Anche io, denuncia sulla violenza sessuale

Cinema

Anche io (She said) è un film drammatico, diretto da Maria Schrader, distribuito dalla Universal Pictures, che sarà nelle sale dal 12 gennaio 2023.

Il film, presentato in anteprima italiana Fuori Concorso al quarantesimo Torino Film Festival 2022, scritto e diretto dalla regista Maria Schrader (I’m Your Man) è basato sul bestseller “She Said: Breaking the Sexual Harassment Story That Helped Ignite a Movement” e vede Carey Mulligan (candidata all’Oscar per Una Donna Promettente ed An Education) e Zoe Kazan (serie Il Complotto contro l’America, The Big Sick – Il matrimonio si può evitare… l’amore no) nei panni rispettivamente delle reporter del New York Times Megan Twohey & Jodi Kantor.

Anche Io racconta l’inchiesta fatta dalle giornaliste del New York Times, Megan Twohey (Carey Mulligan)  e Jodi Kantor  (Zoe Kazan), sugli abusi sessuali perpetrati dal ex-produttore cinematografico Harvey Weinstein. Un lavoro che ha portato non solo a galla lo scandalo dei reati, ma che ha anche rotto il silenzio sul tema delicato delle violenze sessuali a Hollywood, lanciando in tutto il mondo il movimento #Me Too.

#Me Too è il movimento di denuncia di molestie e abusi sessuali che prende il nome dall’hashtag diffusosi in modo virale nel 2017, dopo le accuse rivolte da numerose attrici di Hollywood all’ex-produttore cinematografico H.Weinstein.

L’espressione Me Too, che in inglese significa “anche io”, è stata usata per la prima volta in questo contesto da Tarana Burke nel 2006.

È stata resa popolare dall’attrice Alyssa Milano, che ha incoraggiato le donne ad usarla su Twitter per “dare alle persone un’idea della grandezza del problema”, in pratica invitando gli utenti dei social network a raccontare le proprie esperienze di molestia o violenza sessuale, accompagnando il racconto con l’hashtag #metoo.

Alyssa Milano twittò per la prima volta l’espressione il 15 ottobre 2017; e alla fine della giornata l’espressione era stata già usata 200.000 volte (500.000 dopo due giorni).

Su Facebook l’hashtag è stato usato in 12 milioni di post da 4,7 milioni di persone nelle prime 24 ore e Facebook riportò che solo negli Stati Uniti, il 45% degli utenti aveva almeno un contatto che avesse scritto un post contenente l’hashtag.

Diverse celebrità del mondo dello spettacolo hanno sfruttato l’onda del movimento per dichiarare molte storie di violenza sessuale, come Asia Argento, Gwyneth Paltrow, Ashley Judd, Jennifer Lawrence, Uma Thurman e Gina Lollobrigida.

Nel 2017 il movimento è stato premiato dal settimanale americano Time come “persona dell’anno”. Sull’onda del movimento, in occasione della festa della donna dell’8 marzo 2018 è stata organizzata una giornata di sciopero e di manifestazioni che ha coinvolto più di 70 Paesi nel mondo. Il movimento #MeToo aveva obiettivi chiari, ma dopo cinque anni la situazione non sembra troppo cambiata. Lo ha sottolineato Women in Film, pubblicando un sondaggio lanciato dal 21 settembre  2022 fino al 3 ottobre 2022. Women in Film ha accompagnato i dati del sondaggioo con alcuni aneddoti anonimi offerti dagli stessi intervistati.

Anche io

Dal 19 gennaio 2023 #soloalcinema

Durata: 128 minuti

Uscita successiva in streaming 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial