Vogue Italia: Bella Hadid

Vogue Italia: Bella Hadid protagonista del primo numero dedicato all’Intelligenza Artificiale

Vogue Italia: Bella Hadid

Vogue Italia dedica il suo nuovo numero al tema dell’intelligenza artificiale. Lo fa con Bella Hadid, protagonista (reale) del servizio di copertina, ritratta su background artificiali creati grazie all’A.I. Un servizio fotografico unico nel suo genere nato dalla collaborazione creativa tra la fotografa Carlijn Jacobs, lo stylist Imruh Asha e il programma di Intelligenza Artificiale DALL-E, supportata dallo AI artist Chad Nelson che ha dato vita a un’affascinante interazione tra creatività umana e immagini artificiali, per superare i supposti limiti dell’immaginazione.

Vogue Italia: Bella Hadid

All’interno del numero, Jacobs, Asha e Nelson spiegano il non facile processo che ha dato la forma finale al progetto – di cui la stessa Bella è stata parte integrante aggiungendo alcune sue ispirazioni – e discutono di come l’A.I. abbia bisogno della creatività umana, non possedendo emozioni o spunti creativi se non dettati da noi. La “macchina” risulterebbe quindi essere un importante strumento a servizio dell’uomo e, se sotto la sua guida costante, in grado di rivoluzionare in maniera positiva la fashion industry e non solo.

Vogue Italia: Bella Hadid

ABOUT VOGUE

Vogue è la voce più influente al mondo in materia di moda e cultura. Parte del gruppo editoriale Condé Nast, è il brand più autorevole nel giornalismo di moda ed è in grado di guidare i lettori verso le tendenze future grazie a contenuti e narrazioni stimolanti, rilevanti e sempre influenti, in tutti i formati. Online: www.vogue.it

Vogue Italia: Bella Hadid Vogue è la voce più influente al mondo in materia di moda e cultura. Parte del gruppo editoriale Condé Nast, è il brand più autorevole nel giornalismo di moda ed è in grado di guidare i lettori verso le tendenze future grazie a contenuti e narrazioni stimolanti, rilevanti e sempre influenti, in tutti i formati.

 

All’interno del numero, Jacobs, Asha e Nelson spiegano il non facile processo che ha dato la forma finale al progetto – di cui la stessa Bella è stata parte integrante aggiungendo alcune sue ispirazioni – e discutono di come l’A.I. abbia bisogno della creatività umana, non possedendo emozioni o spunti creativi se non dettati da noi. La “macchina” risulterebbe quindi essere un importante strumento a servizio dell’uomo e, se sotto la sua guida costante, in grado di rivoluzionare in maniera positiva la fashion industry e non solo.

Vogue Italia: Bella HadidABOUT VOGUE

Condividi