Le Terme dell’Emilia Romagna presentano le “Strategie per una longevità in salute”. Annunciato un +20% di arrivi

Le Terme dell'Emilia Romagna presentano le “Strategie per una longevità in salute”

Le Terme dell’Emilia Romagna presentano le “Strategie per una longevità in salute”. Annunciato un +20% di arrivi

Le Terme dell’Emilia Romagna presentano le “Strategie per una longevità in salute” e annunciano un +20% di arrivi

Esistono due tipologie di età, quella anagrafica e quella biologica. La prima fa riferimento all’età scandita dallo scorrere del tempo e non può pertanto essere arrestata né modificata; la seconda, al contrario, è dettata dal nostro stile di vita e dalle influenze esterne. Integrando nella propria quotidianità abitudini comportamentali corrette, è possibile contribuire a rallentare l’invecchiamento e sentirsi meglio. A tal proposito, le Terme dell’Emilia Romagna rappresentano il luogo ideale dove prendersi cura di sé a 360° a favore del benessere psicofisico generale e di una longevità in salute.

Proprio sul tema della longevità in salute si è focalizzato il focus organizzato dalle Terme dell’Emilia Romagna, dedicato alla stampa nazionale per sottolineare l’importante ruolo che l’ambiente termale ricopre in questo ambito. Lino Gilioli, Presidente COTER, Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna, ha dialogato con il Dottor Gianfranco Beltrami, Medico Chirurgo, Fisiatra, Nutrizionista, Cardiologo e Medico dello Sport e con il Prof. Marco Vitale, Medico Chirurgo e Specialista in Ematologia e in tecniche Biomediche, Professore Ordinario dell’Università di Parma, Coordinatore Scientifico della Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale (FORST). A moderare l’incontro è intervenuta Daniela Camboni, giornalista APT Servizi Emilia Romagna.

Le Terme dell'Emilia Romagna presentano le “Strategie per una longevità in salute”

Prof. Gianfranco Beltrami

“Non abbiamo il dono di fermare il tempo, ma abbiamo la possibilità di rallentarne e limitarne gli effetti, invecchiando con serenità e soprattutto in buona salute. Per favorire questa condizione, è necessario abbandonare determinate abitudini: scelte nutrizionali errate, stress, fumo, sedentarietà e molto altro. Tutti questi fattori sono all’origine dell’invecchiamento precoce e necessitano pertanto di essere sostituiti da stili di vita sani, quali la pratica regolare di un’attività fisica, l’introduzione di una dieta equilibrata, di momenti dedicati al relax e all’intrattenimento di relazioni sociali. Le terapie termali si inseriscono a pieno titolo in questo percorso, soprattutto per la loro valenza di cura, prevenzione, di rafforzamento del sistema immunitario”, ha dichiarato Gianfranco Beltrami.

I numerosi servizi disponibili presso le 23 strutture delle Terme dell’Emilia Romagna, favoriscono l’adozione delle abitudini salutari e corrette di cui sopra. A disposizione piscine, palestre, parchi naturali, un’offerta gastronomica sana e ricercata e la possibilità di riposare in camere confortevoli per vivere una vacanza all’insegna del benessere a 360°. Inoltre, le preziose acque che fluiscono nei centri termali sono 100% naturali e ricche di elementi vitali per il corretto funzionamento dell’organismo: agiscono come antinfiammatorio e decongestionante, stimolano i processi rigenerativi e rivitalizzanti dei tessuti, rafforzano le difese immunitarie e proteggono le funzioni vitali.

Prof. Marco Vitale

“Le cure termali  rivestono un ruolo molto interessante in tema di longevità, toccando diversi ambiti, da quello riabilitativo, dermatologico, respiratorio, otorinolaringoiatrico e vascolare. Studi scientifici confermano l’efficacia dell’offerta termale sia da un punto di vista terapeutico, che in termini di prevenzione e di mantenimento dello stato di salute. In questo senso le terme moderne vanno intese come una componente territoriale della welfare community, in grado di esprimersi positivamente sia in campo terapeutico che preventivo primario, cioè nell’ambito del benessere. – ha affermato Marco Vitale –  La promozione del turismo termale si inserisce in questo modo nel più vasto ambito del turismo sanitario, sempre più cercato dai cittadini e in cui l’Italia, consapevole del proprio patrimonio termalistico, giustamente investe risorse.”

L’incontro organizzato dalle Terme dell’Emilia Romagna sul tema della longevità, è stato inoltre occasione per il Presidente Gilioli per rimarcare come i dati dell’Osservatorio sul Termalismo e Turismo della Salute in Emilia Romagna, aggiornati al 30 settembre 202 , confermino il trend positivo del comparto termale regionale, già registrato nel corso dell’anno. Gilioli ha infatti evidenziato che “gli arrivi dei clienti sono a quota 140.000 con una crescita del 20% sul 2022. Il cliente convenzionato con il SSN arriva a quota 80.000, mentre il benessere sfiora 45.000 clienti, la riabilitazione supera il 2019 a quota 15.000. Si attendono ora tre mesi molto importanti, con ottobre e novembre per le cure termali, dicembre per il segmento benessere. Il trend positivo ci offre alcune specificità: recuperano bene le cure inalatorio e del respiro con una particolare attenzione al termalismo dei bambini, il genere femminile guida il rilancio delle Terme e il segmento silver-age sfiora il livello pre-pandemia”.

Per informazioni e ricevere gratuitamente la Guida alle Terme 2023/2024 contattare
COTER srl, Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna
Numero verde 800.88.88.50 – www.termemiliaromagna.it

 

Condividi