TUTTOFOOD 2023: i vincitori del 2° Better Future Award

TUTTOFOOD 2023: i vincitori del 2° Better Future Award

  • Votati da tre panel indipendenti, selezionati in collaborazione con GDOweek e MarkUp, i vincitori per ognuna delle categorie Innovazione, Etica e Sostenibilità, Packaging
  • Numerosi i premi conferiti a pari merito, a testimonianza della capacità diffusa di fare innovazione delle aziende del settore
  • Nella categoria Innovazione si segnala il connubio tra aromi della tradizione e praticità contemporanea, mentre i progetti etici hanno riguardato la compensazione delle emissioni, l’autoproduzione di energia e la salvaguardia delle api. Nel packaging spiccano i materiali riciclabili e i formati ergonomici

Quest’anno più che mai l’innovazione di prodotto è sotto ai riflettori nelle affollate corsie di TUTTOFOOD 2023, a fieramilano fino dall’8 all’11 maggio. Ma non solo. L’eccellenza capace di coniugare innovazione e sostenibilità viene celebrata anche dal Better Future Award, il riconoscimento in collaborazione con GDOweek e MarkUp.

TUTTOFOOD 2023: i vincitori

Proclamati oggi nell’ambito di TUTTOFOOD 2023 i vincitori alla seconda edizione: i primi tre classificati per le tre categorie Innovazione, Etica e Sostenibilità, Packaging, scelti tra le oltre 50 candidature pervenute. A conferma di una capacità di fare innovazione diffusa in tutto il settore, diversi quest’anno gli ex aequo.

TUTTOFOOD 2023: i vincitori

Nel Premio Innovazione gli aromi sposano la praticità

A partire dalla categoria Innovazione, in cui il primo premio è stato asseganto a pari merito. Gelato Zero di Mancuso coniuga l’assenza di zuccheri con la valorizzazione del territorio, esaltando i sapori della Sicilia quali Vaniglia, Cacao, Pistacchio, Fragola e Nocciola. Rotonda di Caffè Borbone, invece, propone agli appassionati il caffè napoletano in una capsula di alluminio ad alta tecnologia, per consentire la migliore qualità di estrazione.

Al secondo posto un altro ex aequo. La nuova linea Squeeze di Madama Oliva presenta hummus e paté vegetariani in una confezione ergonomica da spremere che, inoltre, riduce del –40% la plastica nelle confezioni. La Pasta Venere di Riso Scotti, invece, coniuga il benessere con sapore e originalità in un formato di grande impatto anche estetico. Completano il podio i protein stick di Puro Beretta: salumi tradizionali, ma in un formato pratico e moderno e con un alto contenuto di proteine, da 19 a 23 grammi.

Premio Etica e Sostenibilità: per crescere insieme

L’innovazione non può essere autenticamente sostenibile se non è per tutti. Ecco perché il Better Future Award rivolge sempre grande attenzione anche ai progetti con una valenza etica. Anche in quest’ambito due a pari merito i vincitori al primo posto. Grazie a un progetto a Nashik in India, Campo d’Oro ha contribuito all’installazione di 4 turbine eoliche per un totale di 6 MW che compensano le emissioni per la produzione di pesti. Con il progetto Km 0: Grano Antico Senatore Cappelli, in collaborazione con Dornetti, Zini ha invece utilizzato questo grano antico del territorio per la produzione di gnocchetti freschi e surgelati.

Anche il secondo premio ha visto un ex aequo. Granoro ha promosso l’installazione di un cotrigeneratore con tecnologia CAR che fornisce il 60% dell’energia utilizzata dallo stabilimento, mentre Pietro Coricelli ha implementato una filiera olearia sostenibile che consente di tracciare l’olio extra vergine di oliva grazie alla tecnologia blockchain. Il terzo riconoscimento è andato al progetto A scuola con le Api di Roncadin, un percorso sensoriale attraverso due apiari (composti da circa 50 arnie) nei dintorni dell’azienda.

Premio Packaging: belli, innovativi e sostenibili

Nella categoria Packaging, infine, sul gradino più alto del podio spicca un ulteriore pari merito. La confezione Premium di Pasta Riscossa è al 100% riciclabile, in carta certificata FSC e con certificazione Aticelca per lo smaltimento e la riciclabilità. Con Smorfia, invece, Molino Naldoni rende disponibile il mix per la perfetta pizza napoletana con bordi alti in un packaging con QR code che rimanda alla scheda tecnica.

Al secondo posto i sughi bio in Doypack Valgrì di Coppola, che annulla il peso dell’imballaggio abbattendo drasticamente i costi e l’impatto ambientale del trasporto di un classico sugo pronto in vetro. Terzo premio per il Muesli #MordilaNatura di Colfiorito: un formato richiudibile e poco ingombrante con una struttura in poliaccoppiato carta/film riciclabile, con carta certificata Aticelca.

Visita la sezione dedicata al Better Future Award sul sito TUTTOFOOD per scoprire tutti gli innovativi prodotti candidati.

Per info aggiornate: www.tuttofood.it; @TuttoFoodMilano

 

Condividi