Aqualux: allo Chef Simone Gottardello il Premio Maculan 2019

Enogastronomia

Simone Gottardello, Executive Chef del ristorante à la carte di Aqualux Hotel Spa Suite&Terme, è il vincitore della seconda edizione del prestigioso Premio Maculan, ideato da Fausto Maculan, insieme alle figlie Angela e Maria Vittoria, per valorizzare l’accostamento dei vini dolci ai piatti salati.

La sua “Composizione di gambero rosso, maialino e agrumi” abbinata al passito I Capitelli 2015 della Cantina Anselmi ha convinto i 13 membri della giuria tecnica presieduta da Nicola Portinari, chef del ristorante due stelle Michelin La Peca di Lonigo (VI) e i 20 di quella popolare composta di appassionati di enogastronomia, nella finale tenutasi alle Cantine Maculan.

Un piatto equilibrato, dove le note acide e amare degli agrumi si sposano con la dolce delicatezza del gambero rosso, la sapidità del maialino e con le sfumature piccanti dello zenzero in un equilibrio di sapori che crea un accostamento inedito con il vino, che verrà servito a una temperatura leggermente inferiore al solito, attorno ai 9/10°, per attenuarne la morbidezza. Il giovane e talentuoso chef di Evo Bardolino gioca anche con le consistenze e le temperature: ecco quindi il carpaccio di gambero accostato al gambero “mezzo fritto”, in parte croccante e in parte crudo, il paté e il freddo del gelato di maialino, la morbida gelatina al bergamotto e le scorzette di lime.

I quattro finalisti – oltre a Gottardello erano in gara Andrea Nardin chef dell’Antico Veturo a Trebasleghe, Federico Pettenuzzo chef patron de La Favellina a Malo e Gianmarco De Girolami chef di Blob Caffè & Ristorante di Ascoli Piceno – sono stati selezionati tra più di 50 candidati che hanno inviato le proprie ricette, e si sono sfidati cucinando dal vivo davanti a chef stellati, giornalisti, esperti di enogastronomia e gourmet.

Un risultato importante per Simone Gottardello, che ha partecipato al premio affascinato dall’idea di dar vita a un piatto in grado di creare un’armonia di sapori in abbinamento con un vino dolce e che riunisse qualità che lo chef ritiene essenziali: l’equilibrio, la valorizzazione delle materie prime, l’eleganza e l’originalità. Una sfida vinta a pieni voti, grazie al suo talento, alla perfetta esecuzione e a una ricetta interessante e golosa.

Chi desidera provarla, accompagnata dal calice di vino per il quale è stata ideata,  può farlo nel contesto tranquillo e raffinato di Evo Bardolino, ristorante à la carte all’interno di Aqualux Hotel Spa Suite&Terme dedicato anche e soprattutto a chi non risiede nella struttura.

A coronamento di questo successo c’è un’altra importante notizia che ha per protagonista Simone Gottardello: lo chef è infatti da poco entrato a far parte di Euro-Toques, l’associazione fondata da Paul Bocuse, insieme all’amico e collega Pierre Romeyer e ad altri cuochi europei appassionati del loro lavoro – in Italia Gualtiero Marchesi – con l’obiettivo di garantire un cibo buono e sano ai cittadini. Unica associazione riconosciuta dalla commissione europea per la difesa della qualità degli alimenti, annovera tra i suoi iscritti alcuni dei più rinomati chef del Vecchio Continente per un totale di oltre 2.500 cuochi che si riconoscono nel codice d’onore e mettono a disposizione parte del loro tempo per condividere le proprie esperienze e confrontarsi sulle principali tematiche che riguardano ristorazione e sistema alimentare.

L’ingresso nella prestigiosa associazione è un’ulteriore prova della straordinaria crescita di questo giovane chef, che unisce talento e creatività, massimo rispetto delle materie prime e utilizzo sapiente di metodi di cottura in grado di esaltarle.

 

 

 

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial