. Cultural Partner: Centrale dell’acqua di Milano MM.

 

Condividi