Fibromialgia: alle Terme dell’Emilia Romagna percorsi terapeutici ad hoc

Salute

La fibromialgia è una patologia molto frequente ed è la seconda forma di reumatismo più comune. Il 2-3% della popolazione italiana ne è affetto e solo in Emilia Romagna si registrano 90.000 persone con fibromialgia di vario grado e varietà. L’impatto sociale e umano di questa malattia è molto pesante, poiché la qualità di vita del paziente subisce un drastico peggioramento. È una patologia detta invisibile perchè difficile da diagnosticare e riconoscere. I sintomi principali sono il dolore cronico diffuso, stanchezza, sonno disturbato e poco appagante, problemi di attenzione e memoria, oltre a lieve depressione.

Le Terme dell’Emilia Romagna sono impegnate attivamente nel supporto ai pazienti affetti da fibromialgia. Il Coter, Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna ha infatti stretto nel 2018 un accordo regionale con AMRER Onlus (Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna) per fornire sostegno e assistenza ai malati di fibromialgia. Presso le Terme dell’Emilia Romagna è possibile infatti effettuare i corsi di idrochinesiterapia in acqua termale per la cura e il trattamento della fibromialgia.

L’accordo tra COTER e AMRER rappresenta la prima completa applicazione, a larga scala, del protocollo di cura indicato nel documento “Diagnosi e trattamento della fibromialgia. Linee di indirizzo.” approvato dall’Emilia Romagna a febbraio 2018. Le Terme dell’Emilia Romagna forniscono, secondo le linee guida dettate dal documento della Regione, percorsi omogenei di IDROCHINESITERAPIA in ACQUA TERMALE. Durante questi percorsi di attività fisica i pazienti saranno seguiti da un pool di esperti qualificati, tra terapista occupazionale, laureato in scienze motorie o fisioterapista.

“Siamo lieti della collaborazione con AMRER onlus” dichiara Dr. Arch. Lino Gilioli, presidente COTER “mettendo a disposizione dei pazienti di fibromialgia reumatici i benefici delle acque termali dei nostri centri termali e l’esperienza dei nostri operatori specializzati”.

PROTOCOLLO DI IDRO-FIBROMIALGIA IN ACQUA TERMALE

Il Protocollo di trattamento sottostante è da svolgersi con il supporto di personale esperto. Il lavoro in acqua termale consente di combinare l’effetto miorilassante a quello analgesico. Il Percorso terapeutico di gruppo prevede: 24 sedute in acqua termale a 34° di 60 minuti cadauna per 12 settimane.

Fase 1 – Preparatoria (15 min)

Fase 2 – Esercizi arti superiori (15 min)

Fase 3 – Esercizi arti inferiori (15 min)

Fase 4 – Defaticamento e Rilassamento (15 min) 2

Per informazioni contattare COTER srl al Numero Verde 800 888850

www.termemiliaromagna.it   –  info@termemiliaromagna.it  –   http://blog.termemiliaromagna.it/

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial