Anche lui vuole essere bello…

Bellezza

Dalle creme ai ritocchi estetici. Aumenta sempre più il numero di uomini che dedicano cura alla proprio corpo. L’uomo richiede trattamenti naturali che regalano un aspetto più riposato al volto. La donna, pur essendo molto attenta ai trattamenti naturali, accetta il cambiamento evidente al suo viso.

Lei fa i salti mortali per rinunciare a budini e noccioline. Appena può si precipita in palestra a rassodare i glutei e a rinforzare gli addominali… Vuole mantenersi in forma. Per piacere più a se stessa, ma anche per piacere al suo “lui”. E il suo “lui”?  Non è certo da meno, anzi è sempre più attento al proprio aspetto. Anche lui vuole essere bello, magro, depilato e senza rughe. E così, accanto al dopobarba (fino a poco tempo fa l’unico prodotto che l’uomo amasse spalmarsi sulla faccia), si stanno  aggiungendo nell’armadietto del bagno trattamenti per la cura del viso e del corpo. Un “viso” dalla trama più omogenea e senza macchie senili, una cute più levigata e meno segnata dai segni d’espressione che il tempo scava sul viso: queste le motivazioni per cui anche “lui” si rivolge al Medico Estetico. Insomma, la voglia di bellezza non è soltanto femmina…

Dottor Dario Tartaglini

Afferma il Dottor Dario Tartaglini, Direttore Sanitario di BETAR MEDICAL, un Centro Specializzato in Medicina Estetica di Milano: “Se le donne lottano da sempre contro la cellulite, gli uomini devono combattere soprattutto contro le “maniglie dell’amore”. Di conseguenza, anche il sesso forte si avvicina alla Medicina Estetica con la stessa naturalezza che ha la donna. Oggi, infatti, la cura del corpo non è solo un dovere femminile, ma parte integrante di un programma di bellezza anche al maschile. Insomma, anche la Medicina Estetica ha un sesso. Ritenuta per anni un ambito femminile, ha visto negli ultimi tempi una crescente attenzione da parte degli uomini. Tanto che, a fronte dell’aumento delle richieste, sono state affinate particolari tecniche che tengono conto delle caratteristiche maschili. In particolare, se si vuole ringiovanire il volto”..

“Gli uomini rappresentano circa il 30 per cento dei pazienti che frequentano gli studi di Medicina Estetica. Un risultato impensabile fino a pochi anni fa. E la tendenza è in aumento esponenziale”, afferma Tartaglini. “Il fenomeno richiede al nostro mondo di pensare anche al maschile per rispondere in modo adeguato alle esigenze del sesso forte e ai diversi canoni estetici. Uno dei trattamenti più richiesti, come accennato, è il ringiovanimento del volto. L’uomo infatti, grazie ad una nuova educazione del proprio corpo riesce a mantenere un aspetto atletico sino ad età avanzata. Quindi richiede che anche il viso abbia la stessa “freschezza”, precisa Tartaglini.

Via la pancia!

Sottolinea Tartaglini: “Avere la “pancetta” non fa piacere a nessuno. A volte però non è solo una questione di dieta errata, troppo calorica, ma anche di uno stile di vita eccessivamente sedentario: stando seduti parecchie ore al giorno, i muscoli della zona addominale si rilassano e non sostengono più gli organi interni. Chi frequenta una palestra sa che gli esercizi per la zona addominale e i fianchi non mancano mai di un corretto programma di mantenimento fisico. Ma anche coloro che non hanno la possibilità di fare ginnastica “organizzata” possono contrastare l’insorgere della “pancetta”, abituandosi a praticare a casa qualche facile esercizio. Meglio dedicare solo dieci minuti al giorno alla ginnastica, piuttosto che fare addominali una volta alla settimana”.

La Medicina Estetica “su misura” per lui

La vanità è maschio

Quando la ginnastica non serve, la dieta neppure e le cure di bellezza non riescono a dare i risultati sperati, non resta che affidarsi alla Medicina Estetica. E gli uomini ne sono sempre più tentati. Dice Tartaglini: “Da un semplice ritocco ad interventi ben più radicali: il rimodellamento del mento, la laserlisi (per eliminare le cosiddette “maniglie dell’amore”), l’autotrapianto (per rinfoltire le aree calve di cuoio capelluto utilizzando capelli propri), la blefaroplastica (correzione delle palpebre cascanti per rendere più leggero e aperto lo sguardo). Ma anche interventi che correggono i segni del tempo provocati dall’età biologica e non anagrafica del soggetto e quelli che eliminano un difetto costituzionale come le orecchie a sventola o un naso irregolare”.

Info: Dottor Dario Tartaglini – Direttore Sanitario  Betar Medical –  Centro di Medicina Estetica – Via Melzi D’Eril, 26 – 20154 MILANO – Tel. 02/36684785/6 – info@betarmedical.itwww.betarmedical.it

 

Stefania Bortolotti

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial