Sguardi altrove film festival, un’imperdibile edizione

Cinema

Sguardi Altrove International Women’s Film Festival è l’interessante rassegna internazionale dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile,  La sua 26a edizione, quest’anno dedicata al tema Bellezza e Coraggio: plurale femminile contemporaneo, si svolge dal 13 al 21 giugno 2019 al Teatro Franco Parenti di Milano, diretto magistralmente da Andrée Ruth Shammah.

Oltre che al Parenti, nella Sala AcomeA, Café Rouge e Sala Treno Blu, sono a disposizione altri tre spazi  in Milano, Il Cinemino, Wanted Clan,  Après-Coup e Rho (all’Auditorium e all’Infopoint Regionale).

Alla serata di apertura, a ingresso totalmente gratuito, un dibattito sulla violenza di genere dal titolo “Bellezza e Coraggio. Famiglia e Disagio” con Diana De Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili del Comune di Milano e l’attrice, regista, scrittrice Francesca Bartellini, che presenta estratti video del suo monologo teatrale Father e del suo nuovo documentario. In serata la proiezione del film in concorso “Becoming Astrid” della regista danese Pernille Fischer Christensen, ispirato alla storia dell’autrice di “Pippi Calzelunghe”. Chiude la serata la proiezione del film fuori concorso “Blue my mind – il segreto dei miei anni” della regista svizzera Lisa Bruhlmann, in uscita nelle sale italiane, dal 13 giugno, distribuito da Wanted Cinema.

Nel corso del Festival si proiettano oltre 60, tra lungometraggi e cortometraggi, provenienti da cinque continenti , che verranno associati a degli eventi dislocati nelle otto location.Sguardi altrove

Cuore della manifestazione sono le due sezioni competitive:  Nuovi Sguardi, concorso internazionale a regia femminile dedicato a lungometraggi di finzione e documentari che competono per il Premio Cinema Donna 2019, e Sguardi (S)confinanti, concorso internazionale di cortometraggi, sempre a regia femminile, tutti in anteprima italiana, che concorrono per il premio Talent Under 35, attribuito dal Comune di Rho, e per il Premio Il Cinemino.

Tra i lungometraggi più attesi, l’anteprima europea di “Jawline”, opera prima della regista americana Lisa Mandelup che per questo film è stata premiata al Sundance 2019 con lo US Documentary Special Jury Award for Emerging FilmMaker, il documentario segue il sedicenne Austyn Tester, stella nascente dei social media, in fuga da un’esistenza senza via d’uscita nel rurale Tennessee (14/6 ore 18.00).

Da segnalare la sezione non competitiva #FrameItalia, vetrina dedicata a lungometraggi, documentari e cortometraggi italiani, aperta anche alla regia maschile, che propone un’ampia visione su temi diversi, in particolare su quelli al centro della cronaca sociale internazionale. I film di #FrameItalia concorrono al Premio del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, coordinato da Laura Delli Colli.

L’omaggio ad Agnès Varda, a pochi mesi dalla sua scomparsa, a cura di Patrizia Rappazzo e Floriana Chailly è realizzato in collaborazione con il Cinemino. Agnès , prima donna a ricevere l’Oscar alla carriera, viene ricordata attraverso la proiezione in anteprima italiana della sua serie tv “Agnès de ci de là Varda” e dal suo penultimo lungometraggio “Visages villages” (Il Cinemino, 20/06 dalle ore 18.00).

La sezione parallela  del Festival “Oltre il Cinema. Tasselli d’Arte” si compone di molti appuntamenti, tra cui si segnalano la lettura scenica su Artemisia Gentileschi a cura di Federica Santambrogio  con Annina Pedrini (18/06 ore 21.30); lo spettacolo “Quattro Passi di Libertà Vigilata – Performance per un solo spett’attore” con Marcella Viscione , Francesca Contini e Monica Savini (15/06 ore 20.00). Lo spettacolo teatrale di Livia Grossi “Italia –Senegal.  Emigrazione ‘al contrario’. Primo studio”, seconda tappa del viaggio inchiesta iniziato in Burkina Faso (Après-Coup, 20/06 ore 21.00); il laboratorio di scultura e Art counseling “Mani in Pasta” sul tema del femminile a cura di Anna Maria Miglietta e Giacomo Sparasci (16/06 ore 10.00-17.00)

Per la sezione “CINEMA E FORMAZIONE” è previsto l’incontro di presentazione del progetto “Lo sguardo delle donne. Cinema per la scuola” in collaborazione con il Liceo Caravaggio di Milano, vincitore del Bando MIUR e MIBACT.

Per la serata di chiusura del Festival, venerdì 21 giugno, il film fuori concorso “RBG – Alla Corte di Ruth, documentario delle americane Besty West e Julie Cohen, distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema, dedicato alla figura della magistrata statunitense Ruth Bader Gingsburg, Giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti, da sempre impegnata nella lotta per i diritti delle donne.

Seguirà la Cerimonia di Premiazione condotta dal giornalista Federico Chiarini di Sky Cinema e la proiezione dei film vincitori.

Il Festival, sostenuto da sempre dalle istituzioni sul territorio – Regione Lombardia e Comune di Milano  e dal MIBACT, è organizzato dall’Associazione Sguardi Altrove – Donne in Arti Visive in collaborazione con il Teatro Franco Parenti, con la direzione artistica di Patrizia Rappazzo ed è socio fondatore di Milano Film Network, la rete che riunisce i sette più importanti Festival cinematografici, presenti sul territorio lombardo, di cui è responsabile del settore Formazione. La sigla del Festival è a cura di IED Milano – Istituto Europeo di Design. Il Catalogo è a cura della rivista online di cinema “1977” che conferisce anche il Premio Giovani Critici all’interno della sezione #FrameItalia. Gli omaggi alle vincitrici del Premio Cinema Donna e del Premio Talent Under 35 sono offerti da Filorga, che insieme a Biofficina Toscana omaggerà anche il pubblico del Festival.

Sguardi Altrove International Women’s Film Festival

Prezzo singolo proiezione: 7 €

Abbonamenti (entro 13 giugno):  30

Abbonamenti (dopo 13 giugno) :  50

Si consiglia la prenotazione: biglietteria@teatrofrancoparenti.com

Catalogo del Festival e programma completo su: http: //www.sguardialtrovefilmfestival.it/nw/

Sguardi altrove

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial