La Quadratura del Cerchio, una collezione total look ispirata all’arte di Leonardo

Moda

La Quadratura del Cerchio è una collezione “total look”, presentata lo scorso 24 luglio a Milano e visibile al pubblico a settembre in via Tortona 12.

Un total look di moda donna ispirato all’arte di Leonardo da Vinci. Una collezione che scaturisce dalla maestria di un gruppo di artigiani lombardi, coniugando il recupero della tradizione con l’uso di tecniche e materiali innovativi. È stato presentato il 24 luglio presso il Comune di Milano LQC La quadratura del cerchio, il progetto che sei artigiani hanno promosso ispirandosi all’opera del genio del Rinascimento in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla scomparsa. All’evento erano presenti anche i consiglieri comunali Diana De Marchi, presidente della commissione Pari opportunità e diritti civili di Palazzo Marino, e Franco D’Alfonso.

La quadratura del cerchioPunto di partenza della collezione è la geometria sacra che sta alla base della creazione dell’Uomo vitruviano, unita agli studi geometrici presenti nel Codice atlantico sul fiore della vita, nonché a quelli sulle proporzioni e la sezione aurea. Questi elementi sono stati ripresi e declinati nella creazione di una collezione di prodotti artigiani nell’ambito dell’abbigliamento, accessori in pelle, borse, scarpe, gioielli e orologi. I capi e gli oggetti creati non sono solo l’esito della rielaborazione di elementi grafici ed estetici, ma anche dello sforzo di trasferire le riflessioni di Leonardo sui fondamenti del benessere (intesi come rapporti tra le leggi della divina natura e l’uomo) in vestiti comodi da indossare, e in accessori che infondono armonia.

Il corpo è fatto di proporzioni auree? Gonne, pantaloni e abiti, seguendo questa logica, diventano una seconda pelle, risultando comodi, armoniosi, capaci di infondere benessere alla vista e agli altri sensi. Dai mocassini alle fusciacche, dalla shopping bag ai bracciali, il corpo indossa capi che sfruttando le proporzioni della sezione aurea arrivano a eliminare le taglie e gli sviluppi. In termini di moda, tutto ciò significa un nuovo concetto di vestire, più vicino possibile alla natura universale.La quadratura del cerchio

La cliente tipo della linea La Quadratura del Cerchio?

Una donna alla ricerca del benessere in ogni sua espressione;

una donna morbida, alla quale le linee dal gusto rinascimentale e senza costrizioni si addicono bene;

una donna ricercata nei gusti, attenta all’arte e alla cultura;

una donna attenta alla qualità e ai materiali;La quadratura del cerchio

una donna interessata al su misura.

La collezione è composta da

  • capi di abbigliamento, by D-Sign: gonne, pantaloni, abiti, giubbini, maglie;

  • calzature, by Manenti shoes sneakers, mocassini, sandali;

  • accessori in pelle e piccola pelletteria, by Bamà Fashion: fusciacche, cinture, marsupi;

  • borse, by Cordini Rita: shopping bag, pochette da sera;La quadratura del cerchio

  • gioielli, by Petra Jewelery: collane, bracciali, orecchini, anelli;

  • orologi, by Meccanica grezza: l’unica tipologia di accessori unisex della collezione.

La collezione LQC sarà presentata al pubblico durante il mese di settembre presso lo spazio Arci Casciavitt, i cui locali, in via Tortona 12 a Milano, saranno interamente dedicati a La quadratura del cerchio.

Questo il calendario di apertura:La quadratura del cerchio

 6 e 7 settembre;

 12, 13 e 14 settembre;

 la settimana dal 17 al 23 settembre;

 26, 27, 28 e 30 settembre.

L’orario (continuato) va sempre dalle 10.00 alle 18.30.

La quadratura del cerchio è un progetto di: D-Sign | Caravaggio (Bg) | www.d-signcollection.com

Trasformabilità è il leitmotiv di D-Sign Collection, la base del suo sviluppo, l’essenza della sua filosofia.

La quadratura del cerchioUnicità è il suo obiettivo, affidato a capi in grado di generare, grazie a piccole accortezze progettuali, outfit sempre diversi. Sperimentazione la sua forza: ogni collezione nasce da una attenta ricerca di materiali, dei tagli, dei particolari. D-Sign Collection, pensata per la donna contemporanea, sempre impegnata ma attenta alla sua immagine, accorta nello scegliere il proprio guardaroba, che crede nella qualità dei capi e ne apprezza la ricercatezza estetica, promuove la libertà di espressione declinandola nella creazione di look hand and tailor made composti sulla base delle proprie esigenze, ma anche del proprio “sentire”.

Cordini Rita by Ilaria Ricci | Volpara (Pv) | www.cordinirita.com

Cordini Rita by Ilaria Ricci realizza borse artigianali in tessuti e materiali sostenibili. Brand nato dall’idea di Ilaria Ricci, laureata in management all’Università di Pavia e dal sostegno della madre Cordini Rita che sin da piccola le ha trasmesso la passione per l’artigianato e il fatto a mano. L’azienda è situata nel piccolo borgo di Volpara (Pv) famoso per il suo vino moscato. Qui, nel silenzio creativo della natura vengono realizzare le borse a marchio Cordini Rita. L’attenzione e il rispetto per l’ambiente e gli animali, e l’etica sociale, fanno parte della filosofia aziendale: il brand, infatti, produce totalmente in Italia con materie prime di alta qualità.

Manenti shoes | Treviglio (Bg) | www.manentishoes.it

Manenti Shoes è un’azienda artigianale, che nasce dalla volontà di Emanuele Manenti di continuare la tradizione calzaturiera di famiglia, attiva nel settore da oltre 50 anni. La comodità è il segno distintivo delle calzature: si percepisce in ogni modello (classiche, da tempo libero, calcio, golf, ciclismo, in pelle naturale o tessuti speciali), dietro a cui c’è un fine lavoro artigianale. Per realizzare una scarpa Manenti Shoes non si usa alcun componente preconfezionato. Tutte le eventuali personalizzazioni sono direttamente in fase di costruzione della scarpa, con una vastissima gamma di abbinamenti cromatici, ricami, borchiature e decori.

Tra le clienti più affezionate, la cantante Cristina D’Avena. Manenti shoes ha anche realizzato la linea ufficiale di scarpe da ciclismo di Marco Pantani.

Meccanica grezza | Bergamo | www.meccanicagrezza.com

Flavio Oreda, titolare di Meccanica Grezza, ritiene che il successo di un oggetto derivi dalla coniugazione tra qualità, in termini di efficienza tecnologico-funzionale e di design, e semplicità, intesa come soluzione efficace ai problemi e alle richieste progettuali: fedele a questi valori, ha compiuto un percorso progettuale e produttivo che ha portato il brand ad affermarsi a livello internazionale. In soli 5 anni, forte del design made in Italy e della qualità Swiss Made, gli orologi di Meccanica grezza si sono distinti come oggetti “diversi” e desiderabili.

Petra handmade jewellery | Milano | instagram.com/Petrahjewelry

Mariolina Petra Gasparini, stilista di moda e creativa dall’adolescenza, inizia nel 2010 una produzione di gioielli artigianali, con il nome Petra Handmade Jewellery. Da autodidatta intraprende un percorso creativo completamente nuovo, subendo il fascino potente della lavorazione dei metalli. La linea di gioielli di Mariolina Gasparini oggi conta numerose collezioni, pezzi unici o serie limitate. Gioielli materici, elegantemente semplici, realizzati in argento, ottone e pietre dure.

Unipel | Telgate (Bg) | www.bamafashion.com

La Unipel snc, è un’azienda artigiana che da oltre 40 anni si occupa di accessori moda, spaziando tra diversi articoli, tutti creati e realizzati nel nostro laboratorio in provincia di Bergamo. Il punto di forza è il poter fare come l’artigiano di una volta, per cui anche il manufatto singolo e particolare è sempre fattibile. I prodotti principali sono cinture, uomo e donna, borse, guinzagli e piccola pelletteria, il tutto realizzato a mano, in vera pelle e veramente made in Italy.

Per le immagini della collezione ha collaborato: Debora Barnaba | Gessate (Mi) | www.dbartworks.it

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial