“Manzoni” di Pier Carlo Masini. La sorprendente genealogia di Alessandro Manzoni

Libri

“Manzoni” di Pier Carlo Masini

La casa editrice NovaCharta in occasione del centocinquantesimo anniversario della morte di Alessandro Manzoni, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Braidense, invita alla presentazione del volume Manzoni di Pier Carlo Masini curato da Andrea Tomasetig.

Biblioteca Nazionale Braidense, via Brera 28 – Milano

Sala Lettura: lunedì 11 dicembre, ore 16.00

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

La riedizione, in soli 300 esemplari, indaga sui lati oscuri della genealogia di Manzoni, che coinvolge i fratelli Verri, i Beccaria e altri protagonisti della Milano illuminista e libertina del secondo Settecento. Nel corso della presentazione verranno letti dall’attore Tino Danesi testi in tema di Pietro Citati, Natalia Ginzburg, Guido Bèzzola, Vincenzo Consolo e Pier Carlo Masini.

Interventi di:

Andrea Tomasetig – curatore della riedizione

Julian Zhara – responsabile di redazione NovaCharta

Tino Danesi – attore

“Manzoni” di Pier Carlo Masini

Alessandro Manzoni adulto ritratto da Giuseppe Molteni

Al termine il pubblico avrà l’occasione di accedere alla Sala Manzoniana per vedere i tre preziosi ritratti di Alessandro Manzoni, Enrichetta Blondel e Giulia Beccaria.

“Manzoni” di Pier Carlo Masini

L’ipotesi, affacciata qui per la prima volta e comunque mai affiorata nella memorialistica manzoniana, configurerebbe nella dinastia Manzoni-Verri-Beccaria una situazione per cui Pietro Verri sarebbe nonno e zio di Alessandro, Giovanni Verri avrebbe avuto il figlio naturale da Giulia, sua nipote e amante, Alessandro Manzoni Beccaria non sarebbe né un Manzoni né un Beccaria, ma un Verri per parte di padre e di madre, frutto di un rischioso rapporto tra consanguinei. (Pier Carlo Masini)

La sorprendente scoperta di Pier Carlo Masini, storico e bibliofilo, risale al lontano 1996 e parte da un manoscritto apocrifo reperito sul mercato antiquario. Con una straordinaria intuizione – quella che un manoscritto falso può contenere anche notizie vere – e con un paziente lavoro di ricerca giunge a identificare il falsario (Nino Bazzetta de Vemenia) e a suffragare la clamorosa ipotesi. Il saggio si legge come un avvincente giallo letterario nel contesto di un potente affresco della Milano illuminista e libertina del secondo Settecento. Pier Carlo Masini prende in esame con rigore anche altri aneddoti contenuti nel manoscritto apocrifo, delineando con mano sicura un acuto e non convenzionale ritratto dello scrittore e della sua opera fino ai suoi ultimi giorni.

“Manzoni” di Pier Carlo Masini.

Giulia Beccaria con A. Manzoni a otto anni ritratti da Andrea Appiani

La casa editrice NovaCharta riedita il testo pubblicato dalle edizioni Biblioteca Franco Serantini in tiratura limitata e da tempo esaurito – in occasione del centocinquantenario della morte di Alessandro Manzoni con l’obiettivo di rileggerne la biografia in una chiave più problematica, meno ingessata e a noi più “vicina”, capace di cogliere nel profondo le ragioni del suo rifugiarsi nella scrittura, oltreché nella fede religiosa.

“Manzoni” di Pier Carlo Masini

Il volume è arricchito da una Nota iconografica del curatore dedicata ai principali protagonisti della vicenda e dalla prefazione dell’editore Vittoria de Buzzaccarini, il cui bisnonno Bernardo Arnaboldi Gazzaniga alla morte dello scrittore aveva comprato la casa di Manzoni per conservarla come museo.

Pier Carlo Masini, Manzoni, NovaCharta Editori. Pag. 144 Prezzo: 30 € (tiratura limitata di 300 copie) Distribuzione: online su NovaCharta e nelle librerie che distribuiscono la rivista “Charta”.

Per informazioni: diffusione@novacharta.it

 

“Manzoni” di Pier Carlo Masini

Biografia dell’autore Pier Carlo Masini (1923-1998)

Fiorentino, vissuto a Bergamo dal 1957, è stato politico, giornalista, storico e bibliofilo. Attivo per oltre mezzo secolo in vari campi, è il riconosciuto storico dell’anarchismo e del primo socialismo italiani, ma anche lo scopritore di importanti archivi, carteggi, rarità librarie e negli ultimi suoi anni un notevole bibliofilo, da sempre appassionato alla letteratura e alla cultura otto-novecentesca. Dei suoi vari volumi pubblicati ricordiamo Storia degli anarchici italiani da Bakunin a Malatesta (1969), Cafiero (1974), l’antologia Poeti della rivolta. Da Carducci a Lucini (1978), Storia degli anarchici nell’epoca degli attentati (1981), tutti editi da Rizzoli.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial