Altri Mondi, mostra d’arte di Matteo Cervone: l’incanto dei semafori

Altri Mondi è il titolo della prima mostra personale del fotografo Matteo Cervone, ospitata da Azimut, noto gruppo dedicato alla gestione patrimoniale, a Milano presso Palazzo Bocconi, dal 7 al 28 maggio 2024.

L’arte trova nuova vita nelle strade con “Altri Mondi” di Matteo Cervone, la mostra imperdibile che svela il lato incantato dei semafori, le icone onnipresenti del nostro paesaggio urbano. Con opere selezionate negli ultimi tre anni, l’artista di spicco dietro questo progetto affascinante offre uno sguardo senza tempo su elementi quotidiani che troppo spesso passano inosservati.

Matteo CervoneMatteo Cervone intraprende un viaggio visivo attraverso il tempo e lo spazio, trasformando gli ordinari semafori in veri e propri protagonisti di un palcoscenico urbano. Da semplici luci colorate a veri e propri attori di una pièce teatrale moderna, ogni semaforo racconta storie uniche, inaspettate, che ci parlano di noi stessi e del nostro mondo.

L’ispirazione dietro questo progetto rivoluzionario giace nel passato dell’artista, quando il rapporto con i semafori era segnato da tensioni e impazienza. Tuttavia, uno scatto mentale ha cambiato tutto, rivelando l’essenza evocativa di questi oggetti apparentemente banali.

Ma cosa vedrebbero i semafori se potessero guardarci? L’autore ipotizza che, da una prospettiva elevata, essi scruterebbero le nostre vite con occhi pieni di curiosità, incapaci di comprendere appieno il nostro ritmo frenetico o il nostro lento movimento attraverso le città.

“Altri Mondi” non è solo una mostra d’arte, ma un’esperienza interattiva che sfida il pubblico a riflettere sul significato più profondo dei segnali stradali. I semafori, infatti, cambiano colore in base alle emozioni che suscitano in noi, diventando specchi delle nostre sensazioni più intime.

Il verde, colore della serenità e dell’armonia, illumina le situazioni pacifiche e le azioni che uniscono la comunità. In contrasto, il rosso evoca emozioni intense e talvolta contrastanti, riflettendo i nostri vizi più profondi e i tabù che ci circondano.

Tuttavia, è il giallo a rivestire un ruolo chiave: spesso trascurato, questo segnale offre un breve momento di libertà e possibilità. È l’incarnazione del libero arbitrio, poiché ci offre l’opportunità di scegliere e cambiare direzione. Gli omini del semaforo giallo sanno che il destino è nelle nostre mani.

Con due racconti distinti che esplorano la nostra relazione con noi stessi e con il pianeta, “Altri Mondi” invita il pubblico a esplorare gli strati più profondi delle opere esposte, rivelando così una complessità emotiva e concettuale al di là della semplice estetica visiva.

Intriso di simbolismo e antropologia, il semaforo emerge come un’icona universale del contratto sociale, un punto di riferimento condiviso che definisce ciò che è giusto e ciò che è sbagliato fin dall’infanzia.

“Altri Mondi” è più di una mostra d’arte, è un invito a riconsiderare il mondo che ci circonda attraverso gli occhi incantati dei semafori.

ALTRI MONDI di MATTEO CERVONE

Organizzazione Azimut Group

Palazzo Bocconi, Corso Venezia 48 – Milano

Dal 7 al 28 maggio 2024

Orario: lunedì-giovedì 09,00 – 18,00 Venerdì 08,00 – 17,00

Ingresso libero previa prenotazione, chiamare + 39 3519009751

 

Condividi