Champagne DEUTZ - Brut Classic Etichetta

Brut Classic Deutz, lo Champagne perfetto per l’aperitivo

Il Brut Classic Deutz è uno tra i grandi classici di Deutz e tra gli Champagne più apprezzati all’ora dell’aperitivo. La bontà della scelta è assicurata dalla storia, dalla tradizione e dall’enorme successo di questo grande classico.  Deutz è una piccola e prestigiosa azienda della Champagne francese fondata nel 1838 e gestita da generazioni dalle famiglie Deutz e Geldermann.

Cosa rende questo champagne diverso da tutti gli altri? L’armonia e il perfetto equilibrio che nascono dalle tre varietà di vitigni usate in parti uguali nell’assemblaggio, Pinot Noir, Chardonnay e Pinot Meunier.Champagne DEUTZ - Brut Classic

All’olfatto si presenta delicato e con un’impostazione classica, si sentono per primi i profumi floreali, poi il dolce dei frutti gialli e rossi che si muovono su una vena minerale. L’attacco in bocca è nuovamente segnato dalla dolcezza della frutta, con una bollicina abbondante ma fine, firma inequivocabile di Deutz, che rende il sorso marcatamente fresco e sottile.  Si tratta di un brut capace di associare la freschezza dello Chardonnay alla morbidezza del Pinot e ad una raffinata vinosità. Sul palato finisce elegante e persistente.

Ecco perché il Brut Classic Deutz può diventare uno dei grandi protagonisti di serate fresche e frizzanti: si accompagna amabilmente con i più semplici o i più elaborati aperitivi. Da provare in abbinamento con scaglie di Parmigiano o con gli spiedini di gamberi e verdure, un carpaccio di spada o storione affumicato oppure con l’aperitivo più trendy e semplice del momento, le foglie di salvia passate in padella.

Il Brut Classic Deutz si conferma sempre come un’etichetta intramontabile e vera bandiera della casa e conosciuta tra i francesi come una tre le più solide del territorio

Il Brut Classic e le altre etichette di Champagne DEUTZ  sono importate e distribuite in esclusiva per l’Italia da D&C, una delle realtà più solide nel settore confectionery e beverage.

www.dec.it

Condividi