Record di 73 barche al XIV Raduno Vele Storiche Viareggio

Sport

Quattordicesima edizione, 73 barche partecipanti, 600 membri di equipaggio, due regate disputate con venti leggeri e temperature estive (la regata di domenica è stata annullata per mancanza di vento), oltre 25 sponsor, con in testa l’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella (www.smnovella.com) e la rinata Acqua San Carlo (www.acquasancarlo.it) che hanno supportato il più importante raduno di fine stagione di tutto il Mediterraneo dedicato alle vele d’epoca. Questi i numeri dell’annuale raduno Vele Storiche Viareggio, conclusosi domenica 21 ottobre. Il Trofeo Vele Storiche Viareggio 2018 è andato al cutter aurico inglese Star 1907, arrivato dal Lago Maggiore in rappresentanza dell’Associazione Vele d’Epoca Verbano, associazione che con le VSV è tra le strutture che stanno portando avanti il progetto del Portale del Nautical Heritage e l’impegno di diffondere anche in campo internazionale il patrimonio nautico di valore storico. Il 13 metri Jalina del 1946 e il 19 metri Ea del 1952 sono state le uniche a vincere le regate sia in tempo reale, all’interno del proprio raggruppamento, che nelle classifiche in tempo compensato curate dell’Associazione Italiana Vele d’Epoca. Jalina ha vinto anche il Trofeo Challenge Ammiraglio Florindo Cerri. Dopo tre tappe (Marina di Carrara, Le Grazie e Viareggio) le imbarcazioni Alcyone del 1948 e Midva del 1982 si sono aggiudicate la prima edizione del Trofeo Artiglio rispettivamente nelle categorie ‘Epoca-Classiche’ e ‘Vele Storiche’. L’organizzazione del raduno dei record è stata curata dall’Associazione Vele Storiche Viareggio (www.velestoricheviareggio.org) e dal Club Nautico Versilia, che ha messo a disposizione le strutture e il personale di banchina, insieme alla Guardia Costiera. Tra i sostenitori dell’evento Mediterranean Yacht Maintenance di Antonio Farigu, Cioni, Azimut Wealth Management, Cantiere Navale Francesco Del Carlo, Oriora, Veleria Millenium, Tera Energy, Frisbi energia semplice. Tra gli sponsor tecnici Europromo, Picchiani & Barlacchi, MFI My Future Innovation, Excibus, Rose Barni, Mikila, RGB Cube, Approdo Calafati, LenciSub, Ubi Maior, Prosciutto Toscano, Caffè New York, Sabatini Gin, Castelli del Grevepesa, Daphné Sanremo, Navigo, Punto Nave Viareggio, Marine Store, Viareggio Porto, Yacht Broker Srl, Porto di Pisa. 

LE BARCHE PREMIATE   

La flotta è stata suddivisa in otto raggruppamenti, composto ognuno da imbarcazioni che si sono sfidate in tempo reale. Queste classifiche:

Classe VSV 0: 1° Ea – 2° Chaplin – 3° Patience

Classe VSV 1: 1° Chin Blu III – 2° Bamba – 3° Gazell

Classe VSV 2: 1° Jalina – 2° Vistona – 3° Alcyone 

Classe VSV 3: 1° Josian – 2° Ojalà II – 3° Madifra II 

Classe VSV 4: 1° Ismaele – 2° Maria Vittoria – 3° Selene

Classe VSV 5: 1° Midva – 2° Koala – 3° Sjorovarjenny 

Classe VSV 6: 1° Nonno Pio – 2° Suhaily – 3° Alice 

Classe VSV 7: 1° Maria Speranza – 2° Enrimar – 3° Margarethe

Il Sangermani Chaplin del 1974, barca scuola della Marina Militare, ha vinto nella categoria riservata agli scafi varati da questo storico cantiere ligure, orfano dal maggio scorso del titolare Cesare Sangermani. Il premio è stato consegnato dal figlio Giacomo Sangermani. Tra i 5.50 Metri Stazza Internazionale, classe metrica nata nel 1949, Whisper (1983) di Richard Leupold ha preceduto in classifica Rabicano (1967) del Museo della Barca Lariana e Grifone (1963) della Marina Militare. Il One Tonner Ojalà II del 1973 ha vinto le coppe AIVE del Tirreno e Sparkman & Stephens 2018, mentre il cutter Vistona del 1937 si è imposto nella nuova categoria delle “Centenauriche”, barche con armo aurico che potrebbero anche avere superato un secolo di età. Ai 6 Metri S.I. (Stazza Internazionale) Margaux del 1911 e Onkel Adolph del 1907, provenienti dall’Austria, è andato il Premio Eleganza.

LE INIZIATIVE

Numerosi gli eventi collaterali organizzati in occasione del raduno, dalle conferenze sulla prossima circumnavigazione del globo del velista Patrick Phelipon alla presentazione dei libri sul cantiere Baglietto scritti dall’architetto Piero Maria Gibellini. Grande partecipazione per le uscite in mare sui velieri Pandora e Nellie per assistere alle regate. L’Istituto Tecnico Nautico Statale Artiglio di Viareggio ha supportato la logistica in banchina, coordinata dal vice presidente VSV Riccardo Valeriani. La tradizionale cena ospitata nei capannoni del Cantiere Nautico Francesco Del Carlo ha riunito gli equipaggi del raduno. Qui, in occasione della visita alle barche in restauro, è stata presentata la nuova APP della Divisione Vela di Marevivo. Infine, non sono mancate le esposizioni di acquerelli della pittrice genovese Emanuela Tenti e le foto di regata di Marco Trainotti.

www.velestoricheviareggio.org

L’ASSOCIAZIONE VELE STORICHE VIAREGGIO

L’Associazione Vele Storiche Viareggio riunisce armatori, navigatori e appassionati ed è stata fondata l’8 Ottobre 2005 presso l’omonima città toscana con l’obiettivo di valorizzare e promuovere lo spirito e la tradizione dello yachting d’epoca e storico e del patrimonio culturale che queste imbarcazioni rappresentano. Attualmente il suo consiglio direttivo è guidato da Gianni Fernandes, presidente dal 2015, Enrico Zaccagni, commodoro e responsabile dell’archivio storico dell’associazione, Riccardo Valeriani, vice-presidente e responsabile della logistica e dal segretario Andrea Viggiano. L’Associazione Vele Storiche Viareggio ha sede presso il Club Nautico Versilia di Viareggio.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial