Pesaro 29 febbraio

29 febbraio: a Pesaro una festa mondiale per il giorno in più

Il 29 febbraio è il giorno in più del calendario (quello che serve per riallinearsi al sistema solare). Il 29 febbraio (1792) è il giorno in cui nacque Gioachino Rossini, il figlio più celebre di Pesaro ma anche il personaggio più celebre nella storia con il compleanno in questa data decisamente unica e figura universalmente associata al gusto del convivio e dell’ospitalità.

E allora oggi primo marzo, con il pensiero ai nati – famosi e non – il giorno in più (o in meno), Pesaro lancia l’idea di una grande festa che si terrà il 29 febbraio 2020, esattamente tra 365 giorni. L’invito sarà rivolto ad artisti e creativi di tutto il mondo ma anche a coloro che semplicemente amano la creatività e l’arte in ogni sua forma, in piena sintonia con lo spirito di apertura, progettualità e condivisione che guida il Network internazionale Creative Cities Unesco di cui Pesaro fa parte – come Città Creativa della Musica – dal 2017. Sarà una giornata ‘speciale’, che si inserirà nel solco degli ormai consolidati festeggiamenti attorno al ‘Non Compleanno di Rossini’ celebrati da diversi anni.

Prima di Pesaro ci sono altri due ‘raduni’ che ogni 4 anni chiamano a raccolta i nati del 29 febbraio: il ‘Club Mundial de los bisiestos’ nella città basca di San Sebastian e, negli Stati Uniti, il club virtuale ‘The Honor society of Leap Year Day Babies’ che mette in contatto ben 10.000 persone.

Per ora è ‘solo’ un ‘Save the date’ ma il seme appena lanciato è destinato a crescere nelle prossime settimane anche attraverso l’ideazione di un logo ad hoc che racconti il mood di questo appuntamento da segnare fin da subito in agenda. Un’anticipazione: il logo darà forma a simboli e icone del mondo animale – dal leprotto (e viene subito in mente il Leprotto bisestile amico inseparabile del Cappellaio Matto) alla rana – per richiamare l’idea del salto e del balzo in avanti verso il futuro; aggiungiamo, con ottimismo.

Per ora, Buon Non Compleanno a tutti i nati tra ieri e oggi!

 

Condividi