Deichmann

Per i nuovi stivaletti Deichmann borchie, patch e ricami floreali

Per DEICHMANN i trendsetter della fredda stagione in arrivo sono gli stivaletti in una grande varietà di colori e materiali, impreziositi da borchie, patch e ricami floreali.

Ideali per un urban look, i nuovi stivaletti alla caviglia, flat sole, in ecopelle con fibbie e borchie sono perfetti per le anime rock. I modelli military style stringati con zip e fibbie dorate e argentate rendono casual ogni mise e sono disponibili in pattern camouflage, nero, grigio o nei colori terra e rosso. Se lo stile è più elegante, gli stivaletti con plateau e tessuti floreali trasmettono una sofisticatezza essenziale grazie a decorazioni perforate, bandane e borchie.Deichmann

Per le più audaci sono proposti stivaletti in velluto nero, suola alta in gomma, nastri al posto delle stringhe e patch colorate in stile comic: applicazioni con rose, stelle e cuori danno un tocco unico ai modelli.

I modelli sono in vendita in tutti i negozi DEICHMANN e sull’online shop accessibile dal sito deichmann.com, a un prezzo che va da 37,90 € a 44,90 € e nelle misure dal 36 al 42.

www.deichmann.com – www.facebook.com/babooncomunicazione – www.facebook.com/Deichmann.IT

ABOUT DEICHMANN SE

Il Gruppo DEICHMANN, con sede principale a Essen (Germania), è stato creato nel 1913 ed è controllato al 100% dalla famiglia fondatrice. L’azienda è leader sul mercato europeo del commercio al dettaglio di calzature e occupa in tutto il mondo 38.000 collaboratori. Con questo brand sono operative filiali in Germania, Austria, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Gran Bretagna, Italia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Svezia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Repubblica Ceca, Turchia e Ungheria. Inoltre, il Gruppo è presente in Svizzera (Dosenbach/Ochsner Shoes/Ochsner Sport), Paesi Bassi (van Haren), USA (Rack Room Shoes/Off Broadway) e in Germania, Austria e Svizzera con Roland SE e MyShoes SE. Entro il 2017 il Gruppo aprirà i suoi primi negozi in Francia e Belgio.

 

A cura di Silva Valier

Condividi