Boeing: siglato contratto con la Marina degli Stati Uniti per la produzione di 18 P-8A Poseidon

Motori

Boeing si è aggiudicata un contratto da 1,5 miliardi di dollari con la Marina degli Stati Uniti per la produzione dei prossimi 18 P-8A Poseidon. Il contratto comprende otto aerei da aggiungere agli attuali P-8A della flotta della Marina statunitense, sei aerei per la Marina della Repubblica di Corea e quattro aerei per la Royal New Zealand Air Force.

La Marina della Repubblica di Corea e la Royal New Zealand Air Force hanno acquisito il velivolo Boeing attraverso il processo di Foreign Military Sales e riceveranno una variante progettata e prodotta per la Marina Militare degli Stati Uniti, chiamata P-8A Poseidon. Le prime consegne per la Marina della Repubblica di Corea inizieranno nel 2023, mentre quelle della Royal New Zealand Air Force nel 2022.

Il P-8 è un collaudato pattugliatore marittimo long-range e multi-missione capace di effettuare un’ampia gamma di operazioni marittime e litoranee. Derivato militare del Boeing 737 Next-Generation, il P-8 combina prestazioni e affidabilità elevate con un sistema di missione avanzato che assicura la massima interoperabilità nei teatri operativi.

Il P-8 è dotato di armi marittime, un moderno sistema di missione aperto e supporto commercial-like per ottenere affidabilità. L’aereo è stato modificato per includere un hangar portabombe e piloni per le armi – due postazioni per le armi su ogni ala – e può trasportare 129 sonoboe. L’aereo è anche dotato di un sistema di rifornimento in volo.

Con oltre 254.000 ore di volo ad oggi, le varianti del P-8 – il P-8° Poseidon e il P-8I – pattugliano il globo terrestre svolgendo attività di guerra antisommergibile e antisuperficie; intelligence, sorveglianza e ricognizione; missioni umanitarie; e missioni di ricerca e salvataggio.

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial